giovedì 27 ottobre 2011

LA CRONACA DEL PROFITEROLE!!!! PROFITEROLES!!









                                                     Scroll down for English version

Mai avrei pensato che fare 12 bignets mi avrebbe creato tanta ansia (di solito uso un’altra ricetta )…. Tra i vari amici di ormochat, (st)renne, (st)renne per un mese, tortiste (ho coinvolto anche loro…stanno aprendo tutte un blog J ), c’era chi aveva fatto la ricetta e creato opere d’arte, chi ha rifatto la ricetta 4000 volte perché sbagliavano qualcosa in cottura…e anche chi ha creato degli spatascementi di profiteroles….  Insomma…rimandavo la mia prova… rimandavo sempre…ma domani  MTchallenge termina… e quindi mi sono dovuta dare da fare…  Da qui la cronaca di un profiterole , ho eseguito passo passo la ricetta di Montersino propostaci da Stefania di Profumi e Sapori che insieme all’Annalù soffre di una grave e contagiosa malattia: la Montersinite!!!
Ad un certo punto ho beccato Stefania che ha vissuto l’infornata dei bignets minuto per minuto, abbiamo vissuto attimi di panico insieme, quando la fessura dello sportello del forno doveva essere di qualche millimetro, ed invece avendo usato il manico del cucchiaio di legno…si trattava di centimetri..ma ce l’ho fatta ragazzi, e sono soddisfatta….. ce l’ho fatta!!! E riconosco che non è una ricetta per nulla difficile…sta tutto nel prepararsi sempre prima gli ingredienti pesati , questo vale per tutte le ricette di dolci (tipo la torta di ieri).
Ma ora vi beccate il passo passo, minuto per minuti…dalla GENESI…pure voi.

Questa ricetta è per il MENUTURISTICOCHALLENGE  ( e ricordovi che esse sono anche le RECIPE -TIONIST di Novembre!!!)



Ma avendo fatto delle mini opere d’arte (per me lo sono, chiaro??? I vostri giudizi non li sento J  , ma con questa so che Ale mi darà il premio PICAZZO'!!!Ops…PICASSO!!!!) che ritengo farebbero una figura carina anche per l’ora del tea li propongo anche per il contest di Federica




e visto che mi sono data all'arte partecipo anche al contest di Fujiko:





PROFITEROLES
 (dalla Genesi all’epilogo…quasi…non ho fotografato la mia faccia mentre li assaggiavo) J

Pasta Choux di Montersino, propostaci da Stefania

(con la dose di 1 uovo vengono 12 bignets)

1 uovo
23 ml acqua
5 ml latte
33 gr burro
35 gr farina (io ho usato 00)
1 pizzico di sale

Prerisacladate il forno a 200 ° C circa (per il  forno statico- io ho usato il ventilato a 170°)
 Scaldate un po’ l’acqua e il latte con il sale, spegnete e lasciate sciogliere il burro a tocchettini  (questa operazione va fatta , per fare sciogliere bene il burro prima del bollore per evitare l’evaporazione dei liquidi e quindi il buon risultato) , riaccendete il fuoco e portate ad ebollizione. A questo punto aggiungete la farina tutta in un colpo e mescolate, appena sul fondo del pentolino si formerà una patina togliete dal fuoco e trasferite in una ciotolina e lasciate raffreddare mescolando. Aggiungete l’uovo e mescolate bene fino a che sarà ben assorbito e avrà l’aspetto di una crema pasticciera.
Imburrate una teglia (ma non usate carta forno perché non trasmetterebbe il calore in maniera omogenea) e con una sac-a-poche  formate i 12 bignets.
Infornate e tenete il forno chiuso per i primi 12 minuti ( o fino a che non saranno ben gonfi) dopodiché aprite una fessura nel forno mettendo il manico di un cucchiaio da tavola tra il forno e lo sportello. E cuocere per circa altri 15-20 minuti, fino a quando i bignets avranno preso un bel colore dorato.



























Io li ho riempiti di panna montata con zucchero





GANACHE AL CIOCCOLATO:

100 ml di panna fresca
100 gr cioccolato fondente grattugiato
1 noce di burro.

In un pentolino portate la panna ad ebollizione e versateci il cioccolato grattugiato e il burro, mescolate bene fino a che tutto sarà ben amalgamato.



Ricoprite i bignets e fateli raffreddare su una griglia.



GHIACCIA
1 cucchiaio di acqua
Zucchero a velo quanto basta per avere una ghiaccia densa.

Decorate i bignets a vostro gusto. Oppure posizionateli in un pirottino da cupcakes ed infilzateli a due a due con un Mikado al cioccolato.





Bacionissimi,

                Flavia








English version

Recipe I post today is a different one from that one I usually  use for making bignets. This is the one I have to use for October MTC.
This is 1 egg dose, and it’s not easy for me to convert it in to other measures, so I give you also dose in grams!!



PROFITEROLES 

Choux paste  (by Luca Montersino)

(with the dose of 1 egg are bignets 12)

1 egg
1Tbsp and 1 tsp(23 ml) water
1 tsp (5 ml) milk
1Tbsp and 2 tsp (33 g ) butter
2 Tbsp and 2 tsp (35 g) all purpose flour 
1 pinch of salt

Preheat the oven at 400 °F
 
 Heat a little 'water and milk with salt, turn off and let it melt the butter cut in small chops (this should be done to make the butter melt well before boiling to prevent evaporation of the liquid and then get  a good result) , turn on the heat and bring to a boil. Now add the flour all at once and stir just to the bottom of the pot will form a white veil, remove from heat and transfer into a mixing bowl and let cool, always mixing. Add the egg and mix well until it is well absorbed and it will look like a custard.
Grease a baking pan (but do not use parchment paper because it does not transmit heat evenly) and  using a sac-a–poche  form the 12 bignets.
Bake and keep the oven closed for the first 12 minutes (or until they are well inflated) and then open a crack in the oven by placing the handle of a tablespoon of the oven and the oven door. And cook for about another 15-20 minutes, until the bignets have taken a beautiful golden color.

I have them filled with whipped sweet cream 

CHOCOLATE GANACHE

100 ml fresh cream
100 g grated dark chocolate
1 knob of butter.

In a saucepan bring the cream to a boil and pour the grated chocolate and butter, mix well until everything is well blended.
Cover the bignets and let cool on a wire rack.

GLAZE

1 tablespoon water
Icing sugar just enough to have a thick ice.




 













Decorate  bignets to your taste. You can also serve them using a cupcake baking cases and using a chocolate bread-stick.

Have a wonderful day, xoxoxox 

                          Flavia

48 commenti:

  1. Tesoro, tu vuoi vincere, si vede....Ma sappi che in premio non c'è Joe, non c'è CC e neppure Barbieri ^_^ quindi potevi metterci un po' meno impegno così evitavi a me (e a altri, presumo) cali di ego paurosi...Un bacio cara

    RispondiElimina
  2. fli...ma sono carinissimi!
    più che bignè o profiterols, sembrano dei mini cioccolatini tipo i ferrero rocher!*_*
    mi piacciono tanto!
    le decorazioni poi sono chiccosissssssime :D
    brava fli, alla fine son venuti! evvai!

    RispondiElimina
  3. Noo sono da svenimentooo e sono gelosaaa, li voglio assaggiare anche iooooo. Uff uff...meno male che la pumpkin cake qui sotto me la sono sbafataaa eheheheh.
    Baciottiii

    RispondiElimina
  4. bello il passo a passo, ma quello che mi piace di più è la decorazione "ricamata" di questi profiteroles. veramente belli, Flà!
    e l'idea di presentazione nei pirottini da cupcake è proprio bella!
    bacio bacio

    RispondiElimina
  5. Ma va??? C'è pure chi ha prodotto degli spetasci?? I TUOI SONO SPLENDIDI!!!
    Nora (con invidia) dall'ormochat ;-)

    RispondiElimina
  6. che belli questi profiterole poi la decorazione li rende chic!

    RispondiElimina
  7. Ciao Picasso, da oggi per me sei Elisa/Picasso :-D
    Mai visti profiterol così eleganti, wow!

    RispondiElimina
  8. Io li trovo stupendi i tuoi profitteroles, molto barocchi e chissà che buoni, d'altronde Montersino... un nome, una garanzia ;)

    RispondiElimina
  9. Adesso le prendi. Salgo sul primo aereo per Catania e te le suono di santa ragione. Perhcé non puoi averci stressati così, aver detto in tutte le salse che non ce la potevi fare, e poi sfornare questi piccoli capolavori.
    Quelle decorazioni di glassa mi hanno stesa, lo stesso dicasi per i ghirigori di ganache... ma dico, si fanno queste cose??? E ALLORA DILLO CHE VUOI VINCERE!!!! :-D

    RispondiElimina
  10. Ma sono bellissimi! Così raffinati...
    E' un peccato mangiarli per quanto sono belli!

    RispondiElimina
  11. Meravigliosi con quei ghirigori!!!

    RispondiElimina
  12. E chi ha il gran coraggio di dire che nn sono un capolavoro??? UN OPERA D'ARTE!!!! sei bravissima e la tua imnpresa e' riuscitissima bravaaaa

    RispondiElimina
  13. Cara Flavia, hai avuto un'idea davvero bella e originale per presentare questo profiterole... brava!!!!
    Io questo mese sono costretta a passare, tempo zero...

    RispondiElimina
  14. no, non ci credo! Sono senza parole! Prima di poterti lasciare un commento decente mi devo riprendere da questa opera d'arte! Che poi, chissà perché mi meraviglio...da te c'era da aspettarselo!

    RispondiElimina
  15. che meraviglia, un tripudio optical-arabesque!!! una creazione davvero notevole
    Grandissima Flavia
    Sento odor di vittoria....
    baci
    Cris

    RispondiElimina
  16. Come si può leggere, guardare e non assaggiare?????? Cattiva! :) Bacione Lecoq

    P.S. Oggi è partito il tuo premio!

    RispondiElimina
  17. Wow ma che artista che sei! E che pazienza decorare con così tanta cura ogni singolo bignè.. complimenti davvero!

    RispondiElimina
  18. Cara Flavia grazie della tua partecipazione l'aspettavo di cuore!!Ottimi...devo dire che è un peccato non poterli assaggiare dal vero e sono si delle piccole opere d'arte complimenti!!Un bacione Federica.

    RispondiElimina
  19. ma sono bellissimi...ma davvero domani è l'ultimo giorno..oddio sono in ritardo...il profiterol l'ho fatto ma devo scrivere il post...domani però

    RispondiElimina
  20. Evvai sono splendidi!!! bellissimi cosi' decorati.

    RispondiElimina
  21. WOW! QUesti bignè decorati sono così eleganti e chic! E devono essere deliziosi! Brava! Ti è venuto un profiteroles con i fiocchi! ;-)

    RispondiElimina
  22. Molto eleganti questi profiteroles! Grazie di avermeli "regalati" per il contest!

    RispondiElimina
  23. Mi sa che abbiamo la vincitrice!!!! Bravissima, un capolavoro!! Ciao

    RispondiElimina
  24. ma che spettacolo
    sia il bignè che il piatto decorato!!!
    fenomenale!

    RispondiElimina
  25. Questi profitterols sono veramente dei capolavori!

    RispondiElimina
  26. flaviaaaaaa, ma sono ultra-mega-supersciccosi questi profiteroles!!! bravissima :))))))

    RispondiElimina
  27. sono perfetti! dei gran capolavori! bravissima

    RispondiElimina
  28. OOOOOhhohhohooo! Sbalorditivi!
    non ho parole....OOOOOhhohhohooo!

    besos

    RispondiElimina
  29. mamma mia....ho l'acquolina in bocca già alle 9 del mattino................

    RispondiElimina
  30. bellissimi quei decori e pure in due colori, splendida presentazione!!!

    RispondiElimina
  31. Flavia,

    These look very delicious! Thank you for stopping by and leaving comments. I really appreciate them.

    Carol

    RispondiElimina
  32. Ma questo è davvero meraviglioso!! Flavia sei stata troooooppo brava! Un super bacio
    Dani

    RispondiElimina
  33. Che belli! Le decorazione sono davvero molto chic-ettose!:D

    RispondiElimina
  34. Flavia, ma sono da svenimento, bellissimi e golosi!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  35. solo una parola....elegantissimi! :)

    RispondiElimina
  36. So very pretty! Sharing this lovely post!!

    RispondiElimina
  37. che belliniiii ma sono adorabili!!! E pure il piattooooo mamma che passatempo!!! :D

    RispondiElimina
  38. Flavia, these are truly gorgeous! I never would have known they were cream puffs...so round and beautifully decorated! Simply stunning~

    RispondiElimina
  39. Those are the most beautiful profiteroles I have ever seen! They are little works of art.

    RispondiElimina
  40. Oddio i miei sembrano le palle di canguro....Sonó troooppo bellísimi.....

    RispondiElimina
  41. Premessa: arrivo tardi, per i motivi che sai, a cui si sono aggiunte un po' di alluvioni personali, fra lavoro e famiglia. Però, era ovvio che la sfida non sarebbe finita prima che fossi riuscita a lasciarti un commento. Quello che ovvio non era è che questo commento è stato preceduto da una serie infinita di "pissi pissi... bau bau" sulla belezza dei tuoi profiteroles. "ma li hai visti, quelli di Falvia? ma ti rendi conto di cosa ha fatto? Ma hai visto, il piatto, il contrasto, il bianco e nero, la ghiaccia?". Insomma, sono le 7 e mezza di un sabato mattina dopo la tempesta e sono qui. Basita. e qualsiasi commento legga, qui sopra, trova tutta la mia adesione. Per cui, ho deciso di sceglierne uno a caso, per risparmiarmi la fatica di dire cose già dette...
    e secondo te, quale scelgo?????
    "Flavia, la prossima volta le buschi" :-))))
    Tesoro mio, sei incredibile...
    ale

    RispondiElimina
  42. Quanto mi piacciono i profiteroles e tu sei stata brava a farli e decorarli!Buona domenica.

    RispondiElimina
  43. E' stupenda... hai fatto un vero capolavoro e poi il piatto decorato....una vera chiccheria di presentazione...sei fantastica!!!!! bacioni oni oni!!!! ele

    RispondiElimina
  44. Sono senza parole per questa opera d'arte barocca 0_0!

    RispondiElimina