mercoledì 20 luglio 2022

POMODORI RIPIENI DI RISO AL FORNO

 



Sono passati mesi, lo so, ma inutile che cerchi scuse, sto cucinando meno anche per via del gran caldo e di hobby ritrovati, come quello di lavorare a maglia!!!

Passo pomeriggi e serate nel mio giardino, guardando il mare e sferruzzando senza sosta.

Ma continuiamo a mangiare eh!!! Di solito i nostri pasti, sono piatti freddi, insalate e cose simili, ma ogni tanto accendo il fornetto piccolo, quello grande è in vacanze e mi sa che lì resta fino a Settembre inoltrato, e preparo qualcosa di semplice e sfizioso come questi pomodori ripieni di riso, da servire freddi o a temperatura ambiente, quindi direi perfetti per questa Estate bollente.




POMODORI RIPIENI DI RISO AL FORNO 


4 pomodori tondi grandi 

50 g di riso ( Carnaroli o come nel mio caso Vialone nano)

Sale 

Pepe nero 

1 spicchio d'aglio

3 cucchiai di Parmigiano Reggiano 

Basilico 

2/3 cucchiai di olio extra vergine di oliva 


Lavate i pomodori, levate la calotta, ma conservatela e con l'aiuto di un coltello prima e un cucchiaino dopo, svuotateli della polpa, che metterete in una ciotola. Prendete della carta da cucina e mettete i pomodori svuotati a testa in giù a scolare un po'.

Nel frattempo nella ciotola con la polpa,che avrete sminuzzato, aggiungete il riso crudo, il basilico spezzettato, l'aglio tagliato in 2 pezzi, il sale, il pepe e 2 cucchiai di olio, mescolate bene coprite e fate riposare circa 1 o 2 orette.

Passato il tempo del riposo, preriscaldate il forno a 180⁰ C , e levate dal mix di riso i pezzi d'aglio, aggiungete il Parmigiano e mescolate. Mettete il riso dentro ai pomodori, rifinite con una spolverata di Parmigiano, mettete i pomodori ripieni in una teglia, appoggiate le calotte sul riso lasciando un po' aperto, salate, irrorate un filo di olio ed infornate per circa 40-45 minuti.




Lasciate raffreddare perché sono ottimi consumati a temperatura biebte, ma anche freddi.


ENJOYYY

giovedì 5 maggio 2022

PANNA COTTA A STRATI ALLE FRAGOLE dentro ad uno stampo NORDIC WARE



Per il Primo Maggio, giorno festivo, se non fosse che era già domenica, non ho fatto ed organizzato nulla, del resto non si deve lavorare ahahahahhaha. In realtà questa magnifica Panna Cotta a strati io l'ho preparata per l'altro giorno festivo di Primavera, il 25 Aprile, e per fortuna era lunedì. 

Sono venuti alcuni amici a pranzo, in giardino e devo dire che oltre al gelato questo dolcino ci stava proprio bene.

In realtà ho voluto provare ad usare uno dei miei splendidi stampi Nordic Ware e beh direi che il risultato è stato bellissimo e molto coreografico.


NOTE

- la quantità di dolce è adatta a questo stampo nello specifico, ma considerate che la capienza è di 1.4 litri o 6 cup, quindi vanno bene anche altri stampi Nordic Ware con queste caratteristiche.

- per ogni strato serve quella mezz'oretta  per portare a temperatura ambiente e riporre poi in frigo ad addensare, tutto questo per dire quanto desideri un abbattitore di temperatura. Io a dire il vero ho lavorato tra il sabato e la domenica a "puntate" e così facendo non mi sono quasi accorta nemmeno del lavoro svolto.

-ovvio che a esperimento riuscito in futuro proverò altri abbinamenti con altra frutta e gusti.



PANNA COTTA ALLE FRAGOLE in stampo NORDIC WARE di Cuocicucidici 

Stampo Nordic Ware ( Bundt pan  da 6 cup- 1,4 lt) 

200 g di fragole + 4 per decoro

2 mezze pesche sciroppate 

2 cucchiai di zucchero

Succo di mezzo limone

Iniziate lavando 4  fragole e tagliandole a metà e poi tagliando in 4 spicchi due mezze pesche sciroppate e mettete da parte.

Con il resto delle fragole (200 g ) tagliatele e conditele in una ciotola con il succo di mezzo limone e 2 cucchiai di zucchero semolato e mettete da parte. Queste fragole una volta frullate, con un frullatore ad immersione, produrranno circa 300 ml di succo.

Primo strato 

200 ml sciroppo pesche ( preso da un barattolo di pesche sciroppate da 570 g )

100 ml  di acqua 

3 cucchiaini di zucchero semolato ( circa 15 g)

6 g colla di pesce 


Ammollate la colla di pesce in acqua fredda  e nel frattempo scaldate ( io  al microonde) i 100 ml di  acqua e scigolieteci lo zucchero; strizzate la colla di pesce ed immergetela nell'acqua calda, mescolate per farla sciogliere bene.

Aggiungete lo sciroppo di pesche e mescolate. Versate sul fondo dello stampo metà di questo liquido e poi creando un disegno mette le fragole e le pesche tagliate con la parte del taglio in alto. Lasciate raffreddare un pochino e dopo 15-20 minuti versate il resto dello sciroppo. Questo vi eviterà che fragile o pesche "danzino" liberi e leggeri nel liquido.

E mettete il frigo.


Secondo strato 

125 ml panna fresca 

60 ml di latte intero 

38 g di zucchero semolato 

¼ cucchiaino di estratto di vaniglia

4 g di fogli di colla di pesce 


Scaldate la panna con il latte e lo zucchero e l'estratto di vaniglia, nel frattempo ammollate la gelatina in acqua fredda, 5 minuti; strizzate la gelatina e scioglietela nel latte e panna, fate raffreddare, vi serviranno una ventina di minuti, quindi nel frattempo preparate il terzo strato, e versate nello stampo e rimettete in frigo.

Se non lo avete gia fatto, frullate le  fragole ed itterrete 300 ml di "succo"


Terzo strato


200 ml di succo di fragole 

4 g di fogli di colla di pesce 


Ammollate la colla di pesce in acqua fredda, nel frattempo scaldate al microonde 3 cucchiai di succo si fragole, strizzate la colla di pesce e scioglietela nel succo caldo. Aggiungete il resto del succo e mescolate bene  portate a temperatura ambiente e versate nello stampo. Riponete in frigo.


Quarto strato 


125 ml panna fresca 

60 ml di latte intero 

38 g di zucchero semolato 

¼ cucchiaino di estratto di vaniglia

4 g di fogli di colla di pesce 


Scaldate la panna con il latte e lo zucchero e l'estratto di vaniglia, nel frattempo ammollate la gelatina in acqua fredda, 5 minuti

Strizzate la gelatina e scioglietela nel latte e panna, fate raffreddare, vi serviranno una ventina di minuti, e riponete in frigo.


Quinto strato 


100 ml di succo di fragole 

125 ml panna fresca 

60 ml di latte intero 

38 g di zucchero semolato 

¼ cucchiaino di estratto di vaniglia

4 g di fogli di colla di pesce 


Scaldate la panna con il latte e lo zucchero e l'estratto di vaniglia, nel frattempo ammollate la gelatina in acqua fredda, 5 minuti

Strizzate la gelatina e sciglietela nel latte e panna, fate raffreddare, aggiungete il succo di fragola mescolate bene, quando a temperatura  ambiente versate nello stampo. 

Coprite con pellicola per alimenti  e riponete in frigo almeno 6-7 ore, fino  a poco prima di servire( ovviamente se lo fate il.giornonprima.ancora meglio)


Quando desiderate servire il vostro dolce, prendete lo stampo e aiutandovi con le dita staccate i bordi in superficie della panna cotta dalle pareti dell stampo. Immergetelo in acqua tiepida pochissimi secondi, se no rischiate che la parte esterna si sciolga, coprire con il piatto da portata o vassoio e risvoltate dando dei colpetti e piano piano la panna cotta si staccherà.

Coprite a campana con un contenitore o un'insalatiera e conservate in frigo fino al momento di servire.


ENJOYYY!!!





lunedì 11 aprile 2022

CRESCENTINE BOLOGNESI FRITTE


Avrei già una ricetta dell'ennesimo dolce da pubblicare, ma ho pensato che un po' di salato era preferibile, del resto ho finalmente trovato la ricetta delle crescentine fritte bolognesi come volevo io e quindi era giusto "garantirla" in questo mio archivio di ricette on line.
Qualche giorno fa ho avuto a cena alcuni carissimi amici a cui ho dedicato una serata Emiliano-Romagnola con crescentine fritte, tigelle e piadine, inutile dire che accompagnate con ottimo Prosciutto di Parma, cunza, salame  formaggi verdure saltate, salame e Mortadella mi hanno fatto fare un gran figurone

Il bello di questa ricetta, è che sono fatte con lievito chimico (io ho usato quello per dolci  e vi assicuro che il "vanigliato" non si sente assolutamente),  e quindi in realtà si può preparare l'impasto un bel po' di ore prima, così come le crescentine pronte da friggere basta conservarle bene dall'aria.

CRESCENTINE FRITTE BOLOGNESI


500 g farina 00

300 g latte intero

12 g sale

1 bustina lievito chimico ( quello per dolci va benissimo)

1 cucchiaio raso di strutto


Nella ciotola della planetaria ( io KitchenAid) versate la farina con la bustina di lievito  ed il sale mescolate con il gancio piatto ed aggiungete lo strutto e a seguire il latte, fate amalgamare bene gli ingredienti.

Dopo 5 minuti cambiate il gancio ci  quello adnuncino e lavorate altri 4-5 minuti a velocità 4. Fornate una palla, chiudete in pellicola trasparente per alimenti e fate riposare almeno un'ora  ma anche due tre ore va bene lo stesso.

Stendete l'impasto sottile  se avete la sfogliatrice della planetaria stessa arrivate alla tacca 4. Ricavate delle striscie e ritagliate con una rotella dei rettangolari.

Potete friggerle subito in olio di semi a temperatura ( io controllo sempre con il manico di un cucchiaio di legno, quando si riempie attorno di tante bollicine è pronto) oppure poggiatele su un vassoio di cartone per alimenti leggermente infarinato e coprite con pellicola per alimenti a strati  e conservatele così anche qualche oretta, basta che siamo ben sigillate nella pellicola che non prendano aria e si secchino.

Scolatele man mano su carta assorbente da cucina e servitele calde con tanti ottimi salumi a cl.inciare dal Prosciutto di Parma.