lunedì 16 settembre 2019

CASSONI di verdure



I cassoni di verdura, si chiamano così a Riccione, mentre nella parte più su della Romagna, tipo nel Cesenate li chiamano "cascioni". Quindi per me che uso la ricetta Riccionese, non ci sono dubbi: sono i Cassoni, come li hanno sempre chiamati mia nonna e i miei zii.
I Cassoni in pratica sono delle piadine chiuse, ripiene di verdurine di campo selvatiche o anche formaggio e pomodoro. Finalmente ho trovato, nel reparto frigo, delle verdure campagnole, che si sono rivelate perfette per fare i Cassoni come ricordavo io.
Era un bel po' che non impastavo per le piadine e avevo quasi dimenticato quanto fossero facili e veloci da fare e ora riproporrò spesso anche i Cassoni in versione mini per qualche aperitivo, perchè ho fatto la prova e devo dire che fanno il loro effetto di gusto e presenza.
Bando alle ciance allora ed ecco a voi la ricetta!

CASSONI di VERDURE

Per circa 15 piadine

500 g farina 00
1 cucchiaio colmo di strutto ( possibilmente genuino e non quello industriale)
Sale
225 g di latte o acqua circa (dose indicativa, potrebbe servirne qualche grammo in più o in meno)

Impastate in una ciotola tutti gli ingredienti, dovrete ottenere un impasto morbido, per questo la dose del latte è all’incirca. Chiudetelo nella pellicola trasparente e fatelo riposare a temperatura ambiente una mezz’oretta (ma anche due ore va benissimo).

Nel frattempo preparate le verdure ed il ripieno.

400 g di verdurine di campo 
1 cucchiaio di olio extra vergine di oliva
1 spicchio di aglio
sale e pepe

In una padella versate l'olio e fate dorare lo spicchio d'aglio. Aggiungete le verdurine e fatele cuocere circa dieci minuti, aggiungete il sale ed il pepe e mescolate. Spegnete il fuoco e fate raffreddare.
Prendete l'impasto e formate delle palline e stendetele una ad una molto sottili.


Mettete un paio di cucchiai di verdure sulle "piade", su una metà del disco, qualche tocchetto, se vi piace di formaggio a pasta morbida, o mozzarella, bagnate con un goccino di acqua i bordi, chiudete a mezza luna e sigillate bene con i rebbi di una forchetta, avendo cura di fare uscire l'aria. 




Mettete su il “testo” per le piadine (ma eventualmente va bene anche una crepiera) sul fuoco e quando sarà bello caldo cominciate a cuocere i cassoni. Quando inizierà a fare le bolle girate dall’altro lato. Quando da entrambi i lati sarà pieno di bollicine cotte e "colorate" cercate senza ustionarvi di mettere la parte della piega in piedi qualche secondo sul testo, in modo da essere certi che sia ben cotto tutto il Cassone.
 Conservateli al caldo dentro ad un canovaccio di cotone o lino fino a quando saranno tutti pronti per essere mangiati.


N.B. Ovviamente alle verdurine potrete sostituire con pomodoro e mozzarella, ricordandovi di condire un pochino il pomodoro con olio sale e pepe.


Enjoyyy!!!

venerdì 13 settembre 2019

PANCAKES con LATTICELLO


I Pancakes tanto Americani quanto facili e buonissimi!!!

Non c'è volta che io mi trovi negli Stati Uniti e non ne mangi almeno un paio e sempre con dell'ottimo sciroppo d'acero!
Sono molto veloci da fare, basterà avere del latticello a disposizione, o prepararselo qualche ora prima.
Quest'Estate li ho fatti spesso per mia nipote e mi ha fatto piacere avere "richieste imploranti" dalla mia "bimba" di 21 anni!!! La ricetta è quella di Laurel Evans, presa dal suo "Buon Appetito America", e per me non esistono preparati già pronti, ma solo perchè sono sincera non ci vuole nulla a prepararseli a casa.


PANCAKE con LATTICELLO

135 g di farina
2 cucchiai di zucchero
1/2 cucchiaino di sale
1/2 cucchiaino di lievito per dolci
1/4 di cucchiaino di bicarbonato di sodio
250 g di latticello
1 uovo grande
35 g di burro, fuso
olio vegetale (per ungere la padella)

per servire:
burro e sciroppo d'acero


Mescolate in una ciotola la farina, lo zucchero, il sale, il lievito ed il bicarbonato di sodio.
In un'altra ciotola, sbattete insieme il latticello, l'uovo ed il burro e versateli sugli ingredienti secchi e sbattete fino ad amalgamarli, ma senza lavorarli troppo. Se la pastella è grumosa va bene lo stesso.
Scaldate un cucchiaio di olio in una griglia o una padella antiaderente grande su fuoco medio, poi eliminate quello in eccesso con la carta da cucina. Quando la padella è ben calda, versateci un mestolo in pastella. Girate la frittella quando i bordi si asciugano e al centro si formano delle bolle, dopo circa 2-3 minuti. Ripetete con il resto della pastella e servite subito con una noce di burrone abbondante sciroppo d'acero oppure con zucchero a velo, Nutella...insomma quello che volete!


Enjoyyy!!!

mercoledì 11 settembre 2019

9/11 NEVER FORGET



Chi segue e legge il mio blog sa quanto io ami gli Stati Uniti, e che spesso pubblico qualcosa per l' 11 Settembre, a tributo  di uno dei giorni più brutti della storia mondiale degli ultimi 20 anni.
Ho qualche amica Americana che quel giorno si trovata "lì" nelle Torri gemelle e nel World Trade Center, che hanno vissuto in prima persona quella  tragedia e che non dimenticheranno mai più... grazie a loro ho capito quanto sia importante la nostra vita quotidiana, quali sono veramente le cose importanti della vita e sempre grazie a loro seguo pagine sull'argomento e in questo periodo ovviamente le "attività" di pagine e gruppi si incrementano e spesso oltre a foto varie leggo i commenti di chi segue e ieri mi è caduto l'occhio su un commento che mi ha fatto riflettere davvero tanto e cioè: "in quei giorni abbiamo giurato tutti che non avremmo mai dimenticato, eppure già tanti non ricordano più." Ovviamente si riferiva al popolo Americano, ma io trovo triste che anche qua in Europa e nel mondo in tanti abbiano già dimenticato e la cosa mi mette una tristezza infinita!!!
Da parte mia so che non dimenticherò quel giorno, non dimenticherò le immagini viste e riviste, non dimenticherò le mie amiche, i loro racconti, non dimenticherò quei volti dei pompieri e poliziotti che hanno perso la vita, non dimenticherò quello che ho visto al Memorial a New York in tributo a tutte quelle persone che in una bella mattina di Settembre hanno chiuso i loro occhi per sempre... i non dimenticherò e spero nel mio piccolo, con i miei post di ricordarlo anche a chi magari passando di qua, non ci pensa più.

tutte le foto pubblicate in questo post sono prese da QUI




 "We have forgotten especially the younger ones the millennials they were too young and this is a movie to them. This should be shown day in and day out and there should be something on TV to let the young ones know what happened that day.Thank you first responders for all you do (Kathryn J.Wohl)"