domenica 28 febbraio 2016

ORECHIETTE CON LE CIME DI RAPA FATTE IN CASA


                     Scroll down for English version
 
Ho vissuto in Puglia da quando avevo 40 giorni di vita fino ai 12 anni e credo di averlo già detto, ma ho avuto un’infanzia bellissima!
Le Estati passate in quel magnifico mare blu, i pomeriggi a scorrazzare in bicicletta per le campagne o a giocare per strada con gli altri bambini, gli inverni a bere il tè con i taralli all’ora di merenda, e le domeniche, le Feste trascorse sempre con gli amici più cari!
Bene se dico Puglia dico amici, se penso alla Puglia penso alla famiglia… e poi se parlo di Puglia inevitabilmente parlo del suo cibo…con cui ho avuto l’imprinting del mio archivio culinario dalle focacce, dai taralli, come dicevo, le mozzarelle, le verdure, l’olio d’oliva extra vergine che non manca mai nella mia dispensa, il pesce fresco, le braciole col sugo, e un’infinità di dolci, ma non posso dire Puglia in questo archivio se non dico orecchiette…con le cime di rapa!!!
Oggi è il loro giorno nazionale, oggi AIFB e il Calendarionazionale del cibo le “festeggiano”, grazie anche all’ambasciatrice della giornata Enrica Gouthier che ci spiega nel dettaglio la loro origine e storia.
Paradossalmente le ho mangiate, sempre fatte a mano, ma non le ho mai fatte in Puglia, perché quando vivevo lì pensavo a giocare e a godermela attraverso altre cose, ma crescendo la mia passione per la cucina mi ha portata a desiderare di farle e così mi sono cimentata da autodidatta a fare le orecchiette a mano, solo con la farina di semola di grano duro e l’acqua, una ricetta semplice, “povera”, e quando è la stagione giusta ho imparato ad assaporarle proprio con le cime di rapa, che da bambina non amavo perché avevano quel retrogusto amarognolo…beh che dire?? Adesso lo trovo un piatto così delizioso e per quanto resti semplice nell’esecuzione, per me meriterebbe un posto nella cucina gourmet!




ORECCHIETTE CON LE CIME DI RAPA
Per 2 persone
200 g di farina di semola di grano duro
100 ml circa di acqua

500 g di cime di rapa lavate e mondate
2 cucchiai di olio extra vergine d’oliva (Pugliese)
1 pezzettino di peperoncino
Sale
Pepe
2 spicchi di aglio
1 acciuga

Versate la farina su un tagliere di legno, e formate una fontana iniziate e versare l’acqua e a mescolare; non è detto che dobbiate usare tutta l’acqua, così come potreste aver bisogno di aggiungere un pochino di farina.
Dovrete ottenere un impasto morbido, ma non appiccicoso.
Prendete un pezzetto di impasto (il resto copritelo con una ciotola, per evitare ce al contatto con l’aria secchi) e fate un bastoncino e tagliatelo a pezzettini piccoli con un coltello. Fate delle palline con ogni pezzettino di impasto e poi con la punta di un coltello arrotondato, strisciate la pallina di pasta e poi con la punta del dito indice rivoltatela. Avrete fatto l’orecchietta. Spolverizzate di farina di semola dei vassoi di cartone e poggiate le orecchiette.  
Procedete così fino ad esaurimento dell’impasto.*





Preparate le cime di rapa.
 Mettete in una pentola capiente l’acqua, salatela leggermente e portate a bollore.
Nel frattempo in una padella abbastanza grande mette l’aglio a soffriggere nell’olio d’oliva extra vergine con il pepe, il peperoncino e l’acciuga.
Versate le cime di rapa, pulite e mondate appena l’acqua bolle  e fatele cuocere un paio di minuti. Tiratele fuori con una ramina (conservando l’acqua di cottura perché è lì che cuocerete le orecchiette) e mettetele subito nella padella con l’aglio e olio e mescolate e a fiamma vivace.
Versate nel frattempo nell’acqua bollente le orecchiette, quando iniziano a venire a galla scolatele e aggiungetele  nella padella con le cime di rapa, mescolate bene e servite subito calde!!
*Se volete potete mettere i vassoi nel freezer, e dopo 30 minuti conservare le orecchiette congelate in un sacchetto per alimenti  e cuocerle quando vi servono senza scongelarle.


English version
 
When I was 40 days old my family moved to Puglia a southern Italian region. I spent all my childhood there and it was great.
I will always remember our friends, that are almost as my relatives, all the Sundays and Holidays spent together, the blu sea and my rides in the country by bike!
One of the best thing over there is food of course..my “culinary imprinting” was born there.. with focacce, taralli, great vegetables, mozzarella cheese, traditional desserts and above all “orecchiette” pasta. Only handmade, only homemade… but nobody tought me how to make them…I teach bymyself!!
So today for Italian food calendar is  the National Day of orecchiette with turnip green and trust me they are delcious!

Enjoy yor day ..and make orecchiette!!!


ORECCHIETTE WITH TURNIP GREEN
For 2 people
7 oz  of durum wheat semolina flour (200 grams)
1/3  cup  of water

1 lb of turnip greens washed and cleaned
2 Tbsp  extra virgin olive oil
1 small piece of red dried chilly pepper
salt
pepper
2 cloves garlic
1 anchovy

Create a well with the flour on a wooden cutting board, and start pouring water  in the center and mix; not necessarily you have to use all the water, as you may need to add a little flour. Knead the dough .
You'll have to get a soft dough but not sticky.
Take a piece of dough (cover the rest with a bowl, to avoid drying), and make a stick and cut it into small pieces with a knife. Make small balls  with each small piece of dough and then with the rounded tip knife press it and turn over with your finger tip. Sprinkle with semolina flour of cardboard trays and place the orecchiette.
Do this until all the dough is finished. *

Prepare the turnip green “sauce”.
Put in a large pot water and salt it lightly and bring to a boil.
Meanwhile in a large skillet fry  the garlic in extra virgin olive  oil with pepper, chilli and anchovy.
Pour turnip green  and cook a few minutes. Pour them in the skillet  on high heat 2-3 minutes, but keep the cooking water to cook the orecchiette pasta. When orecchiette start to come to the surface, drain and add to the pan with the broccoli, stir well and serve immediately hot !!
* If you want you can put the trays in the freezer, and after 30 minutes you can  store  the frozen pasta in a zip lock and cook them when you need them without thawing.

6 commenti:

  1. Piatto semplice, al contempo meraviglioso e, per me, difficilissimo da fare! Non posso, unitamente a Magali, dire "Chapeau!"

    RispondiElimina
  2. Le hai fatte tu! :D E brava! Forse stasera faccio le fettuccine con l'ortica e mi sembra che tu le avessi pubblicate quando avevamo fatto la sfida a colpi di fettuccine :D Ora vado a cercarle. Ma prima passo a vedere cosa hai fatto con il miele. Ciao :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. allora per le tagliatelle alle ortiche basta che sulla ricerca scrivi "tagliatelle alle ortiche " e ti esce...baci

      Elimina
  3. Fare la pasta in casa è un'arte! Le tue orecchiette sono uscite molto bene! Brava!

    RispondiElimina
  4. Bellissimo! Le orecchiette con i friarielli è uno dei piatti più grandi e più caratteristici del mondo intero. Grazie per il post!

    RispondiElimina
  5. Già di per se è stupenda la ricetta, ma pensare poi che le orecchiette le hai preparare con le tue manine guadagna ancora più punti!!!

    RispondiElimina