mercoledì 23 marzo 2011

TARALLI 4EVER


                                                             Scroll down for English version
Oggi prendo due piccioni con una fava, anzi tre ..un po’ come lunedì, oggi  la mia amica (st)renna Stefania ha pubblicato la sua prima ricetta cioccolatosa e ieri  i miei due amici (st)renne Annalù e Fabio hanno pubblicato una ricetta golosissima per il nostro rinnUovo…  e io ne approfitto per postarvi la ricetta dei taralli che faccio sempre e che a me piace tantissimo, perché è proprio uguale ai taralli che mangiavo in Puglia da bambina….. secondo me i taralli in un cestino da picnic che si rispetti DEVONO esserci!!! Tra l’altro ne preparerò un bel po’ in previsione delle vacanze estive….si sa mai ho fame e il cibo del posto non dovesse essere di mio gradimento!!!
Questa ricetta ce l’ho dal 27 ottobre 1982, perché ne sono così sicura?? Perché possiedo ancora la lettera con la busta timbrata che mi inviò quando eravamo poco più che bambine  una carissima amica , Ketty, figlia di due persone che per me rappresentano gli zii veri, quelli che organizzavano i viaggi con i miei genitori, le scampagnate, le vigilie di Natale…e con cui ho passato la maggior parte delle domeniche di tutta la mia bellissima infanzia, mentre passavo interi pomeriggi fino a sera a giocare con le Barbie con Ketty ..a litigare con i nostri fratelli, i maschi…mentre loro, i grandi, stavano nel “tinello” a chiacchierare dopo pranzo, a giocare a carte….. davanti al caminetto!!! Questi taralli li dedico a loro… alle nostre giornate in campagna, alle nostre risate in Austria, alle serate d’estate, ai bagni al mare,alle passeggiate a cavallo, alle mega scorpacciate di pasta, pomodoro e cacioricotta, di mozzarelle….. ad una cena alla “vecchia Lanterna” vicino al Vesuvio….e ad un’esilarante notte passata all’albergo “Buon vivere” di Riola Terme….quante bellissime risate, quanti memorabili ricordi….e quanti cestini da riempire!!



TARALLI DI CONVERSANO
200 gr olio EVO (io ovviamente uso olio Pugliese)
1 kg farina 00
1 cucchiaio scarso di sale fino
300 gr circa di vino bianco

Impastate bene tutti  gli ingredienti fino ad ottenere un impasto bello liscio (aggiungete il vino mano mano che impastate, dipende dall’umidità della farina..io però di solito lo uso tutto). Mettete una pentola grande con abbondante acqua non salata a bollire. Formate i taralli e versateli nell’acqua bollente un po’ alla volta, scolateli man mano che vengono a galla e stendeteli su un telo di cotone, dopo un’oretta girateli e lasciarli così tutta la notte (io per questo li preparo nel tardo pomeriggio). Il giorno successivo infornateli a forno preriscaldato a 200°C per i primi 10 minuti, poi abbassate il forno a 160° C e lasciate cuocere circa un’ora (questo dipende da quanto sono spessi, a me piacciono ciccioni… e quindi regolatevi con il colore di quelli nelle foto!).

Aspettate che siano freddi per mangiarli , così saranno belli croccanti. Inutile dire che uno tira l’altro..e io li adoro senza nessun accompagnamento! Si conservano bene in un sacchetto per alimenti ben chiuso anche una settimana, ma non arrivano mai a durare più di due giorni!!!



English version
When I was a child I spent some years in Puglia , that’s a southern Italian region, beautiful sea, nice towns and wonderful food. A friend of mine sent me taralli recipe when I was living in Bologna, I still remember when I received that recipe, it was the 27th October 1982… I still get the letter with stamp!!!
Those years in Puglia gave me the best and happiest childhood a girl could desire! My family and Ketty’s one were always together, on Xmas’ Eve, during holidays, the most of our Sundays were together, while we were playing with our Barbies , our parents just relaxed in the sitting or dining room….I dedicate this recipe to these dear friends and to all our horse trips, picnic in the countryside or in the seaside, dinners, lunches, travels…..I really won’t forget them, because these are the most beautiful memories of a special slice of my life!!! And of course we’re still friends!!

With this recipe I would also like to join to my “reindeers” friends Annalù and Fabio’s contest about “what to put in the picnic basket”…I think taralli MUST BE in a picnic basket….well probably I’m going to cook a lot of them even before our summer holyday flight…. !!!



TARALLI

200 gr oil EVO (I obviously use oil from Puglia)
1 kg all purpose flour
1 tablespoon salt
About 300 grams of white wine

Mix all ingredients until the dough is nice and smooth (add the wine while  kneading, the right dose  depends on the humidity of flour.. but I usually use it all). Put a large pot with plenty of unsalted water to boil. Form the taralli and pour in boiling water a bit 'at a time, drain, as they are to the surface of a cotton cloth, turn them after an hour and leave them overnight (I usually prepare taralli late in the afternoon ). The next day, bake taralli in preheated oven at 400°F for the first 10 minutes, then lower the oven to 325°F and cook about an hour (this depends on how thick you form taralli, I like them “fat guys” ... anyway they are ready when the color is live the one in the pics!).




46 commenti:

  1. ma che belli mi piacciono tantissimo i tarallini

    RispondiElimina
  2. Mi hai convinta!!!! li faccio :))
    bravissima...
    ciaoooo ^_^

    RispondiElimina
  3. Ahhhh buoni i taralli!!!
    Il problema è risucire a fermarsi mentre li si mangia!!!! hihih

    Ciao
    Ceci

    RispondiElimina
  4. ma che meraviglia, io adoro i taralli!! non sapevo si potessero fare in casa... e ci metterò sopra semi di finocchio. grazie mille, un bacione

    RispondiElimina
  5. Hai proprio ragione, in un cestino da pic nic i taralli non possono mancare ;)

    RispondiElimina
  6. Che buoni! Mi piacciono da matti e non li faccio da anni!!!!

    Grazie per avermeli ricordati.

    ciao
    Alessandra

    RispondiElimina
  7. Ps

    il tuo cestino da picnic e' identico al mio... l'hanno anche messo sulla copertina di un libro a cui ho collaborato che s'intitola picnic (vedi in fondo al io blog, c'e' una foto).

    RispondiElimina
  8. Insomma tesò potremmo chiamarli anche i taralli dei ricordi...sono divini io adoro sgranocchiare queste sfizioserie se poi in un magico picnic meglio ancora!!!bacioni imma

    RispondiElimina
  9. Ah, ma non e' il tuo... e' del banner.... lol!!!!!

    RispondiElimina
  10. Adorioamo i taralli ...
    un bacione dai viaggiatori golosi ...

    RispondiElimina
  11. Quanto sono buoni e quanto mi piace sgranocchiare taralli, prendo la ricetta per rifarli!!!A presto bacioni!!!

    RispondiElimina
  12. Mi tantissimo averli in cucina a portata di mano ...ciao :)

    RispondiElimina
  13. uhhhh che belli flavia, e chissà che buoni in bocca al lupo per questa sfida, io ci sto pensando
    p.s. la puntata la faranno il primo giovedi di aprile credo ma qualche giorno prima vi avviso con un post
    ^_- smak

    RispondiElimina
  14. nono non possono proprio mancare !!! Buonissimi !!!!

    RispondiElimina
  15. wow..copio anche questa!
    i taralli mi piacciono tantissimo.. al negozio in cui lavoro ne vendiamo di mille gusti..e io..li ho assaggiati praticamente tutti.
    più volte ho pensato di farli homemade ma poi tra una cosa e l'altra ho sempre rimandata.
    questa ricetta me la scrivo, così..appena posso me li preparo..ohoho *______________*

    RispondiElimina
  16. Flavia, questi tarallini sono bellissimi e..nel cestino non potevano assolutamente mancare ;-P...grazie;-)
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina
  17. vedere queste cose a pranzo proprio non si può.. dove li recupero dei taralli così buoni??!!! li adoro, sono un perfetto snack ed anche un gustoso accompagnamento per pranzo e cena. Mi stampo immediatamente la ricetta! bacio

    RispondiElimina
  18. I love buying these..You are so talented! The memories are nice too!

    RispondiElimina
  19. Mi astengo dall'approfondire cio che può essere successo quella notte all'hotel "buon vivere"- ma ovviamente pretendo un cesto pieno di taralli, per tenere a freno le mie domande ;-)
    chissà perchè, li aspettavo a forma di cuore..:-P
    ciaoooo
    ale

    RispondiElimina
  20. Cosa vedono i mie occhietti, i fantastici taralli. Tanto li adoro che stò pensando di farmi una bella collana e portarmeli sempre appresso e in caso di fame improvvisa.... crunck :)

    RispondiElimina
  21. E ora mi tocca farli assolutamente gluten free!!!... però qui si concorre slealmente, ora pure le amiche d'infanzia!!! ;)

    RispondiElimina
  22. Hello from Frog Hollow Farm! I love taralli - especially the savory ones with flavors like rosemary or black pepper. This recipe sounds like even I could do it! Thanks for sharing...xxxooo

    RispondiElimina
  23. io sono una tarallomane, prima o poi dovrò provare a farli, saranno mica così difficili? ;)

    RispondiElimina
  24. credo proprio anche io che i taralli sono immancabili nel cestino da pic nic. che voglia mi hai fatto venire. smaaackkk

    RispondiElimina
  25. anche io li adoro!! potrei provare a farli entro questo week end, che ho la cresima di Anna, ma so già che non ce la farò.... poco male, la prossima settimana ci provo!!! Un bacione e a presto!

    RispondiElimina
  26. I taralli sono in assoluto la cosa più richiesta dagli amici ogni volta che rientro in città dalla mia amata Puglia....e anch'io li preparo in questo modo( a parte il riposo che non riesco proprio a fargli fare....)comunque la cosa in assoluto più buona e goduriosa per quanto mi riguarda è tornare a casa dopo una giornata di mare e mangiare taralli accompagnati da una birra ghiacciata..!!Che altro dire? Brava!!

    RispondiElimina
  27. Mamma mia che belli.....verrebbe la voglia di allungare la mano......ma siccome non possiamo abbiamo già provveduto a stampare la ricetta, complimenti!
    Baci

    RispondiElimina
  28. Ciao cara, tutto bene? Favolosi i taralli, qualche tempo fa volevamoprovare a farli, ma poi abbiamo desistito ci sembravano una "menata" mai tuoi li proveremo sicuramente! A presto!

    RispondiElimina
  29. uno tira l'alro!!non li ho mai fatti ma non sembrano difficili credo pero' ci voglia molta pazienza...intanto te ne rubo un paio...baci

    RispondiElimina
  30. Uhmmmmmmmm.......ma sono proprio bellissimi.....e chissa' quanto buoni!!!!! Complimentoniiiiiiiiiiiii! :-)

    RispondiElimina
  31. Oh i have tasted store brought actually...have always loved, we have something similar in india, this seems more simpler :)

    RispondiElimina
  32. buonissimi i taralli!! io ho tentato solo una volta ma...diciamo che non sono venuti proprio benissimo....=) ci riproverò prima o poi! i tuoi sono carinissimi!! baci!

    RispondiElimina
  33. Ricetta appuntata! Sono una di quelle cose che pensavo fossero troppo difficili da fare in casa, non vedo l'ora di provarli.
    Baci Liz

    RispondiElimina
  34. sono perfetti per un picnic e non solo per quello! bravissima

    RispondiElimina
  35. Che buoni!!!!!!!!! Non gli ho mai fatti...ma potrei provare!!!!! I tuoi sono spettacolari!!!!
    Un bacione!!!!!!!!

    RispondiElimina
  36. Lacrimuccia per questa ricetta
    da me che sono Pugliese
    che sono amante dei Taralli
    e che sono nata nell'ottobre dell'82|||
    :O

    RispondiElimina
  37. Wonderful recipe! I love taralli made with fennel seeds in them.

    Thanks so much for your congratulations, Eifla! We are all so relieved, happy and excited. There is nothing as joyful as the arrival of a new baby!

    Hugs, Pat

    RispondiElimina
  38. ciao, passa a trovarmi sul mio blog c'è un regalo per te

    RispondiElimina
  39. A me i taralli fanno venire in mente gli intervalli alle superiori! Ce ne mangiavamo a non finire! =)

    RispondiElimina
  40. buoni i taralli. sono asolutamente d'accordo con te: non possono e non devono mancare in un cesto da pic nic

    RispondiElimina
  41. Non avrei mai pensato che prima dovessero essere bolliti, siccome io li adoro, li copio subito, che buoni!
    Brava!

    RispondiElimina
  42. questi taralli deliziosi potrebbero essere la mia rovina.. uno tira l’altro.. la mia volontà sarebbe nulla.. un bacio

    RispondiElimina
  43. Questa me la salvo e la provo, adesso più che mai!!!!

    RispondiElimina