domenica 24 aprile 2016

BISCOTTI DI FROLLA CLASSICA DI LEONARDO DI CARLO AL PROFUMO DI ARANCIA E GLASSA ALLE MANDORLE




                 Scroll down for English version
 
La frolla classica, quante volte l’abbiamo fatta, quante crostate , biscotti & co. hanno preso parte alle nostre festicciole, ai tè con le amiche, ma quante volte ci siamo fermati a pensare quanto seria fosse la preparazione di una frolla classica???
Ecco se non lo aveste già fatto approfittate dell’MTChallenge n.56 e della sfida che Dani e Juri ci hanno lanciato in questo mese di Aprile 2016 per imparare e capire le "differenze".
Dani è anche la creatrice delle infografiche più belle del mondo web, e che abbiamo SOLO noi  all'MTC:


Domani finisce questa bellissima sfida, e non so se riuscirò a proporre la seconda ricetta che deve essere senza latticini e lattosio presenti, ma spero di farcela senza promettere nulla però!
La mia sfida questa volta resta fondamentalmente quella di base di Leonardo Di Carlo che in nostri Acqua e Menta ci hanno regalato, perché come spesso avviene nella mia cucina la prima volta che mi accingo ad una nuova ricetta la devo eseguire diciamo alla “lettera”, avrei potuto aggiungere qualche goccia di estratto di Pandan, preso a Singapore il mese scorso, oppure usare l’acqua di fiori di arancio del Marocco e senza andare lontano avrei anche potuto approfittare della farina di pistacchi di Bronte che non manca mai nel mio frigo, ma ho preferito conoscere la ricetta e magari giocare solo con una semplicissima glassa, che altro non è che quella che ho usato per la Colomba Pasquale….
Una nota: questa pasta frolla è indicatissima per i biscotti, da fare in ambienti caldi, ma per evitare che in cottura si allargassero visto che quando li ho preparati qui avevamo temperature estive, ho comunque preferito fare dei passaggi in freezer prima di infornare.

Lo so non ho fatto nulla di così speciale, ma questi biscotti a me ricordano il sole e mi hanno resa felice, penso ad una colazione in un giorno di pioggia con questi biscotti e credo che si… regalano un raggio sole, come la frase del cuscino che fa da sfondo alle foto, reglao di una cara amica, Patrizia!
Con questa semplicissima, basilare, ma tanto profumata ricetta partecipo all’MTChallenge n.56


BISCOTTI DI FROLLA ALL’ARANCIA CON GLASSA DI MANDORLE (ricetta base  Di Carlo)

Ingredienti:
250 g di farina
125 g di burro (82% di materia grassa)
2,5 g di sale fino ( 1 cucchiaino raso)
Semi di mezzo baccello di vaniglia
Buccia grattugiata di 1 arancia grande
125 g di zucchero a velo
42,5 g di uova intere (un uovo piccolo)

Preparazione

Mescolate, a mano o con la planetaria con la foglia (io ho usato il KitchenAid), la materia grassa (il burro) con il sale, i semi di vaniglia e la buccia dell’arancia. Unite lo zucchero e le uova e lavorate il tutto fino a completo assorbimento. Unite la farina setacciata e lavorate fino a ottenere un impasto omogeneo.
Massari dice di disporre la pasta in un contenitore, coprire con pellicola e conservare in frigorifero per 10-12 ore per stabilizzare la pasta prima dell’utilizzo. (Io ho chiuso l’impasto in pellicola trasparente per alimenti e riposto in frigo un giorno intero; la frolla potrà rimanere così in frigo fino a 2-3 giorni, oppure potete metterla in freezer anche per un paio di settimane, basterà scongelarla un giorno intero in frigo).
Il burro deve essere incorporato nell’impasto a 10-14°C, temperatura che gli permette una corretta amalgama. Un burro troppo freddo (i canonici 4°C del frigorifero) ha difficoltà a incorporare uniformemente i liquidi e tende a separarsene. (Io ho usato un burro a temperatura ambiente da circa 30 minuti).

Per la glassa alle mandorle
40 g di farina di mandorle
70 g di zucchero
40 g di albumi
8 g di fecola di patate
½ mandorla amara schiacciata al mortaio
Mescolate  il tutto senza montare e conservate chiuso in un contenitore ermetico  in frigo fino all’utilizzo.

Per decorare i biscotti
Zucchero a velo
Mandorle in scaglie



Prendete la frolla all’arancia dal frigo e stendetela su un piano di lavoro leggermente infarinato, meglio se di marmo, ad uno spessore di 1 cm.
Con il taglia pasta scelto tagliate i biscotti e posizionateli su una teglia rivestita di carta forno.
Mettete la teglia per 10 minuti nel freezer, e se non avete spazio, allora tenetela 30 minuti in frigo.
Preriscaldate in forno a 180°C.
Nel frattempo mettete la glassa in una sac à poche, ritagliate la punta e decorate i biscotti come preferite, rifinite il decoro con le scaglie di mandorle e spolverate dello zucchero a velo.


Mettete nuovamente in freezer 5-10 minuti.
Abbassate la temperatura del forno a 170°C ed infornate per circa 20-22 minuti, o fino a quando prenderanno colore.
Conservateli in una scatola di latta o dentro un contenitore a chiusura ermetica.



English verion


 
ORANGE COOKIES WITH ALMONDs  GLAZE

ingredients:
2 cups all purpose flour
1 stick of butter (82% fat) (at room temperature for 30 minutes)
1 tsp salt
Seeds of half a vanilla pod
Grated zest of 1 large orange
1 cup of powdered sugar
1 small egg

Mix by hand or with the KitchenAid (using the “K” attachement) butter with the salt, vanilla seeds and orange zest Add sugar and egg and work it until everything is completely absorbed. Add the sifted flour and work till getting a homogeneous mixture.
Cover with plastic wrap and refrigerate for 10-12 hours to stabilize the dough  before using. (I closed the dough in cling film and put in the fridge all day; you can also keep it in the refrigerator up to 2-3 days, or you can freeze it for a couple of weeks, just thaw it one whole  day in the fridge).

For almond glaze
1 ½ oz of almond flour
2 ½ oz of sugar
1 ½ oz  of egg whites
1 ½ tsp of potato starch
½ bitter almond crushed in a mortar (important for a good almond flavor)
Mix everything and keep closed in an airtight container in the refrigerator until use.

To decorate cookies
Icing sugar
Almonds flakes

Roll out  the dough on a lightly floured work surface, preferably marble, to a thickness of 1 cm.
With the cutter chosen cut cookies and place them on a baking sheet lined with parchment paper.
Put the pan in the freezer for 10 minutes.
Preheat oven to 350°F.
Meanwhile, put the frosting in a pastry bag, cut the tip and decorate cookies as you like, finish the decoration with almond flakes and sprinkle icing sugar.
Put back in freezer 5-10 minutes.
Low the oven temperature to 340°F and bake for about 20-22 minutes, or until golden brown.
Keep them in a tin box or in an airtight container.

14 commenti:

  1. Non hai fatto niente di speciale?? Invece sì. Hai fatto vedere come si fa un biscotto di frolla, senza lasciarti tentare da quei gastriofighettismi immangiabili. Qui si impara dalle basi e tu hai dimostrato di essere fra le prime della classe!

    RispondiElimina
  2. Complimenti, semplici e non troppo zuccherosi, brava!

    RispondiElimina
  3. Se per nulla di speciale intendi: mi hai regalato il sole in una domenica uggiosa, allora sì... penso che il "niente di speciale" sia lo stesso che intendo io. Grazie mille Baker!!!

    P.S. Forse e dico forse, a giugno verrò un fine settimana a Catania. Forse eh!! :)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devi assolutamente esserci tranne che nel weekend del 12 però.....tinpreeeego

      Elimina
  4. Buoni, buoni, buonissimi :))) !!!
    Quella glassa non me la perderò per nulla al mondo...di sicuro le troveremo uno spazietto ;)

    RispondiElimina
  5. a me sembra perfetto e davvero speciale... quella glassa con le mandorle mi ispira da matti e la forma è super azzeccata! grandissima...sempre!

    RispondiElimina
  6. Super super super! Che voglia...di prepararli. Grazie

    RispondiElimina
  7. Non poteva che essere una creazione perfetta...mi sembrano davvero golosi e la forma è davvero particolare...mi sa che mi metterò a cercarla!!!

    RispondiElimina
  8. Che meraviglia questi biscotti! La glassa prima della cottura, è una genialata!

    RispondiElimina
  9. Belli Flavia. Delicati e ben abbinati i sapori. La glassa di mandorle usata per creare insieme alle lamelle un sole. Azzeccatissima l'esecuzione e a forma che hai realizzato.

    RispondiElimina
  10. Il piacere della semplicità... questi biscotti sono splendidi, il rigonfiamento sulla corolla è da veri fuori classe, così come sono un tocco di finezza le mandorle a scaglie sui petali... La ricetta della glassa te la copio ALL'ISTANTE, non appena la provo ti faccio sapere.
    Bravissima la mia mitica Flavia :)

    RispondiElimina
  11. quante volte l'abbiamo fatta? un milione
    quante volte bella come la tua? neanche una
    di solito c'è sempre da imparare all'MTC. ma in casi come questo, c'è solo da ammirare... incredibile, flavia,, incredibile.

    RispondiElimina