domenica 3 aprile 2016

LA TORTA MARGHERITA "leggera" DI IGINIO MASSARI



Oggi  Sara Fumagalli  è l'ambasciatrice della Giornata nazionale della Torta Margherita per il calendario del cibo Italiano di AIFB.
Io vi propongo quello che il maestro Iginio Massari nel suo primo volume di "Non solo zucchero" chiama Pasta Margherita leggera, che lui stesso inserisce tra i Pan di Spagna. Quindi la ricetta che segue non ha lievito, anche se il maestro stesso consiglia per ottenere una torta più leggera di aggiungere 5 grammi di lievito per dolci, unendolo alle farine setacciandolo due volte. In tutto questo io ho aggiungot anche i semini di  1/2 baccello di vaniglia.
In realtà sembra che in tempi passati la torta Margherita fosse davvero un Pan di Spagna vero e proprio senza  burro, ma che in seguito  si sia fatta questa "variazione" proprio per ottenere un risultato più morbido e scioglievole.
Questo dolce semplicissimo era il dolce che da bambini spesso avevamo per merenda e mi riporta davvero a quei pomeriggi dopo i compiti, quando oltre al piacere di aver finalmente il tempo per giocare, ci gustavamo qualcosa di preparato in casa solo per noi!
Oggi è domenica, ho tante cose in programma quindi vi lascio al post che Sara ha scritto per noi sul sito di AIFB.

BUONA DOMENICA A TUTTI

Con questa ricetta partecipo alla Giornata Nazionale della Torta  Margherita per il Calendario del cibo Italiano




TORTA MARGHERITA di Iginio Massari (da "Non solo zucchero" n.1)

165 g di zucchero
125 g di uova (2/3  uova circa  )
100 g di tuorli (4/5 tuorli circa)
150 g di farina bianca debole (00)
150 g di fecola di patate
5 g di lievito in polvere*
semini di 1/2 baccello di vaniglia (mia aggiunta)
Scorza di 1 di limone grattugiata g100 di Burro fuso
Zucchero a velo per decorare



Scaldare a bagnomaria in una ciotola capiente uova, tuorli, zucchero, e scorza di limone mescolando con un frustino in continuazione a 50°C.
Montare con una frusta a filo fine finchè la massa non si abbasserà sui 28-30°C.
Amalgamate alla massa montata, usando una spatola (marisa)  il  burro fuso mescolando con estrema delicatezza, quindi incorporate le farine setacciate con un cucchiaio a spatola finchè il composto risulterà spatolabile. Versate in stampi o teglie unti ed infarinati riempendoli per circa ¾ dell’altezza.

Cuocete  in forno preriscaldato) a 190/200 °C  con valvola aperta per 22/24 minuti.

NOTE: per ottenere un miglior risultato quando si aggiunge il burro fuso, conviene fare prima  
Una “preamalgama”, mettendo in una piccola ciotola il 5% della massa montata e prelevando dagli ingredienti pari peso di farina bianca ed incorporate, aggiungete il burro, mescolate uniformemente ed aggiungete amalgamando al resto della massa .
Con questo metodo diventa tutto più facile e il “Pan di Spagna” si smonta al minimo.
*io l'ho messo

2 commenti:

  1. La torta margherita mi piace proprio tanto! Anch'io ho letto diverse versioni ma sono sempre tutte ben riuscite!

    Buona domenica
    Angie

    RispondiElimina
  2. Sembra davvero leggerissima! Pensa che per me invece questa giornata è stata l'occasione per fare la torta margherita per la prima volta...mai mangiata prima!! E se tu ti sei affidata a Massari, io mi sono rivolta a Di Carlo...due colonne portanti della pasticceria, per andare sul sicuro! :-D

    RispondiElimina