giovedì 18 aprile 2019

CARAMELLE MOU


Penso a quando moltissimi di noi aprirono i loro blog , circa 9-10 anni fa, penso a quando ci si andava a trovare e a commentare ricette e consigli... poi Facebook ha preso il sopravvento e poi Instagram, e poi piano piano i commenti ai blog sono diventati pari allo zero, e molti blog li abbiamo persi per strada. Erano bei tempi quelli, si "entrava" in un blog come quando si passava per un caffè o un tè dalla vicina, dopo aver fatto la spesa o dopo pranzo e ci si faceva due chiacchiere. Tutto ormai un ricordo, e lo dico con nostalgia, anche perchè son passati gli anni, il tempo è volato e di alcuni non si hanno più notizie poichè hanno abbandonato i loro blog così, senza più dare notizie. 


Girando un po' tra chi ha lasciato nell'etere le sue ricette, ho trovato la ricetta delle Caramelle Mou, identiche a quelle che mi regalava il signor Ramunni, detto "U Gatt", quando al barettino del Cinema Norba andavamo a comprare una bibita o dei pop corn prima di entrare in sala. Andare al Cinema nei weekend era un evento per noi bambini, sale cinematografiche dove era permesso fumare e praticamente si vedevano i film con "la nebbia" e nonostante fossimo a Sud e in Primavera inoltrata  sembrava di essere in pianura Padana a Novembre!
Quelle caramelline quadrate chiuse in quella cartina gialla con la scritta rossa, mi ricorderanno per sempre la magia del Cinema di quando ero bambina.

foto presa da Pinterest 

Avendo della panna fresca in scadenza e avendo trovato la ricetta, non potevo non provare a farle.
Sono esattamente loro, quelle che si sciolgono in bocca, o che se non si è pazienti si attaccano ai denti ... e sono ritornata indietro nel tempo quando mi sedevo su quelle poltroncine di velluto e iniziava la magia!



CARAMELLE MOU (di Jajo)

250 ml panna fresca
250 g di zucchero
30 g di burro
60 g di miele


Versate tutti gli ingredienti in un pentolino dal fondo spesso. Mescolate continuamente, lentamente, in mondo da far sciogliere bene tutti gli ingredienti e portate a bollore,  fino alla temperatura di 121°C prendendo il caratteristico colore del caramello mou (se non avete il termometro da cucina prelevate con un cucchiaino una po' di composto e fatene cadere una goccia in una bacinella con acqua molto fredda, in cui avrete messo anche qualche cubetto di ghiaccio. Se la goccia diventa una pallina che rimane solida tra le dita, la così detta "media bolla", il mou è pronto), ci vorrà una buona mezz'ora e qualcosa di più.


Colate il composto in stampini per cioccolatini (io ho usato quelli in silicone della Silikomart) o in una teglia ricoperta di carta forno ed lasciate raffreddare minimo un paio d’ore,  prima di sformare le caramelle.
Il numero di caramelle dipende se usate gli stampini da cioccolatini e la forma,  me ne sono venute una quarantina.
Se utilizzate la teglia tagliate le caramelle a cubetti con un coltello dalla lama liscia appena imburrato o unto. Si conservano in una scatolina di latta tra strati di carta forno.


Enjoyyy your Easter!

2 commenti:

  1. Sono assolutamente d’accordo con te, anch’io ho visto in questi ultimi anni un declino pazzesco nel blog( tutti che lo abbandonano è un gran peccato mi dispiace molto. queste caramelle sono veramente nostalgiche 😘 buona Pasqua !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si dispiace e mette tristezza... perchè mi rendo conto di come si stia facendo di tutto per far passare tutto e il tempo in maniera troppo veloce, quando invece ci dovremmo godere ed assaporare tutto più lentamente

      Elimina



Utilizzando questo form, e lasciando un commento a questo post, si acconsente al trattamento e all'archiviazione dei propri dati personali da parte degli autori di questo sito. Vedere anche "privacy Policy" in alto nelle pagine