domenica 15 maggio 2016

PASTE DI MANDORLA-Biscotti di mandorla




                Scroll down for English version
 
Qui in Sicilia, come avrete avuto modo di capire le mandorle la fanno da padrone, soprattutto nei dolci. 
E vi ricordo che questa che sta per finire è proprio la settimana della mandorla per il calendario di AIFB.
Ciò che spesso non è chiarissimo è che qui in Sicilia per pasta di mandorle si dà nome a varie preparazioni, come la pasta reale o Marzapane, o come la pasta di mandorla per fare granite e latte, o come i biscotti cotti al forno, quelli che fanno foggia di sé in tutte le pasticcerie e bar di questa isola meravigliosa.
I biscotti di mandorla, o paste di mandorle al plurale, sono una delle preparazioni più conosciute e soprattutto più esportate dalla Sicilia, perché sono buonissime, ma anche perché facilmente trasportabili e di lunga durata, facendo parte della categoria della pasticceria secca.
La mia ricetta, facile, semplice e profumata di Trinacria è già stata pubblicata qui sul mio blog, ma ve la ripropongo in occasione della giornata nazionale delle Paste di mandorla per il calendario del cibo Italianodi AIFB. Nostra ambasciatrice di oggi è la bravissima Lidia Mattiazzi, la nostra amica con intolleranza al glutine,  quindi mai ambasciatrice fu più indicata, poichè è da non sottovalutare il fatto che questi biscotti di mandorle sono assolutamente senza glutine e quindi indicatissimi anche per chi soffre di celiachia.

BISCOTTI DI MANDORLA

280 g di mandorle pelate
1 mandorla amara
250 g di zucchero semolato
½ cucchiaino di estratto di vaniglia
80 g di albumi (circa 3 di uova medie)
Zucchero a velo

Ridurre le mandorle in farina* insieme allo zucchero semolato (in questo caso serve un ottimo robot da cucina con lame in acciaio, il Bimby è perfetto per questa operazione).
Versate il mix di mandorle e zucchero in una ciotola, aggiungete l’estratto di vaniglia e gli albumi un po’ alla volta mescolando bene. Amalgamate tutto e poi fate riposare in frigo circa mezz’ora.
Preriscaldate il forno a 180°C.
Su una spianatoia o tagliere date una bella spolverata di zucchero a velo utilizzando un setaccio, per evitare grumi; prelevate un pezzo di impasto, formate un lungo cilindro di circa 2 centimetri di diametro a poi tagliate in tanti pezzi lunghi circa 8 cm e formate delle “S”. Poggiate man mano i biscotti su una leccarda rivestita di carta forno. Infornate per circa 10 minuti, o fino a quando vedrete che i biscotti avranno cominciato a dorare.
Fate raffreddare e spolverate altro zucchero a velo. Conservate su un vassoio chiusi con pellicola trasparente per alimenti fino a un paio di settimane.

*Si può usare la farina di mandorla già fatta, ma secondo me non contiene più quegli olii che le mandorle hanno appena tritate, la farina la sento meno umida.

English version
 
Today is the “almond biscotti” national day in Italy, and I post a gain the recipe i use to make these delicoius Sicilian cookies.
Enjoy your Sunday!


ALMOND COOKIES
1 ¾ cup blanched almonds
1 bitter almond
1 1/5 cup  of caster sugar
½ tspvanilla extract
3 egg whites (medium eggs)
Powdered sugar

Reduce the almond flour * with caster sugar.
Pour the mixture of almonds and sugar in a bowl, add vanilla extract and egg whites .Mix everything  very well and then letthe dough rest in the fridge for almost 1 hour..
Preheat oven to 350°F.
On a work surface or cutting board dust some icing sugar using a sieve to avoid lumps , form a cylinder of dough (1 inche diametere) and cut  3.5 inches lenght pieces, shape an “S” . Lay the cookies on a baking tray lined with parchment paper . Bake for about 10 minutes , or until you see the cookies have begun to light  brown .
Let cool and sprinkle more powdered sugar . These cookies keep more than 2 weeks, if covered with plastic wrap.
*You can use even almond flour, but I think it hasn’t got the same humidity o the fresh grounded almonds!

3 commenti:

  1. Flavia, grazie mille per aver partecipato nonostante tu sia gia stata impegnata con la Settimana della Mandorla. Un dolcino davvero favoloso, che però devo venire presto ad assaggiare "sul posto"! ;-)
    Un abbraccio, grazie!!
    Lidia

    RispondiElimina
  2. Bellissima anche questa versione delle pasta di mandorle, sarà il mio prossimo tantivo!

    RispondiElimina