martedì 10 maggio 2016

PASTA REALE (Marzapane)




Diciamolo una volta per tutte: per me il marzapane e la pasta reale erano e ancora sono la stessa cosa, direi anche la pasta di mandorle, ma evidentemente non è così.
In questa settimana della Mandorla per AIFB, in cui io proprio io sono ambasciatrice non potevo non “studiare” bene la cosa e quindi sono andata alla ricerca del cosa differenzi il Marzapane dalla pasta diMandorle e Pasta reale.
Oggi è la Giornata Nazionale del Marzapane per il Calendariodel cibo Italiano e come ambasciatrice c’è  Chiara Messena, che ci racconta bene tutto, ma lasciatemi dire in breve cosa può differenziare questi tre preparati di base alla mandorla.
Il Marzapane, o Pasta Reale (degna di un re) oltre alle mandorle e allo zucchero prevede la presenza dell’albume d’uovo, mentre la pasta di mandorle, viene preparata con uno sciroppo di acqua e zucchero oltre alle mandorle.
In realtà credo che siano due preparazioni, simili, oggi si utilizza anche il glucosio, ma nulla ci fa pensare che venisse usato il miele al suo posto, resta che sicuramente il glucosio regala un’elasticità incredibile all’impasto con cui potremmo preparare coperture per dolci così come la frutta Martorana, che già dal 1100 d.C. veniva prodotta nell’omonimo convento di Palermo.
Sicuramente anche questo preparato ha origini arabe così come tante altre ricette della pasticceria Siciliana, ma non ve ne è una certezza assoluta.
Sicuramente peccherò di ignoranza dicendo che sia con che senza albume, con sciroppo di zucchero, o miele o glucosio, per me si tratta della stessa cosa e che le differenze di ingredienti nella ricetta stanno più nel motivo che ci si è regolati nei secoli sulla disponibilità degli ingredienti stessi nelle varie cucine.
La ricetta che vi propongo oggi di Marzapane o Pasta Reale è quella di Fina Curcio, amica di Palermo, non ho usato acqua con aroma di mandorla, ma ho pestato la mortaio proprio un paio di mandorle amare, che sono ciò che regalerà al vostro preparato il vero ed inconfondibile profumo e sapore di mandorle.
Con questa ricetta, ma se volete un’altra variante la trovate QUI ( ed  è perfetta per un buon latte di mandorle, o per la granita), partecipo alla giornata nazionale del Marzapane per il calendario del cibo Italiano di AIFB.


PASTA REALE 

500 g di  farina di mandorle 
500 g di  zucchero a velo 
75  g di glucosio 
55 ml di acqua 
2 mandorle amare
Semi di mezzo baccello di vaniglia  

Pestate al mortaio le due mandorle amare ed unitele in una ciotola capiente alla farina di mandorle e mescolate. Aggiungete lo zucchero a velo e mescolate bene tutto, versate l'acqua e il glucosio. i semini di vaniglia  e cominciate ad amalgare usando un cucchiaio.
Poi lavorate con le mani fino a che il composto non si sarà amalgamato molto bene

2 commenti:

  1. Anche io mi chiedevo perché questi nomi diversi e avevo pensato alle diverse province, invece adesso ho capito, era necessario il tuo intervento, ;)

    RispondiElimina
  2. Grazie del chiarimento ! Allora mi sa che pure io ho preparato una pasta di mandorle anzichè un marzapane!

    RispondiElimina