lunedì 16 giugno 2014

SUSHI DI GAMBERI- PRAWNS SUSHI .... for a Japanese dinner



                     Scroll down for English  version
L’Estate scorsa di questi giorni si organizzavano le vacanze per il Giappone, di cui ancora non vi ho raccontato, ma prometto che mi impegno e vi mostrerò un po’ di foto. Quest’ anno come ormai avrete capito le vacanze saranno più casalinghe, un anno si fa un mega viaggio e uno tranquillo…. Quindi trascorreremo delle belle giornate fresche in montagna dai miei genitori, ma organizzando già le vacanze del prossimo anno…che dovrebbero essere un coast to coast in Canada ….. .
Dunque tronando alle vacanze in Giappone, che dire??? Che sono state meravigliose, intense, divertenti, interessanti, e anche una meraviglia dal punto di vista gastronomico! Io non amo e non mangio Sushi e Sashimi, perché non gradisco la consistenza del pesce crudo, ma mi credete vero se vi dico che in Giappone non si mangiano solo Sushi e Sashimi??? E che nella gastronomia Nipponica c’è un intero mondo ???
E per inciso non abbiamo mai usato nemmeno per mezzo minuto le posate occidentali, abbiamo gustato tutto solo con gli Hashi, le famose bacchette.
Un mese fa ho finalmente organizzato con un gruppo di amici la famosa “cena Giapponese”, famosa nel senso che l’aspettavano da dopo il nostro ritorno dalla Terra del Sol Levante, ma avevamo posticipato tutto al dopo trasloco in casa nuova e quindi , avendo acquistato una serie di ingredienti, in prossimità di scadenza, mi sono decisa e mi sono data allo studio della cucina Nipponica, poiché oltre agli ingredienti mi ero anche comprata una serie di libri sull’argomento e tre meravigliosi coltelli , fatti a mano nella coltelleria più antica di Kyoto e sulle cui lame hanno inciso a mano il mio nome in Giapponese !
Nonostante non mangi Sushi, nel mio menu non l’ho fatto mancare e maritozzo (che di solito non mente mai se deve criticare la mia cucina) ha detto che il riso preparato era anche più buono di quelli che aveva mangiato in Giappone!
Ecco quindi come ho preparato il mio primo Sushi di gamberi !

NIGIRI SUSHI DI GAMBERI

Per il riso
250 g di riso per Sushi ( a chicchi corti – anche un originario va bene)
Acqua fredda per lavare il riso
1 pezzo di alga da 8 cm per lato (konbu)
300 ml circa di acqua
1 cucchiaio di Sakè
1 cucchiaio di aceto di riso
1 cucchiaio di zucchero
1 cucchiaino di sale

Mettete il riso in una ciotola grande, da poterla riempire di acqua fino a coprire il riso. Mescolate il riso per circa un minuto, e vedrete che l’acqua diventerà torbida, quasi bianca. Scolate il riso e ripetete questa operazione 5-6 volte , fino a quando l’acqua non risulterà quasi pulita ( io ho anche passato il colino con il riso sotto all’acqua corrente). Scolate il riso e mettete da parte per almeno un’ora.
Con una pezzuola umida date una passata all’alga, ma senza togliere tutta la polverina bianca . Tagliatelo in 4 pezzi .
Mettete il riso in una pentola molto capiente . Aggiungete l’acqua  e il Sakè, e mettete in superficie  i quattro pezzi di alga. Cuocete a fuoco medio ed eliminate i pezzi di alga, poco prima che l’acqua inizi a bollire . Appena inizia a bollire abbassate il fuoco e coprite con un coperchio e fate cuocere per 15 minuti, o fino a quando il riso avrà assorbito tutta l’acqua. Non aprite il coperchio troppo spesso (una paio di volte per controllare sarà sufficiente).
Togliete dal fuoco e lasciate il riso nella pentola chiusa per 15 minuti. Poi usando il classico cucchiaio di legno da riso (ma va bene anche il  cucchiaio di legno che avete in cucina) e smuovete delicatamente il riso. Poggiate un canovaccio di cotone sulla pentola e chiudete con  il coperchio e lasciate assorbire l’umidità per 10 minuti. Intanto in una ciotolina (non di acciaio) mescolate lo zucchero e il sale nell’aceto di riso. Rovesciate il riso in una ciotola dai bordi bassi e larga circa 30 cm di diametro e spargete il mix di aceto sopra.
Amalgamate delicatamente il mix di aceto con le mani. Continuate per 5 minuti fino a fare raggiungere al riso la temperatura ambiente . Questo modo di raffreddare il riso è essenziale per fare avere al riso il giusto sapore e la consistenza adatta ad un Sushi.
Coprite il contenitore del riso con un panno di cotone umido . Il riso a questo punto è pronto e potete conservarlo così a temperatura ambiente fino a 4 ore. NON mettetelo in frigo perché si indurirebbe e i chicchi si seccherebbero.

Per i gamberi
12 gamberi
1 ciotolina con acqua ghiacciata
60 ml di aceto di riso
2 cucchiaini di zucchero
1 cucchiaino di pasta di Wasabi
TEZU* (  un po’ di acqua con un po’ di aceto di riso, servirà per dare la forma al riso senza che qquesto si appiccichi alle mani)

Pulite i gamberi dal guscio e dalla vena centrale , ma non toglietegli la coda. In una pentola portate a bollore dell’acqua salata e nel frattempo infilate degli spiedini di legno per la lunghezza dei gamberi(questo eviterà che durante lo sbianchimento in acqua bollente i gamberi si arriccino). Sbianchite i gamberi nel’acqua che bolle per 30 secondi e immergeteli subito nell’acqua ghiacciata.
Mescolate l’aceto di riso con lo zucchero in una ciotolina. Immergete i gamberi e lasciateli in ammollo per 5 minuti. Scolateli.
Con una coltello dalla lama tagliente e sottile incidete i gamberi in lunghezza nella parte inferiore, ma senza tagliarli a metà. Aprite i gamberi .
Inumidite le vostre mani nel TEZU* e prendete il riso con un cucchiaio e con la mano destra dategli la forma ovale. Con un dito passteci sopra un velo di pasta di Wasabi . Poggiate un gambero nel palmo della mano sinistra e poi pressategli sopra li Nigiri di riso.
Servite in un piatto da portata con accompagnamento di zenzero in salamoia e salsa di soia.


English version


Last year in this period we were planning our vacation to Japan, it was a great travel and I hope to post some pics about ita s soon as possible.
Everytime we visited a new place when we are back we organize a dinner for some friends of ours with our “last travel theme”. Last year after Summer we organized our moving to town so time passed and we decide to invite our friends for the Japanese dinner just a month ago..it was a great success, even because Japan is not only Sushi and Sashimi. Enjoy


NIGIRI SUSHI WITH PRAWNS
How to prepare basic Sushi rice
1 ¼ cup uncooked short-grain Japanese rice
3-in square piece Konbu (dried kelp)
¼ cup water
1 Tbsp Sake
1 Tbsp rice vinegar
1 Tbsp sugar
1 tsp salt
Place the rice in a large bowl or saucepan and add enough cold water to cover- Stir the rice with your fingers for 1 minute until the water becomes quite cloudy- Drain in a colander and repeat the process 4-5 times until the water is almost clear. Drain in a colander and set aside for at least 1 hour.
aside for at least 1 hour.
Wipe the Kombu with a damp cloth to remove any grit, but do not try to wipe off all the white powder. Using shissors, cut the Kombu into 4 pieces.
Place the rice in a heavy saucepan or rice cooker. Add the water and  Sake, and placet eh Kombu pieces on top. Cook over medium heat and remove the Konbu just before it reaches boiling point (otherwise the rice becomes slimy). When the both reaches a rolling boil, reduce heat to low, cover the saucepan, an simmer for about 15 minutes, or until all the liquidi s absorbed. Try not to lift the lid too many times to check this.
Remove from the heat and leave the rice to sit covered for 15 minutes. Then using a wooden spoon or a rice paddle , gently fluff up the rice. Place the kitchen towel over the saucepan and cover with the lid. Leave for 10 minutes to absorb ecess moisture. Dissolve the sugar and salt in the vinegar in a small bowl , non-metal cointainer, about 12 in accross, and sprinkle the vinegar mixture over it.
Fold the vinegar  rice gently with one hand while fanning the rice with the other. Continuing fanning and folding the rice until it reaches a room temperature, about 5 minutes. This quick  cooling processi s essential to achieve  the desired texture , consistency and flavor of Sushi rice.
Cover the container with a dump kitchen towel. The rice is now ready and can be kept   at room temperature for up to 4 hours. Do not refregerate the prepared Sushi rice as this hardens and dries the grains.

For Nigiri Sushi with prawns
12 medium prawns (peeled and devined, tails intact)
Small bowl ice water
¼ cup rice vinegar
2 tsp sugar
Small bowl of Tenzu (water with some rice vinegar , it avoids rice sticks to hands while shaping  nigiri)
2 cups cooked Sushi rice

Bring a saucepan of salted water to a boil. Insert a wooden skewer lengthwise into each prawn end to end to prevent the prawns from curling during blanching. Blanch the prawns for 30 seconds. Remove immediately and refresh in ice water.
Combine the vinegar  and sugar in a small bowl. Add the prawns and let stand for 5 minutes, then drain.
Slice a knife lengthwisenalong the underside of the prawns without cutting through.Open the prawns flat, top side up. Repeat with the remaining prawns.
To shape the rice , first moisten hands with the tezu to avoid sticking , than take 1 Tbsp of the Sushi rice in your right hand and shape to form an oval “finger” .  Dab some Wasabi paste on the rice and press over the prawns.
Arrange the Nigiri sushi on a serving platter and serve it with pickled ginger and soy sauce.



 

5 commenti:

  1. Anche io lo scorso anno sono stata in Giapppone, a Tokyo, per l'esattezza ed è stato esaltante scoprire una cultura totalmente diveersa dalla nostra, anche a livello gastronomico. Ho amato il ramen in tutte le sue forme, la cucina alla piastra, la tempura, l'okonomyaki e, ovviamente, il sushi (io adoro il pesce crudo). Ancora non mi sono comentata in ricette giapponesi ma se ne pubblichi altre vedrò di trarre ispirazione! Ciao a presto

    RispondiElimina
  2. Non sono mai stata in Giappone anche se è un posto che vorrei visitare.
    Questa ricetta è uno spettacolo,, adoro i gamberi ;)
    buon weekend

    RispondiElimina
  3. Cara Flavia, appena ho aperto la pagina del tuo blog, i miei occhi si sono incollati alla prima foto e mi è venuta una gran fame!
    Non sono mai stata in Giappone, ahimè, ma per Natale mia mamma mi ha regalato un mini corso per imparare a fare il sushi: è stata un'esperienza tanto bella quamto faticosa. Ho imparato a fare i vari tipi di sushi, e devo dirti che i più difficili per me sono proprio stati i Nigiri, perchè per quanto mi impegnassi i miei ingredienti non volevano assemblarsi bene con il riso.
    Gli chef che ci hanno fatto la lezione sono dei professionisti della catena Japs! (Mai sentita? Non fanno solo sushi, ma anche i piatti cotti della tradizione nipponica), e ci han spiegato che il sushi è diverso da parte a parte del Giappone. Noi infatti non abbiamo usato il sakè, e ci bagnavamo le mani in sola acqua fredda.
    Complimenti per la tua ricetta, poi ci posti anche il resto della cena?
    :*

    RispondiElimina
  4. Flavia, io non adoro il sushi, ma visto così.... ci potrei anche ripensare!!!!

    RispondiElimina
  5. Ma tu sei un mito! Finalmente so come preparare un sushi, e non è nemmeno troppo complicato, le tue indicazioni su come trattare il riso sono preziosissime, proverò sicuramente a farlo, tu dici che per fare i maki il procedimento di cottura del riso è lo stesso?
    Sai che qualche tempo fa ho fatto il brown sugar seguendo le tue indicazioni (ti ho anche citata in un post per lo starbook :)).
    Per quanto riguarda il tuo viaggio in Giappone, che bello deve essere stato...non so se riuscirò mai ad andarci ma è sicuramente uno di quei posti al mondo che più mi piacerebbe visitare.

    RispondiElimina