sabato 28 giugno 2014

PIADINE CON POLPETTE E CIPOLLATA DI MARSALA E MANDORLE




                                                 Scroll down foe English version

Dall’ultima piadina ho fatto una lunga sosta, ma non perché mi sia fermata in cucina, ma solo perché sono stata più pigra del solito, tra il caldo asfissiante che ci ha investiti l’ultima settimana e altre cose da finire di sistemare nella nostra casuccia nuova , …che poi pigra, pigra a scrivere sul blog..perchè in cucina ho prodotto e l’ultima versione di piadina che propongo per questo MTC n.40, con la ricetta di Tiziana (no, ma che io poi la devo conoscere di persona, o sentire al telefono, perché se anche è vero che papà in qualche inflessione il colpo di Romagnolo lo dà, non è come sentire parlare i Romagnoli…. Papà ormai ha l’accento fusion con l’Emiliano, ma immagino quanto deve essere bello sentire parlare Tiziana….quindi mia cara ti avviso….voglio il tuo numero di telefono ahahahahahah)..lo conferma.
Fusion è ormai l’accento del mio papà…e io , oltre che fusa di regola, sono molto più fusion di mio papà, avendo un nonno Romagnolo di Imola , una nonna , la mamma Emiliane come me , nonna e papà di Venezia , nonno e maritozzo Siciliani….e in più avendo vissuto in Puglia (che sento molto mia patria)…direi che non potevo che riproporre una fusione anche nella ricetta che segue. Mi sono mantenuta sempre sulla Sicilia che ormai è la terra in cui vivo … ed è così che ho pensato al Marsala, che secondo me riesce a donare alle pietanze con cui lo si unisce, un profumo inconfondibile, un po’ quello dei gelsomini in Estate proprio qui in Sicilia….un profumo riconoscibile e deciso!
Con questa ricetta partecipo all’MTC n.40


PIADINA CON POLPETTE IN CIPOLLATA CON MANDROLE  E MARSALA

Per la piadina ricetta di Tiziana di L’ombelico di Venere


250 g di farina 00
62,5  g di acqua
62,5 g di latte parzialmente scremato fresco
50 g di strutto a temperatura ambiente (quindi tiratelo fuori dal frigo almeno mezz’ora prima)
7, 5  di baking powder
5 g di sale
1 pizzico di bicarbonato di sodio
Fate intepidire leggermente (potete usare anche il microonde come fa Tiziana) il latte con l’acqua insieme.
Mettete la farina in una ciotola , e mescolate sia il baking powder che il bicarbonato di sodio e fate una fontana al centro , dove metterete lo strutto che inizierete ad amalgamare usando una forchetta. Aggiungete l'acqua e il latte. Amalgamate bene il tutto e rovesciate l’impasto su un piano di lavoro o un tagliere e lavorate per una decina di minuti, vedrete che l’impasto da appiccicoso diventerà elastico.  Mettete l'impasto in una ciotola e coprite con la pellicola per alimenti. Lasciate riposare 48 ore al fresco, visto che qui è arrivata l’Estate , mettete in frigo. Tirate fuori l’impasto 2 ore prima dell'uso. La pasta ottenuta sarà circa 400-450  grammi. Fate 4 palline , lasciatele riposare coperte da un canovaccio una ventina di minuti . Infarinate con pochissima farina  il tagliere e disponetevi una pallina d'impasto, schiacciatela con la punta delle dita, stendete la piadina con il mattarello girandola spesso in modo che rimanga rotonda. Scaldate il testo su un fornello. Se non avete nessuna di queste teglie utilizzate una padella antiaderente piuttosto larga. Cuocete pochi minuti per lato, controllate sempre alzando la piadina con una paletta. Disponete le piadine una sull'altra in modo che rimangano calde mentre le cuocete tenendole coperte con un canovaccio di cotone o di lino.


Per le polpette
200 g di carne di vitello macinata
Prezzemolo
Sale
Pepe
50 g di Pecorino grattugiato
1 cucchiaio di olio d’oliva extra vergine
1 cucchiaio di pane grattugiato

Amalgamate tutti gli ingredienti e fate riposare il composto 15-20 minuti coperto in frigo.
Formate le polpette e preparate la cipollata.

Per la cipollata al Marsala e mandorle
50-60 g di mandorle spellate
2 cipolle grandi bionde
2 cucchiai d’olio extra vergine  d’oliva
1 spicchio di aglio
Sale
Pepe
100 ml di Marsala

Accendete il forno a 180° e metteteci subito le mandorle a tostare per cica 20 minuti ( devono diventare color miele, quindi controllate anche dopo un quarto d’ora).
Intanto in una padella capiente mettete l’olio extra vergine di oliva e versate l’aglio e le cipolle affettate, fate stufare , ci vorranno circa 20 minuti, mescolate spesso , salate e pepate . Aggiungete metà del Marsala e mescolate, fate sfumare e aggiungete le polpette. Fatele rosolare qualche minuto e giratele , aggiungete il Marsala rimasto, fatelo sfumare, cuocete altri 5 minuti e poi versate le mandorle, mescolate bene  il tutto .
Tagliate le piadina con un coppa pasta del diametro tesso delle polpette ,  e farcitele con un po’ di cipollata e mandorle sotto, una polpetta, coprite con un altro disco di piadina e servite! Sono ottime anche servite a temperatura ambiente , quindi perfette per essere servite come fingerfood e quindi da preparare qualche ora prima.


BUONA DOMENICA A TUTTI!!!



English version

I made them again..... and trust me this version is really delicious! This recipe  is perfect for some Summer dinner and even really easy to do...the smell and flavor of Marsala wine with onions and almonds is a great fusion.... try it!!


For the meatballs         
7 oz cup  minced veal
parsley
salt
pepper

½ cup  of grated Pecorino cheese
1Tbsp extra virgin olive oil
1 Tbsp bread crumbs

Mix all the ingredients and let the mixture stand 15-20 minutes covered in the fridge.
Form meatballs and prepared “cipollata”.

For “cipollata” Marsala and Almonds
2 oz  of blanched almonds
2 large onions
2 Tbsp of extra virgin olive oil
1 clove of garlic
salt
black pepper
½ cup  Marsala Wine

Preheat the oven to 350°F and put immediately to toast the almonds for about 20 minutes (must be honey-colored, so check even after a quarter of an hour).
Meanwhile, in a large skillet place the extra virgin olive oil and pour the garlic and sliced ​​onions, let simmer, it will take about 20 minutes, stir often, salt and pepper. Add half of the Marsala wine and stir, let it evaporate and add the meatballs. Fry a few minutes and flip them, add the rest of Marsala wine, let it evaporate, cook for 5 minutes and then pour the almonds, mix well.
Cut the” flatbread” with a cutter , and fill them with some “cipollata” and almonds, a meatball, cover with another disc of flat bread and serve! They are also excellent served at room temperature, then perfect to be served as a finger food, and then to prepare a few hours before.
 

8 commenti:

  1. Ciao Flavia, anche io sono emiliana e come te adoro il Marsala, che conferisce ai cibi un sapore e un profumo unici. Le mangerei tutte le tue mini piadine...con quelle polpettine invitanti

    RispondiElimina
  2. E queste sono piccole soddisfazioni!!! Picolle ma GRANDI soddisfazioni!
    Sai che riesco a mangiare una in un boccone! Sai che sono le due del mattino e mi hai fatto venire na fame voia!??
    Vedi, non posso dormire... dici che si invece delle pecore conto i tuoi "piadina-polpet-bocon" riuscirò a prendere sono? naaaaaa!!!! mmmmmmm!

    RispondiElimina
  3. no! hai fatto la cipollata! hai vinto!
    ps: io adoro un po tuttigli accenti del nostro paese ma trovo che quello emiliano e siciliano siano quelli che mi piacciono di più ( insieme al toscano) e sinceramente darei non so cosa per ascoltare quello fusion di tuo padre!

    RispondiElimina
  4. conosco il tuo modo di far polpette...aspetto di conoscere dal "vivo" il sapore di queste con cipollata e Marsala!

    RispondiElimina
  5. Mo sci che ti dò il numero.. il mio accento nel tempo un pochino è stato contaminato perché ho studiato a Firenze, vissuto a Perugia e lavorato tanto a Modena però son due anni che son tornata definitivamente, spero, nella mia patria e aver a che fare tutti i giorni con dei romagnolo con qualche parolina in dialetto, ammetto che mi ha riportato sulla strada della essce ;-)!!! Le polpette con la cipollata al marsala 0.0 amore a primo morso.. adesso ti devo amare per forza.. e poi già amo la cucina siciliana!!! Queste minipiade da mangiare in un sol boccone sono pericolose, cioè io potrei fare indigestione, che bontà e che idea super carina, ma del resto dopo la piada cheesecake!!!

    RispondiElimina
  6. Adoro le cipolle , una farcitura stra-gustosa.Bellissima idea.
    A presto

    RispondiElimina
  7. Se penso a quanto povero è questo piatto e quanto modi diversi l'avete preparato per l'MTC rendendolo un piatto straordinario, dall'antipasto al dolce.
    Complimenti!!!!

    RispondiElimina
  8. Caspita, sei davvero "multietnica". Io invece sono romagnola doc...e si sente :-)
    Le piadinine sono deliziose, ma ti confesso che quello che ha stregato il mio cuore è questa cipollata. Madonna ma quanto deve essere buona..

    RispondiElimina