lunedì 9 giugno 2014

CARTOCCIATE: la tavola calda Catanese!


                               Scroll down for Eglish version

Qui nella città, e anche nella provincia in cui vivo, Catania,  già dal mattino presto e per l’arco dell’intera giornata si trova nei bar, nelle pasticcerie e nei panifici, quella che è comunemente chiamata “tavola calda Catanese”… composta da una varietà di pezzi salati che vanno dalle cartocciate, ai patè, agli arancini, alle cipolline, alle bombe fritte, etc etc.
Oggi , dopo aver imparato direttamente e personalmente dalla cara e bravissima Rossella, di Le delizie di casa mia, ad impastare alcune basi per ottenere queste bontà, ancora meglio di quelle mangiate nei vari bar della città (dettomi dalla suocera!!), condivido con voi questa delizia, che sono le cartocciate.
Le trovate anche sul blog di Rossella, ma ritengo che vedere creare dal vivo le cose buone che si sfornano, sia il modo migliore per avere un’ottima conoscenza del prodotto e ottenere il miglior risultato.
E ora che ci penso… vi confesso che me ne mangerei una …se solo ci avessi pensato ad impastare!
BUON APPETITO!


CARTOCCIATE  CON PROSCIUTTO , FORMAGGIO E POMODORO
Per  l’impasto
300 g di farina Manitoba
 5 g di lievito di birra fresco
1 cucchiaino  colmo di sale
 40 g di zucchero
 220 g farina 00
 2 cucchiai di strutto
250 g acqua

Per il ripieno
Polpa di pomodoro a pezzettoni
Origano
1 cucchiaino di olio extra vergine di oliva
Formaggio morbido (tipo caciocavallo fresco)
Sale
pepe
1 uovo battuto con latte  per spennellare.

Sciogliete il lievito in un pochino di acqua (presa dal totale). Unite le farine in una ciotola e formate una fontana. Versateci il lievito sciolto nell’acqua, e lo strutto sciolto ed intiepidito , cominciate a mescolare bene e mano mano aggiungete l’acqua (potrebbe anche non essere necessario usarla tutta , oppure, forse ve ne servirà un goccio in più, questo dipende sempre dalla marca e dall’umidità contenuta nelle farine stesse). Rovesciate il composto su un piano di lavoro e lavorate 5-10 minuti ; dovrete ottenere una palla morbida liscia ed elastica.
Mettete l’impasto a lievitare fino al raddoppio in una ciotola chiudendo con pellicola trasparente.  Circa un’ora e mezza .
Una volta che l’impasto ha raddoppiato il volume, infarinate leggermente il piano di lavoro e stendetelo con delicatezza utilizzando un mattarello allo spessore di poco meno di 1 cm ; con una ciotola o un coppa pasta (diametro 8 cm circa) ritagliate tanti cerchi.
Condite la polpa di pomodoro con olio, sale, origano e pepe e mescolate . Farcite ogni cerchio di impasto  con il prosciutto cotto, un po’ di polpa di pomodoro e un tocchetto di formaggio. Richiudete a mezza luna i cerchi , premendo bene sui bordi .
Mescolate l’uovo con un po’di latte e spennellate la superficie delle cartocciate , lasciate lievitare una ventina di minuti e nel frattempo preriscaldate il forno a 200°.
Infornate , abbassate la temperatura a 180° e cuocete per 10-15 minuti circa , o fino a che le cartocciate non avranno assunto quel bel colore dorato  tipico di questi pezzi di “tavola calda”!


** Qui a Catania le cartocciate classiche sono farcite come sopra, ma si trovano anche con gli spinaci, le melanzane fritte, i wurstel( in questo caso si omette il prosciutto cotto), i funghi…ma aggiunti al ripieno di pomodoro, formaggio e prosciutto cotto .















English version
 
Here in the city I love, in the bakery or bars from early morning till night you can find  what we call “tavola calda” , that is a typical salted snacks,  like “cartocciate, arancini (rice balls) , patè, cipolline (I’m going to tell you about these recipes) “ .
Fllowing I give you the recipe I learned from Scarlett, she is a very good teacher and I really think it is important, when possible , to see how to bake things !
So I hope you really enjoy the “cartocciate” …just in case, let me know..have a great week!


CARTOCCIATE
For the dough
2 cups of bread flour ( 300 g)
1 ½ cup  all purpose flour (220 g)
 5 g of fresh yeast (1 tsp)
 1 cup water (250 g) circa
1 heaping tsp of salt
 40 g of sugar
2 Tbsp of  lard

For the filling
Tomato purè
Oregano
1 tsp  of extra virgin olive oil
Soft cheese (like Cheddar o mozzarella)
Salt
pepper
1 egg beaten with milk for brushing.

Dissolve the yeast in a little water (taken from the total). Add the flour in a bowl and form a wheel. Pour the yeast dissolved in water, and melted and warmed lard  . Mix well and add water (might not even be necessary to use it all, or maybe you’ll need  a drop more, this always depends on the brand and moisture contained in the flours). Pour the mixture on a work surface and work 5-10 minutes;  you'll have to get a soft ,smooth and elastic dough.
Put the dough to rise until doubled in a closed bowl with plastic wrap. About an hour and a half.
Once the dough has doubled in volume, lightly flour the work surface and roll gently with a rolling pin to a thickness of less than 1 cm ; with a bowl or a cup  (diameter 8 cm) cut out many circles.
Season the tomatoes purè with olive oil, salt, oregano and pepper and stir. Stuff each circle of dough with ham , a tsp of tomatoes  and some  cheese. Close in half-moon circles, pressing down on the edges.
Mix the egg with a little milk and brush the surface of the “cartocciate”, let rise about twenty minutes and in the meantime, preheat the oven to 400°F.
Put in the oven, lower the temperature to 350°F  and bake for 10-15 minutes, or until the “cartocciate” not have taken that beautiful golden color !

You can fill “cartocciate “ even with wurstel, spinach, mushrooms or fried eggpants!


8 commenti:

  1. wow.. tipiche cose sfiziose per cui sbaverei.. buonissimi

    RispondiElimina
  2. mi sento molto onorata ad averti avuto nelle mie lezioni...così come essere presente in questo tuo post..grazie di cuore davvero..so che ogni volta le rifarai avrai un pensiero per me

    RispondiElimina
  3. Hai ragione, flavia. La cartocciata, devi assaggiarla per poter capire esattamente che tipo di goduria sia!!!

    RispondiElimina
  4. Mamma mia, devono essere strabuone!

    RispondiElimina
  5. Non conosco queste cartocciate ma devono essere buonissime! Hanno un aspetto godurioso!!!

    RispondiElimina
  6. Mamma mia che spettakolo queste cartocciate!!!
    Dopo averle assaggiate a inizio mese, me le sogno di notte!
    Grazie per la ricetta Fla!!!!

    RispondiElimina
  7. No, ma tu non puoi far vedere queste cose ad una che in Sicilia non ha mai messo piede e che ormai la sogna ad occhi aperti.. Che goduria devono essere!!

    RispondiElimina
  8. ecco, alle dieci di mattina una apre un blog e ti trova sta cosa,ATTENTATO!!!!!! che favola, mi viene sempre più voglia di venirci in questa tua bellissima Sicilia

    RispondiElimina