mercoledì 15 giugno 2011

POTATO CHIPS...


                                  Scroll down for English version               
Io purtroppo non ho figli ancora, ma questo non significa che i bambini non mi piacciano, anzi…proprio ieri ho conosciuto alcune amiche “tortare” , tra cui la Ginestra più famosa della blogosfera e anche la piccola Shirley Temple (che oltre ad essere bellissima è anche dolcissima e buonissima), e si parlava di bambini…. Diciamo che alcuni figli di amici mi vogliono proprio bene , come io ne voglio a loro…e nonostante io spesso dica NO a tanti loro vizi e capricci…loro mi cercano sempre….., anzi sabato scorso abbiamo evitato per un pelo la tragedia perché uno di loro voleva assolutamente venire a dormire a casa mia!!! .Penso che questo loro stare bene con me nasca anche dal fatto che io con loro ci parlo, spiego i miei “no” in maniera pulita e lineare, ma anche molto chiara…. . Mi disturbano molto le persone che mi liquidano con un “ Tu non puoi capire…tu non hai figli”…siamo d’accordo che non mi sono fatta nottate insonni con un piccolo mostro urlante, e non sono neanche arrivata ai ferri corti con mio marito fino a rinfacciargli “devo pensare a tutto io….tu non ci sei mai”….  E so anche che non devo scapicollarmi per mezza città a prendere da scuola, portare in piscina, incastrare la lezione di tennis con quella di inglese….  E mi rendo conto che se avessi dei figli (che purtroppo non ho!!!) necessiterei di una giornata di 48 ore…ma di contro….non ho dei sorrisi sdentati al mattino (forse un giorno quando il maritozzo avrà 112 anni…ma comunque ha un’ottima dentatura e la cura anche!!)…non ho nessuno in macchina con me che canti a squarciagola con il finestrino abbassato ( se ci fosse un micronano con me..non mi prenderebbero per completamente pazza…come invece fanno ora quando ascolto YMCA dei Village People!!)…non ho bimbetti che pasticciano con me in cucina…nessuno a cui raccontare le favole…… e mi dispiace molto…MA VI PREGO chi ha dei figli…non dica mai a chi non ne ha “tu non hai figli…tu non puoi capire!!!”….. perché di fronte a voi avete comunque una persona che è  o è stato figlio e che soprattutto è stato bambino….io ci penso sempre….confronto me adulta con me bambina..e quindi so…che passare le ore in giro per negozi che non siano di giocattoli è una GRANDISSIMA ROTTURADISFERE per un bambino…a meno che d’avanti ad una vetrina con i sandali più belli di Prada e Sergio Rossi..voi non siate capaci di incantare quel bambino raccontandogli una storia su quelle scarpe, eviategli questo tipo di passeggiate ; io so quanto è bello avere qualcuno che ti presti attenzione anche per la cosa più piccola del mondo….so quanto ci si possa annoiare al ristorante seduti solo con  persone grandi…. Ma so quanto è bello avere un pezzo di impasto di pizza dal pizzaiolo da impastare mentre i grandi chiacchierano. E so quanto è bello stare in cucina con mamma e papà mentre cucinano e tentare di aiutarli..io lo so anche se non ho figli. Ah… e lo so che ora molti scrolleranno la testa…ma io ai bambini regalo giocattoli..perchè quando ero piccola e mi regalavano un vestito…. Io non ero contenta…avrei sempre preferito un giocattolo!!! J
Tutto questo per dirvi che con la ricetta più banale del mondo che segue partecipo al contest di Gianni per i suoi bambini…nella sezione “per loro”…perché richiede coltello ( e per loro non va bene), olio bollente (e teniamoli alla larga…magari intanto apparecchiano la tavola ) ….. però possono mettere il sale  …e gustare questa ricetta..perchè IO SO che è la preferita di tutti i bambini del mondo (e anche degli adulti)..perchè quando ero bambina e i miei le preparavano…ero la bambina più felice del mondo!!!

Con questa ricetta ho il piacere di partecipare  al contest di Gianni nella sezione "per loro"


                                                
PATATE CHIPS                    

5-6 patate medie
Olio di arachidi per friggere
Sale

Mettete in una pentola dell’acqua a bollire.
Sbucciate le patate, lavatele e tagliatele a rondelle sottili (io non ho la mandolina e neanche mai la avrò…a mano si tagliano benissimo lo stesso!!). Appena l’acqua bolle versate le patate in tre-quattro tempi le patate a sbianchire per circa 2-3 minuti (questo servirà a levare un po’ di amido e quindi ad evitare che le patate restino “collose”),  e mettetele a scolare.


In una padella mettete abbondante olio di semi di arachidi (che è insapore) , quando è bollente (fate la prova con il manico di un cucchiaio di legno e se si formano subito tante bollicine attorno …l’olio è pronto) versateci le patate in due tempi…fatele cuocere e quando saranno un po’ più che dorate, scolatele su carta assorbente..salate…e  buona mangiata.
Essendo così sottili, saranno croccanti e anche gradevoli mangiate non necessariamente calde!!!


English version
Unfortunately I am not a mom(yet), but I like children and I know many of them like me, even if I often say them “DON’T..”… usually I explain clearly them why they don’t do something … and they understand. I really don’t like those parents who say to me that I CAN’T understand because I am not a parent…I know..I’m not a parent , I don’t have to wake up  every  night for a crying baby, I don’t have to drive all day for English , tennis, piano classes…. But I can’t do a lot of wonderful things …because I don’t have a baby…… but please, NEVER say to someone  “you cannot understand because you’re not a parent”…don’t say ….. I’m not (unfortunately) a parent, but I am a daughter…and I was a child…..  When I talk to a child I always thought  what I needed when I was a baby!!!....
And one of children top ten is surely: potato chips!!! (even adults’ one!!!) J

This recipe is for Gianni’s contest about cooking with or for children!!! Hugs everybody, Flavia




 POTATO CHIPS

5-6 medium potatoes
Peanut oil for frying
Sale

Put in a pot of water to boil.
Peel the potatoes, wash and cut into thin slices . As soon as the water boils pour the potatoes for blanching for about 2-3 minutes (this will serve to raise a bit 'of starch and therefore to prevent the potatoes remain 'sticky '), and put them to drain .
Put plenty of peanut oil in a pan ,when it is hot (do the test with the handle of a wooden spoon and when many bubbles are formed immediately around the oil it is ready ...) pour in the potatoes ... and when they are a bit more than golden, drain on paper towels .. salt and eat!!!

32 commenti:

  1. Buonissime, un mio amico che ha un ristorante,presenta anche con il pecorino grattugiato sopra....non da leccarsi i baffi!!!

    RispondiElimina
  2. concordo in pieno!!!!!!!!! se vuoi ti lascio i miei mentre io mi rilasso un po...scherzi a parte hai scritto davvero un bel post e le tue potato chips son venute davvero molto bene!!!bacioni cara quando un giorno arrivera' la cicogna sarai davvero una brava mamma...i bimbi prima di rimproverarli bisogna comprenderli ma sopratutto ascoltarli e questo tu lo hai gia' capito bene...

    RispondiElimina
  3. Flaaaa esattamente il discorso di ieri che appoggio in pieno e in tutto e per tutto (soprattutto il fatto di regalare giocattoliii..i miei avevano un negozio di vestiti quindi immagina che regali ricevevo eheheheh). Le chips piacciono anche a chi ormai avanza con l'etààà...poi fritte son buone anche le suole delle scarpe (chissà perchè poi).
    Baciiii, Laura

    RispondiElimina
  4. Come hai ragione. Anche io non ho figli ma ricordo benissimo cosa mi rendeva felice quando ero piccola. Purtroppo mia mamma non amava friggere ma quando riuscivamo a convincerla a farci le patatine fritte in casa era una festa :)

    RispondiElimina
  5. bellissima la tua premessa :-) e buonissime la tue patatine,che da ora in avnti farò anche io invece di comprarle :-) grazie

    RispondiElimina
  6. Bellissime patatine :P mio figlio ne và matte e lo accontento spesso!!
    baci Anna

    RispondiElimina
  7. Guarda, prima di diventare mamma mi dicevano "quando avrai dei figli capirai anche tu".
    A me questa frase dava un fastidio, perchè io con i bambini ero sempre attenta, premurosa mi comportavo da mamma... e quella frase mi sminuiva.
    ORa figurati se lo vado a dire agli altri.
    Piuttosto dico sempre a chi si deve sposare "pensateci bene, non lo fate vi ritroverete con un grosso bambino da accudire".
    Ah!Ah!Ah!

    RispondiElimina
  8. ahahhh! anch'io ricordo benissimo quand'ero piccola e che mi piacevano le patatine così tanto ma così tanto che appena ho potuto fare qualcosa in cucina sono diventate il must della domenica-
    :D gnammm! chips coem le tue le ho fatte anch'io sai! buone!

    RispondiElimina
  9. Io che di mestiere faccio più la mamma che la casalinga, ti dico che le tue parole sono bellissime. fortunati quei bimbi che ti hanno come amica e zia in pectore, chissà che un giorno possa avere anche tu un sorriso sdentato che non sia quello di tuo marito ormai vecchio! Intanto ti faccio i complimenti per le tue patatine: sono proprio come quelle che mangiavo da bambina. La mia pediatra diceva che quelle nel sacchetto facevano male, che era meglio prepararle in casa e la mia mamma, che non si dilettava molto in cucina, in questo caso le faceva proprio buone! Bacioni!!

    RispondiElimina
  10. Mi hai commosso e mi hai anche fatto sentire piccola piccola, anche se io quella frase lì non l'ho mai detta a nessuno e tantomeno pensata!! La penso come te su tantissime cose, prima fra tutte, regalare giocattoli. Sarà che sembra ieri e anche io desideravo ricevere solo quello, e invece, qualche volta mi son ritrovata a scartare persino calzini e canottiere! o.O Ti auguro tutto ciò che desideri Flavia, te lo meriti, per la tua dolcezza e non solo! :)

    RispondiElimina
  11. non sarai mamma ma fai molto "zia" Flavia, ti adoro :-)
    Francesca
    www.pasticcincucina.it

    RispondiElimina
  12. Che tenero il tuo post tesoro...io ho 2 figli e tutto quello che hai scritto nel bene e nel male lo quoto al 100%...costano uan fatica sia fisica che mentale ma in cambio di danno amore puro che è la cosa piu bella del mondo e mai e poi mai mi permetterei di dire ad una persona che nn ha figli che nn puo capire perche come dici tu si è stati bambini...poi i bambini sono recettivi al massimo a pelle capiscono quando una persona è sincera oppure no con loro e se tu li attiri cosi tanto vuol dire che con loro ci sai proprio fare:D...ecco i miei figli davanti ad un piatto di queste chips ti amerebbero alla follia:D!!!
    Bacioni garndi e ti aspetto epr il contest ci contoooooooooooo!!
    Imma

    RispondiElimina
  13. Che buone dai grandi ai piccini le patatine non falliscono mai..
    Bravissima
    baci

    RispondiElimina
  14. Homemade chips are wonderful!! Thanks for stopping by to visit today. :)

    RispondiElimina
  15. Ciao! Ti aspettavo sul mio blog, dato che sei una delle vincitrici del mio contest! Mandami una mail con il tuo indirizzo, così posso spedirti il regalo! A presto!

    RispondiElimina
  16. I would take potato chips over cookies any day of the week. It's that salty-crisp combination I can't resist.

    RispondiElimina
  17. Ma che novità quella di farle sbollentare un po' prima, non l'avevo mai sentita, grazie della dritta!
    Bel post!
    Kisses!!!!

    RispondiElimina
  18. prendo in prestito tutte le tue parole...una ad una...anche per chi dice...fortunata te che ancora non ne hai!! adoro le chips...io le faccio anche al microonde quando sono a dieta :)

    RispondiElimina
  19. Non posso dirti quello che vorrei per una chiarissima ragione...ma sappi che oltre alla "banale" ricetta...mi è piaciuto tantissimo quello che hai scritto! Un bacione e grazie per la ricetta che ho già inserito

    RispondiElimina
  20. My husband surely is still a child as he loves potato chips :) You know the heart of a child!

    RispondiElimina
  21. Come già sai, sono pienamente d'accordo... e trovo chi dice queste frasi mooooooooolto poco delicato, oltretutto!
    Io gli darei una craniata proprio! ;-) ma siccome non è carino manco questo, quando mi dicevano così, li lasciavo semplicemente bollire nel brodo della loro supponenza...
    Quanto alle chips... se me ne prepari un "cantro", come il siculo idioma nulla potrebbe rendere efficace questa immagine, IO ME LE MAGNOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO tutteeeeeeeeee ;-))))))

    RispondiElimina
  22. Ciao, hai proprio ragione, questa ricetta piace a tutti grandi e piccini!
    Concordo su tutto quello che hai scritto, anche se non sempre ci si riesce.
    Buona giornata

    RispondiElimina
  23. La mia piccola, si è fatta attendere!!!
    Ti capisco alla perfezione e appoggio il tuo pensiero. Quante volte mi son sentita dire: "Non puoi capire!" ... ora, che sono mamma.. capisco di più.. di quanta stupidità a volte regna nelle testoline altrui!!!!
    I bimbi ti adorano e questo dice tutto!!!!!
    Buone le patatine fritte!!! Hai centrato il bersaglio!!!!
    Un bacione!!!!!!

    RispondiElimina
  24. Meno male che l'hai recuperato tu, io mi ero persa il logo di questo contest e lo cercavo da qualche giorno!
    Quando ho deciso di farle qualche settimana fa, mi è toccato pelare l'intera sacca di patate, e mentre io friggevo, quegli impuniti si sono fatti fuori 3 kg di patate... siccome il metodo che usiamo è identico sottoscrivo il successo di queste patatine con i bambini...(il marito poi era più bambino di loro..ma questa è un'altra storia) la piccola ha detto che erano "stlaoldinalie"...:D

    RispondiElimina
  25. tesoro, mi hai commosso. E sono ancora più felice di sapere che, oltre ad aver incontrato io una persona speciale, la creatura si ritrova una"zia" virtuale con i fiocchi.
    Dovremo ricordarci più spesso cosa significa davvero avere figli- e questo post dovrebbe farci riflettere in tal senso.
    E però, in questo momento, avrei solo voglia di essere lì con te, magari ad affettare chips e a chiacchierare un po'.
    Un abbraccio sconfinato
    ale

    RispondiElimina
  26. cara flavia, sei una persona speciale e si capisce da tante cose... un post così meraviglioso potevi scriverlo soltanto tu! anche secondo me il segreto è ricordarsi - ma ricordarsi per davvero - la propria infanzia, i propri pensieri di bambino, le paure, le gioie, le sensazioni... con mia figlia e con tutti gli altri bambini che conosco mi sono sempre regolata così, li ho sempre considerati delle persone a tutti gli effetti degni del massimo rispetto. e quante cose ho imparato da loro!! quando parlo con un bimbo mi abbasso sempre, in modo da poterlo guardare dritto negli occhi e vedo che solo con questo semplice gesto mi conquisto immediatamente la sua fiducia...
    un bacio grande

    RispondiElimina
  27. Flavia, ma sono irresistibili!!!!!!!!

    RispondiElimina
  28. I've had someone tell me I don't know about parenting, because I had only one child. (I just chuckled to myself because I knew I spent more time with my one than that person did with their three--gotta laugh!) love the chips!

    RispondiElimina