mercoledì 9 maggio 2018

PAN DI PANNA di PAOLETTA ANICE E CANNELLA



Qualcosa come un paio di settimane, più o meno, il tempo che ci ho messo dal leggere questa ricetta di Paoletta, pubblicata da lei stessa sul suo gruppo facebook, e sul suo blog in seguito, e ad eseguirla.
Meno di due giorni il tempo che ci ha messo questa ricetta a diventare un tormentone, e a ragione, eh!!! Questo Pan di Panna sta facendo furore e dovevo provarlo..e assaggiarlo, c'è da restare secchi dalla morbidezza e dalla semplicità per farlo.



Molti dicono che sia perfetta con il gelato, altri che sia favolosa con burro e marmellata, io dico che è versatile all'ennesima potenza, perchè mio marito se l'è gustata con la granita alla fragola e io non so perchè sono convinta che con un velo di burro e due fette di prosciutto di Parma o di salame, siano l'apoteosi per i miei party in giardino e i tè con gli amici.



PAN DI PANNA di Paoletta di Anice e Cannella

600 g di farina W280/W330 (io ho usato 400 g di W330 del Molino Rossetto e 200 g di 00)
1 uovo medio
250 g di latte intero
100 g di panna fresca
10 g di sale
80 g di zucchero
25 g di burro
4 g di lievito di birra secco (ma Paoletta usa 10 g di quello fresco da sciogliere nel latte)

Per la spennellatura finale

1 tuorlo + 1 cucchiaio di panna + 1 pizzico di sale 

Ci sono due possibilità, la prima è quella di mescolare tutto e procedere, la seconda ( che come consiglia Paoletta è la migliore, e come ho fatto io) è partire da un lievitino:

Lievitino
In una ciotola mescolate tutto il latte ( solo latte NO BURRO), con pari peso di farina (250 grammi prelevati dal totale) e il lievito di birra. Mescolate con una forchetta, coprite e  quando inizia a fare le prime fossette, versatelo nella ciotola della planetaria (io uso KitchenAid).
Con il gancio K o a foglia iniziate a mescolare e aggiungete il burro fuso ma fatto raffreddare, 1 uovo, 20 grammi dello zucchero previsto e lavorate per pochissimi, poi aggiungete  farina quanto basta a formare una massa morbida ma sostenuta, di seguito alternate in tre volte, e in questa sequenza 1/3 della panna, 1/3 dello zucchero/, farina q.b. a riportare l'impasto in corda.
Ribaltate ogni tanto l'impasto in ciotola, con l'aiuto di una spatola.
Terminate con l'ultima farina rimasta, quindi aggiungete il sale, cambiate con il gancio ad uncino e fate incordare bene l'impasto, ribaltando due o tre volte. Le pareti della ciotola devono rimanere pulite.
Coprite la ciotola con un panno umido o pellicola trasparente e fate riposare un'ora, un'ora e mezza circa. Rovesciate l'impasto su un piano di lavoro e allargatelo in  un rettangolo, fate una piega a 3 per ottenere un rettangolo, coprite con il panno umido e fate riposare venti minuti.





















Spezzate l'impasto in pezzi rettangolari da 90 grammi (otterrete 12 paninetti, se ne volete fare di più piccoli siete liberi ovviamente), allungateli delicatamente  e avvolgeteli su se stessi.


Foderate una teglia di circa 30 cmx 40 cm con carta forno e posizionate i pezzi formati. Coprite con pellicola trasparente e lasciate raddoppiare coperto con pellicola.





Preriscaldate il forno a 180°C, spennellate il mix di tuorlo, panna e sale sui paninetti ed infornate, fino a doratura, nel mio forno ci sono voluti una ventina di minuti circa.
Buon lavoro e buon assaggio!!!

Appena raffreddati conservateli dentro ad un contenitore Tuppeware o congelateli subito, così da mantenere la loro bontà e morbidezza praticamente intatte.

ENJOY!!!




Nessun commento:

Posta un commento



Utilizzando questo form, e lasciando un commento a questo post, si acconsente al trattamento e all'archiviazione dei propri dati personali da parte degli autori di questo sito. Vedere anche "privacy Policy" in alto nelle pagine