venerdì 20 gennaio 2017

NAPOLI ed il RADUNO MTC 2017



Napoli è mille colori cantava Pino Daniele...Napoli è mille parole dico io, e non potrei essere più d'accordo a riguardo del weekend scorso quando nell'arco di poche ore all'Hotel Renaissance Mediterraneo di Napoli è iniziato il raduno dell'MTC 2017!!!
I mille colori li abbiamo portati tutti noi, tra regali, biscotti e caccavelle pronti per l'asta di beneficenza che facciamo in favore della nostra Piazza dei Mestieri, perchè ormai è anche un po' nostra questa realtà che tra Torino e Catania insegna un futuro a tanti ragazzi di strada, con famiglie disagiate alle spalle, quando ci sono!
Le mille parole sono quelle che ci siamo scambiati ininterrottamente senza sosta, tra risate, discorsi, tour con guide private (grazie Ludovica), in pasticcerie e gastronomie perchè dovevamo assaggiare di tutto e di più, dalle sfogliatelle, ai fiocchi di neve, alle pizze, tante pizze, napoletane, fritte, insieme alle frittatine di pasta, capresi, babà , o'cuopp, tra vicoli, chiese, Cristo velato e presepi...e Papi, tanti Papi (che poi erano San Gennaro!!).


Miei compagni di avventura sono stati volti di amici vecchi e  nuovi, che contribuiscono ogni mese a rendere MTC più del gioco sul web, più della scuola di cucina che è, più di una grande famiglia che siamo. Il raduno alla fine è il nostro Thanksgiving, la nostra riunione annuale dove far festa per come siamo rimasti: amici, persone che hanno il piacere di stare insieme e di rendere reale il nostro "quotidiano virtuale".
Padroni di casa eccelsi sono stati Fabio e Annalù ed è grazie a loro se Napoli ci è sembrata ancora più bella. La nostra Alessandra, che è l'MTC, ha avuto parole (e pipponi ) per tutti, come un vero CEO sa fare.
Tutto il resto, l'anima e il cuore di questo raduno sono state le persone che in treno, aereo, pullman, auto (nessuno in bici eh) hanno affrontato km per esserci e questa è una cosa davvero bella!! Chi non ha avuto la possibilità di raggiungerci ci è mancato, è indubbio, ma ci saranno la prossima volta, VERO???




Io desidero ringraziare tutti tutti, perchè ognuno di loro mi ha regalato un'emozione (anche Pasqualina e Mario, che non mi si son palesati... " la voglia di prenderli a morsi sul braccio" è un'emozione vero??), Cristiana compagna di stanza unica ed irripetibile (avevamo caldo allo stesso modo e quindi la finestra aperta di notte non ci ha disturbate, e abbiamo scoperto che a fare i selfie da mandare alla nostra Federica  siamo le peggio schiappe, non li sappiamo fare nemmeno con qualcuno che li fa al posto nostro), Valentina con cui ormai (volente io o nolente lei) siamo diventate parenti grazie ad Oliva, la tenerezza di vedere la sua commozione ( di Vale eh non di Oliva) è riuscita ad intenerire anche una che lancia asterischi e leva post OT in community senza problemi come me!





E Lucia, guida partenopea per il "cicciotour" (capite ciccio per cosa sta eh)senza pari, dove a fare gruppo gastronomico d'assalto si sono unite indefesse  Silvia (ancheno, che linkerei se avesse un blog), Flaminia (che riabbraccio sempre tanto volentieri), Annarita (che è grazie a lei se ho vinto un MTC, se no CIAONEEEE) e Dario (e grazie a lui se l'asta ha raggiunto livelli inauditi, mi chiedo cosa penserà suo papà all'estratto conto della carta di credito!!), Francesca (con la sua deliziosa favolosa bambina piccina e tanto brava), Sara, Rossella, Maria Pia, Kika, Sabrina, Gaia, Ambra, Marianna, Vittoria, la mia guapa del cuore Mai ( lei e i quartieri Catalani di Napoli.. in 14 l'abbiamo capita, voi ???) ... e poi abbiamo allargato il gruppo, ho finalmente conosciuto la favolosa Cinzia, e riabbracciato la mia Sabri e la mia Sandra, Patty ( lei ha Jean Poll, io ho Pierpoll, son fratelli gemelli), e ci siamo godute il tour bellissimo con Ludovica alla Certosa sulla collina del Vomero per conoscere le origini del "Presepe Napoletano".... un giro interessante, piacevole all'interno di questo magnifico posto "dimenticato" di fianco al Castello di Sant' Elmo, che sovrasta tutta la città di Napoli. 


La sera è ufficialmente iniziato il raduno con una cena a base di prodotti locali nel ristorante del nostro bellissimo hotel, all'undicesimo piano dove nonostante la pioggia abbiamo goduto della vista notturna sulla città e anche qui ho conosciuto Giuliana, Cristina, Alice, Anna, Elisa, Marica,Claudio, Maria Teresa e nel mentre riabbracciavo Marina, Corrado, Fabio,  Anna Laura, Dani, e Juri, e Susy con suo marito Luca, Giulia e il Colonnetta, Mariella, Rosaria, Manuela, Chiara, Francesca con Alessandro, Francesca (un' altra delle mie bolognesi del cuore) e Giulietta!!



Sembra che abbia dimenticato solo Ilaria, nostra signora dei macaron (macaron ho scritto eh!!!)...giammaiiiiii ( con lei i pigiama party abbiamo fatto shhhh).



Sabato è stato il giorno della visita ad un caseificio Il Casolare di mozzarelle di bufala, dove ho riabbracciato Antonietta,  e poi del pranzo a base delle pizze più buone del mondo da Franco Pepe, che si è completamente dedicato a noi nel suo magnifico "Pepe in Grani" a Caiazzo, è stata un'esperienza direi mistica, sia per l'altissima qualità delle pizze mangiate, sia perchè un grande condottiero lo fa anche il suo esercito e devo dire che i suoi aiutanti attorno al forno e i suoi camerieri sembravano una catena di montaggio di cortesia e disponibilità.








Dopo il caffè ci siamo fatti una bella passeggiata negli appartamenti della splendida Reggia di Caserta e così prima di cenare in una trattoria tipica Napoletana (con fritture, pizza, provola, cuopp, pasta e patate e babà), siamo andate a fare un "aperitivo" a base di fiocchi di neve di Poppella, così con non-chalance (perchè ci vuole fegato...e noi lo abbiamo... grande quanto non si sa, ma son bazzecole, su non siate fiscali)!



L'apice del raduno si è raggiunto la domenica mattina con l'asta delle nostre caccavelle e biscotti ... a noi gli hooligan fanno un baffo (tutte le persone linkate, anche gli assenti sappiano che arriverà conto di visita dall'otorino e dei blister di Zerinol gola consumati!!! #indisciplinatiecasinisticomepiaceame ).... siamo una squadra meravigliosa e lo abbiamo visto con quello che abbiamo raccolto!E io ho finalmente conosciuto, abbracciato e baciato OLIVA!!



Tra chi partiva subito finita l'asta, chi dopo pranzo, tra baci e abbracci, siamo anche riusciti a farci una bella passeggiata sul Lungomare per raggiungere la Pizzeria di Sorbillo, dove oltre ad un altro capolavoro di pizza abbiamo osato assaggiare il Roccobabà....



Insomma miei cari sono tornata a casa piena come una zampogna, e così posso dire anche della mia valigia, arricchita dai doni ricevuti durante il raduno dal Pastificio Gentile ( e ho già una buona ricetta pronta preparata con la loro favolosa pasta), e da MTC stesso con i taralli  sugna e pepe di Leopoldo e il Vesuvio al cioccolato di Gay Odin.... ok non avevo solo quelle cose in valigia, maròòòòòòò che fiscaliiiiiiiiiiiiiiiii.... e vabbeh, le mozzarelle, la burrata di bufala, le mini capresi al cioccolato e al limone,...e che vvo' fà?? Due sfogliatelle a casa non le portavo?? Un libro di dolci napoletani,nella mia biblioteca in cucina non poteva mancare, si si... ho anche lo scolafritto, ma è un regalo della mamma di Lucia, su  e basta..ma dai i magnetini li colleziono per il mio frigo e quello fatta da Gaia per il raduno dovevo averlo. E ora che c'entra che ho comprato un taglia biscotti a forma di forchettina?? Non ce l'avevo!! E un altro libro, oh ma qualcosa anche se ero io la battitrice dell'asta dovevo pure prendermela no?! Sentite alla sicurezza non mi hanno detto nulla ne della crema di cipolle e nemmeno dei tre vasetti di pasta di nocciole che mi ha regalato Annalù, erano tutto da 100 grammi e li ho messi nella borsetta con il dentifricio, e state qua a sindacare??? Ahòòò, ho capitooooooooooooooo tutta invidia... ecchevvofà?? Prossima volta venite anche voi al raduno, ma nel mentre fatevi un giro a Napoli..... perchè Napoli è mille parole, e dopo questo weekend mi porterò indelebili  anche mille sorrisi, mille volti e mille abbracci nei ricordi da aggiungere a questa città!

Napule è mille culure, Napule è mille paure
Napule è a voce de' creature che saglie chianu chianu
E tu sai ca nun si sule

Napule è nu sole amaro Napule è addore e mare
Napule è na carta sporca e nisciuno se ne importa
E ognuno aspetta a 'ciorta

Napule è na' camminata, inte e viche miezo all' ato
Napule è tutto nu' suonno e a sape tutto 'o munno
Ma nun sann' a verità

Napule è mille culure, Napule è mille paure
Napule è nu sole amaro, Napule è addore è Mare
Napule è na carta sporca e nisciuno se ne importa
Napule è na' camminata inte viche miezo all'ato
Napule è tutto nu suonno e a sape tutto o' munnoù

Napule è mille culure, Napule è mille paure
Napule è nu sole amaro, Napule è addore è Mare... (Pino Daniele)

36 commenti:

  1. Spettacolare! Sei unica! Grazie. Sempre!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nessuno è unico senza un bel gruppo di amici

      Elimina
  2. Meraviglioso viaggio fotografico ed emozionale. Hai fatto in modo che ci fossimo anche noi con te, Una dote rara....come il desiderio di "...di prenderli a morsi sul braccio"...ma te possino e poi ti chiedi perchè non si palesino!?!?? :D ahahahahahah
    Davvero complimenti...granbelpost

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu riprovaci a non palesarti,.... a Napoli mi pare si dica: ti spiezz eccosc! 😂

      Elimina
    2. te (la "" e quasi non si sente) spezz e' cosce, statt accuort = stai attento :-)

      Elimina
  3. Grazie Flavia per questo meraviglioso racconto-viaggio che ci fa sentire ancora la voce e quelle mille risate che ci hanno inondato ed arricchito in questo bellissimo weekend
    un abbraccio

    RispondiElimina
  4. Che io fossi innamorata di voi, non l'ho mai nascosto e lo dimostra il mio correre di qua e di là, con le zavorrine al seguitom pur di esserci, quasi sempre.
    Ma Napoli, una sorpresa talmente devastante che mi brucia il petto se penso di essere andata via. Con il tuo racconto ho fissato già un paio di tour da fare al più presto. Che, non lo vuoi fare il cicciotour con il marito magro?
    Grazie di queste belle parole.
    un abbraccio
    Kika

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh...pure io ho il marito magro...che però il cicciotour ha detto che lo vuole fare ..... ahahahahah

      Elimina
  5. mannaggia, non c'è la faccina che sospira...che nostalgia Flavia, che nostalgia....
    leggerti è praticamente rivivere tutto quello che abbiamo condiviso. Grazie del bellissimo réportage denso di emozioni e di mille culure!
    Se penso che tocca aspettare un altro anno...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma magari ci si vedrà anche prima di un anno...di sicuro c'3 che la nostalgia dà ancora più importanza a questi magnifici ricordi

      Elimina
  6. Credo che anche chi non c'è stato, dopo aver letto il tuo post, avrà sentito la splendida atmosfera che abbiamo condiviso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero davvero di essere riuscita a dare qualcosa anche a chi non è potuto venire! Grazie Mariella sempre un grande piacere rivederti!

      Elimina
  7. Bellissime e suggestive immagini, così come il tuo racconto, felice per voi :-)

    RispondiElimina
  8. Quale grande emozione ritrovarmi nelle tue parole ed in quelle di Pino. E' stata un'esperienza bella a tratti quasi surreale, ad altro tasso calorico ed elevato grado di affetto. Grazie :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tasso calorico ed elevato grado di affetto...sono due cose meravigliose insieme!

      Elimina
  9. Ti devo dire che con il tuo racconto mi hai emozionata tanto da farmi venire la pelle d'oca :-)
    Siamo felici che in tanti abbiate apprezzato il lavoro che Fabio soprattutto, ma anche io abbiamo fatto per il raduno e per mostrarvi Napoli come la vediamo noi con i nostri occhi :-)
    Ti aspettiamo sempre a braccia aperte, ma la prossima volta porta anche Paolo (che non glielo vuoi far fare anche a lui il Cicciotour? :-D)
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cicciotour assicurato per Paolo...ma perché il pastificio gentile, no? E Casolaro? Ma non glielo diciamo eh.... se no non partiamo Ahahahahaha...grazie Annalù siete stati l'anima per far sì che questo raduno fosse così indimenticabile

      Elimina
  10. Un po' ho sentito la responsabilità del padrone di casa, ho cercato di farvi sentire un po' tutti a casa. certo, "curare" ognuno di voi come avrei voluto non mi è stato possibile, ma sono contentissimo che questo raduno si sia fatto tra Napoli e Caserta e soprattutto perché è stata l'occasione per rivedersi, con te e con tutti gli altri! Non vedo l'ora arrivi il prossimo!

    Fabio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diamo tempo Ale tempo Fabio, riprenditi da queste fatiche, perché per ottenere dei risultati così è chiaro che tu ti sia levato la vita...ma credimi è stato tutto così ben organizzato, così curato...che proporrei di rifare il prossimo a Napoli o... comunque organizzato da te ahahahahhahahahah

      Elimina
  11. grande Flavia, ti sei ricordata di tutte e io che non capivo chi fossi!!! imperdonabile vero?
    bello leggere il tuo resoconto, non potevi descrivere meglio la kermesse speciale che si è instaurata ma non poteva essere altrimenti in un gruppo così folle e speciale!!
    Un abbraccio grande dalla Toscana
    Cristina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sapevo chi eri..sei inconfondibile! Aspetto i vostri ricordi di questo weekend partenopeo....

      Elimina
  12. Baker attraverso le tue parole e le tue fotografie hai appena consacrato i ricordi di tutti noi. Grazie mille e tante banane!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per le banane.. ma anche a te dico aspetto il tuo resoconto...

      Elimina
  13. Cosa sono i fiocchi di neve? Le Iles flottantes?

    RispondiElimina
  14. Sono stata diverse volte a Napoli mio suocero era napoletano doc e mi è sempre piaciuta moltissimo.Manco da anni ma queste immagini mi hanno fatto ritornare indietro nel tempo : grazie. Buona fine settimana.

    RispondiElimina
  15. Ma lo sai che io vorrei darti la cittadinanza Onoraria....Devo fare due chiacchiere con il sindaco...Perché sei riuscita a rendere questa città che amo visceralmente attraverso le tue parole...Le immagini..Le parole del nostro amato Pino!!!Lo sai che cantava "da San Martino vedi tutta quanta la città....."
    Un mio amico dice che il napoletano se ti vuole bbene ti fa mangiare....Ecco...Ho detto tutto!!!! 😍😍😍 Felice di far parte di questo gruppo a cui mi sento adesso di far appartenere ancora di più...E questo anche perché sono stata accolta come in una grande famiglia!!!! Grazie!

    RispondiElimina
  16. Grazie, Flavia! Spero di rivederti a Napoli... a prestissimo anche con il nuovo sito in progress ;-)

    RispondiElimina
  17. Sono convinta che tu abbia qualche ascendenza partenopea, questo post trasuda amore per Napoli! E per MTC naturalmente 😊 Sono strafelice di far parte della squadra e di averti conosciuta , sei una vera forza della natura! Grazie di cuore ❤

    RispondiElimina
  18. Napoli ti entra dentro, ad ogni morso, ad ogni passo, ad ogni sguardo. Tu sei stata contagiata come lo fui io all'epoca dei miei studi.ripercorrere quelle stesse strade con te, Lucia, Cristiana per il primo cicciotour in solitudine, ha amplificato quella sensazione di meraviglia,che Napoli ti regala ogni volta. Tu poi, vulcanica più del Vesuvio che per l'occasione si e' vestito a festa con la neve (forse per dare il contentino a Roberto, che la neve la cercava ad ogni costo) e da quando sei tornata parli pure napoletano!!! Noi a giugno ti aspettiamo, io scendo da Roma, Fabio e Annalu da Chateau, e rifacciamo tutto con calma, anche i dieci minuti a piedi per "capire meglio" il roccobaba' di Sorbillo.

    RispondiElimina
  19. No, che posso dire? PIANGOOOOOOOOO!!!!!!

    RispondiElimina
  20. Perché ci vuole fegato...e noi lo abbiamo! :-D :-D :-D Mi fai sempre morire...dal vivo come su queste pagine, da cui emerge sempre la tua incontenibile energia e l'entusiasmo travolgente che invidio tantissimo, sappilo! Un racconto più bello non potevi farlo, la concitazione e la gioiosa allegria di quei giorni traspare tutta. Baci!

    RispondiElimina
  21. e ora, rileggerti con la tua voce non ha prezzo!

    RispondiElimina
  22. Ed ora vorrei riavvolgere il nastri della vita, mandare tutti a quel paese e correre a Napoli con voi...sapevo che mi ero persa qualcosa di speciale, ma non pensavo così tanto...e poi non sono ancora riuscita a conoscerti personalmente....speriamo nel prossimo raduno, va là!

    RispondiElimina
  23. Post splendido. Ma perché non ero lì con voi?

    RispondiElimina