lunedì 25 maggio 2015

MEZZE MANICHE “caramellate” IN STRATI DI POMODORINI CILIEGINO DI PACHINO, MELANZANE E TUMA COTTA-"CARAMELIZED" PASTA with CHERRY TOMATOES, EGGPLANTS and CHEESE




                            Scroll down for English version
Sono arrivata a questa seconda proposta per l’MTChallenge n.48, quello di Paola di Fairie’s Kitchen, con l’acqua alla gola.. ma semplicemente per una forma di lentezza nel preparare la ricetta prima e il post dopo! Ma eccomi qua.
Quella che segue non vuole essere nulla di così particolare  o originale e soprattutto non vuole essere una rivisitazione di Pasta alla Norma, avevo solo voglia di divertirmi un po’ nella presentazione e “giocare” un po’…. Anzi forse sono anche fuori concorso, ma non importa perché questo mese la mia vera (e anche quella seria) sfida sono stati questi spaghetti!!!
Quello che ho apprezzato in questa ricetta è la cottura dei pomodorini ciliegino di Pachino DOP, velocissima e che comunque ha mantenuto il favoloso sapore dei pomodorini stessi che credetemi in questo periodo qua da noi sono già eccellenti nella loro dolcezza!!! Stessa cosa posso dire delle melanzane…da noi si  che è iniziata l’Estate portandoci ortaggi, verdure e frutti di stagioni già meravigliosi nel gusto e nei profumi!

Buon inizio settimana a tutti.

Con questa ricetta partecipo all’MTC n.48


MEZZE MANICHE “caramellate” IN STRATI DI POMODORINI CILIEGINO DI PACHINO, MELANZANE E TUMA COTTA


Per 4 porzioni
160 g di mezze maniche (De Cecco)
30 pomodorini ciliegino di Pachino DOP
1 melanzana (da cui ottenere 8 fette)
1 spicchio grande d’aglio
8 fettine di Tuma freschissima
2 cucchiai di olio extra vergine d’oliva (io Pugliese)
½ cucchiaino di zucchero
Basilico
Sale
Pepe         
Olio di semi di mais per friggere

Per le melanzane
Lavate la melanzana e con un riga limoni prelevate striscioline dalla buccia della melanzana e mettetele in acqua fredda. Sbucciate la melanzana e tagliatela in 8 fette spesse 1 dito e mettetele per almeno mezz’ora in acqua e sale grosso dentro un recipiente.
Scolate e appoggiate le strisce di bucci di melanzana su carta assorbente.
In un pentolino versate l’olio di mais e portatelo a temperatura (ormai lo sapete che io controllo la temperatura dell’olio per friggere con il manico di un cucchiaio di legno, lo immergo nell’olio e quando si riempie di micro bollicine so che è pronto per la frittura), friggete in maniera velocissima le striscioline di buce di melanzana, che metterete a scolare in un piattino a parte e poi  tamponate bene le fette di melanzane con della carta da cucina e una o due alla volta (perché uso la frittura in “profondità” e quindi uso pentolini piccole ) ed immergetele nell’olio a friggere. Man mano che diventano ben dorate da entrambi i lati scolatele  su un piatto con carta assorbente da cucina.
Non salatele perché sono state immerse per almeno mezz’ora in acqua e sale.

Nel frattempo lavate e mondate i pomodorini ciliegino, tagliateli a metà e in una padella versate l’olio extra vergine d’oliva, una macinata di pepe nero  e lo spicchio d’aglio con la sua buccia, ma schiacciato, fate andare per un paio di minuti e poi mettete i pomodorini dal lato del taglio, aggiungete sale e coprite con un coperchio, dopo 3-4 minuti aggiungete lo zucchero ( che ci serve per avere un fondo di caramello) e coprite nuovamente e cuocete per altri -3-4 minuti, fino a che sul fondo si sarà creata una base di caramello. Spegnete  e mettete a bollire abbondante acqua, quando bolle aggiungete il sale e versate le mezze maniche. Fatele cuocere bene al dente.
Nel frattempo togliete i pomodorino dalla padella, avendo cura di non schiacciarli e conservate il fondo caramellato della padella, perché appena la pasta è pronta la verserete con un paio di cucchiai dell’acqua di cottura e mescolerete bene saltandola un minuto, in modo da ottenere le mezze maniche ben coperte del “caramello” di pomodori.
In un’altra padella antiaderente fate sciogliere le fettine di Tuma e preparate la presentazione del piatto.
Se usate un coppa pasta sarete sicuramente agevolati, bisogna avere la certezza che sia dello stesso diametro delle fette di melanzane, ma non fatevene un cruccio, perché la base morbida della tuma sarà un’ottima base per tenere in piedi le mezze maniche senza alcun problema.
Mettete su un piatto (anche da portata, perché la porzione con una paletta si sposta benissimo) una fetta di melanzana, una fetta di tuma e appoggiateci sopra, facendo una leggera pressione, le mezze maniche in senso verticale, fate uno strato con i pomodorini, coprite con una fetta di Tuma e a seguire con una seconda fetta di melanzana, finite con un ultimo strato di pomodorini e un ciuffo di bucce di melanzane e servite subito. Fidatevi che come preparazione del piatto è abbastanza veloce e quindi la pasta cara sarà ancora calda.
Se voleste dare una veloce passata in forno, non mettete le striscioline di melanzana (quelle vanno messe come decoro finale) e quindi prevedete che in questo modo potrete preparare le porzioni anche con un buon anticipo.

English version
 
The following recipe it is easier as the presentation you can see, I made it just to enjoy my eyes and at the end the result was great!
The most important thing is to use the right shape of pasta, that’s why I used “mezze maniche” and even Cherry tomatoes, here in Sicily thay are delicious, even because the grown thank to the beautiful, warm sun that make this season early Summer!!
Enjoy your week, enjoy your day!!

“CARAMELZED” PASTA with CHERRY TOMATOES, EGGPLANTS and CHEESE
Makes 4 servings
5 oz  of mezze maniche pasta  (De Cecco)
30 cherry tomatoes of Pachino DOP
1 eggplant (we need  8 slices)
1 large clove of garlic
8 slices of fresh  Cheese (I use Sicilian Tuma)
2 Tbsp extra virgin olive oil (I use extra virgin olive oil from Puglia)
½ tsp sugar
Basil
Salt
Pepper
Corn oil for frying

For the eggplant
Wash the eggplant,  with a lemon zester  get eggplant’s pell stripes  and place them in cold water. Peel the eggplant and cut into 8 thick slices and place for at least half an hour in water and coarse salt in a bowl.
Drain and place peel stripes of eggplant on paper towels.
In a saucepan pour the corn oil and bring to fry temperature (now you know that I control the temperature of the oil for frying with the handle of a wooden spoon, dip it in the oil and when it is full of micro bubbles I know it is ready for frying), fry in a fast the strips of eggplant peels , and put them to drain  apart and then dry  well the eggplants  slices with kitchen paper and one or two at a time (because I use Fry in "depth" and that’s why  use small pots) and dip them in oil to fry. As they become golden brown on both sides, drain on a plate with paper towels.
Do not add salt because they were for at least half an hour in water and salt.



Meanwhile wash and cleanse the cherry tomatoes, cut in half and  in a pan pour the extra virgin olive oil, freshly ground black pepper and the garlic with its peel, but crushed, let cook  for a couple of minutes and then put the tomatoes on the cut side in the pan, add salt and cover with a lid, after 3-4 minutes add the sugar (that we need to have a caramel thick sauce) and cover again and cook for another -3-4 minutes, until the bottom get a base of “caramel”. Turn off and put to boil plenty of water, when it boils, add coarse  salt and pour pasta. Cook them “al dente” (two minutes before the cooking time on the package).
Meanwhile, remove the tomatoes from the pan, taking care not to crush them and keep the bottom of the caramelized pan, because as soon as the pasta is ready , pour a few tablespoons of the cooking water and mix pasta in the sauce very well, so you get pasta  well covered with the "caramel" sauce of tomatoes.
In another pan, melt the slices of Cheese and startthe presentation of the dish.
Put on a plate a slice of eggplant, a slice of Cheese and put above, applying light pressure, mezze maniche pasta  vertically, make a layer with the tomatoes . Cover with a slice of Cheese  and follow with a second slice of eggplant, finish with a final layer of tomatoes and the decoration of eggplant’s peel stripes and serve immediately. Trust that as preparation of the dish is quite fast and then the pasta  will still be hot.

If you would like to give a quick passage  in the oven, do not put the stripes of eggplant’s peel (those should be placed as  final decoration), in this case you can even prepare pasta in advance!
ENJOY



25 commenti:

  1. Ommiodiooo!
    Ma è un dolmen!!!!
    Flavia io adoro la tua cucina perchè è sempre verace, solare e piena di sapore!
    Insomma come te!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fai morire dalle risate...in effetti se avessi continuato a scalare.l.potevo farci un trullo ahahahahahah

      Elimina
  2. Carinissima la presentazione e ottimo l'abbinamento con le melanzane, che è una cosa che adoro e non manca mai sulla mia tavola, d'estate!
    Bravissima :)

    RispondiElimina
  3. Questo mese son talmente sotto pressione e stanca che non sono ancora riuscita a lasciare commenti... ma questa tua ricetta non solo è buona da morire, soprattutto per una eggplant addicted come me, ma è anche estremamente fashion. Bella, brava!

    RispondiElimina
  4. Questo mese son talmente sotto pressione e stanca che non sono ancora riuscita a lasciare commenti... ma questa tua ricetta non solo è buona da morire, soprattutto per una eggplant addicted come me, ma è anche estremamente fashion. Bella, brava!

    RispondiElimina
  5. C'è un unico aggettivo possibile: geniale!

    RispondiElimina
  6. Lo posso dire? Che figata! :-D
    Davvero fantasiosa presentazione...e fantastici sapori!

    RispondiElimina
  7. Ma è bellissimaaaaa, davvero elegante e molto originale

    RispondiElimina
  8. certo, gli ingredienti buoni in queste preparazioni "semplici" sono indispensabili ma conta tanto anche la mentalità di approccio! Io sinceramente sia questo piatto che il precedente me li sbaferei così, sulla fiducia

    RispondiElimina
  9. Ma è un piccolo capolavoro! Un piatto che è un piacere da vedere, ma anche e soprattutto da mangiare! Un abbraccio

    RispondiElimina
  10. Sarà per gioco ma hai creato un piatto stupendo! E poi questi ingredienti che da come li descrivi tu pare di sentirne il sapore slurp!

    RispondiElimina
  11. Wow ma che spettacolo!!! Che bell'impiattamento e che golosità, con la tuma e le fettone di melanzana!! ;P

    RispondiElimina
  12. Questo piatto è degno di una laurea in ingegneria! :-)
    Bellissimo Flavia, sei sempre grande ;-)
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie grazie grazie a tutti qua sopra...siete stati troppo gentili e buoni....anzi buonissimi come questa ricettine

      Elimina
  13. Flavia!!! Questo piatto è veramente super ma super! Io penso davvero che presentare a una cena un primo piatto così lascerebbe tutti senza parole. E immagino il sapore...l'abbinamento pasta, pomodoro e melanzane è da sballo.
    Bravissima!
    Un abbraccio ...e grazie ancora per oggi ;-)
    Sandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma figurati, grazie a te per essere passata

      Elimina
  14. Sei una grande. Punto.
    Mi vado a nascondere.
    Tu intanto pensa alla sfida del prossimo mese...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu che ti vai a nascondere?? Ma che dici?? Fai delle cose magnifiche...e mi sa che quella che deve temere di più di pensare alla ricetta del prossimo mese sei tu!!

      Elimina
  15. Madonna che bellezza!
    Io per le melanzane poi farei follie. Ti chiedo: la tuma, che dubito si trovi qui, con cosa si può sostituire?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora ti dico che anche un primo sale va benissimo. La tuma non è altro che il formaggio ancora prima che venga salato e diventi appunto formaggio, quindi un primo sale fresco fresco va benissimo

      Elimina
  16. Diciamo che vedere e leggere la ricetta hai un solo pensioro..perchè non m'invita... ahahaha preso nota spero di farcela un giorno...buona settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molto più facile di quanto tu possa pensare...pensa solo che puoi davvero preparare il tutto prima ed è fatta!

      Elimina
  17. Mamma mia che spettacolo, Flavia!!!
    Altro che giocare con la presentazione, questa ricetta è da sballo!!!
    Mi piace veramente tutto: dalla presentazione (da ristorante) al trattamento dei singoli ingredienti, rispettati perfettamente nella loro natura, e accostati in modo da creare un piatto vincente, bello da vedere e gustoso da mangiare!
    Chapeau, amica mia!!!!

    RispondiElimina
  18. Mah che spettacolo, che bella idea e sopratutto presentata cosi è un' Incanto!!! Mi piace un sacco!!!

    RispondiElimina
  19. Appena l'ho vista questa torretta mi ha dato l'impressione di quei giochini fatti di mille pezzi che devi fare attenzione a togliere uno alla volta senza che tutta la torre crolli. Ecco, è proprio così che lo mangerei. Toglierei un pezzetto alla volta per fare in modo che questa bontà duri il più a lungo possibile. I pomodorini simil-caramellati in padella sono uno spettacolo e uno spettacolo è questa seconda tua ricetta. Tu sei un mito, sappilo! :)

    RispondiElimina