domenica 24 gennaio 2021

TARTE TATIN


Un anno esatto fa Roberta mi ha regalato la ricetta della sua insuperabile Tarte Tatin e beh vi assicuro che è veramente speciale come lo è lei del resto,  se non ci credete andate a leggere il suoi bei blog, Vado a vivere in campagna ( e ci è andata per davvero!!!) e La valigia sul letto  ( e quella magari è su una cassapanca, ma sempre pronta a nuove avventure secondo me).
Ora Roberta dispone di un meleto tutto suo e quindi tra gelatina di mele , sidro e composte varie a casa sua i dolci come la Tarte Tatine ed  Apple pie sono certa non manchino mai. Ma voi immaginate il profumo di casa calda ed accogliente deve esserci nella sua cucina??? Io si e se fossi in lei valuterei l'idea di brevettare un essenza con quel profumo e venderla...io sarei tra i primi a farne un discreto ordine. Ora spero di averle dato un'altra idea per sfruttare le sue mele.
La ricetta vi assicuro che è stra facile il problema che finisce subito...scompare in un lampo quindi ecco... se potete fatene direttamente due al prezzo di una, non ve ne pentirete,  come se non aveste seguito il mio personalissimo consiglio.



TARTE TATIN (di Roberta Cornali) 

Pasta brisèe

175 g di farina 
00 setacciata 
1 pizzico di sale 
1 cucchiaio di zucchero semolato 
115 g di burro freddissimo tagliato a cubetti  
1 tuorlo 
30 ml di acqua freddissima 


Nella ciotola della planetaria ( io uso KitchenAid ) con gancio a foglia ( se avete quello con il bordo in silicone è perfetto per la sabbiatura) mescolate la farina con lo zucchero ed il sale a velocità 1. Aggiungete il burro e sabbiate a velocità 2 per uno/due minuti e versate l'acqua gelata e il tuorlo. Fate amalgamare il tutto a velocità 2-4. Raccogliete l'impasto con una spatola formate una palla e chiudetela in pellicola per alimenti schiacciandola in modo da fornate un disco e riponete in frigo minimo trenta minuti, ma potete prepararlo anche un giorno prima.

Ovviamente potete fare tutto a mano seguendo l'inserimento degli ingredienti come sopra.

Ripieno 

6 mele  ( io uso Pink Lady )
30 g di burro 
2 cucchiai di zucchero semolato 



In più 1 o 2 cucchiai di zucchero di canna Demerara


Sbucciate le mele, privatele del torsolo e tagliatele in 4 spicchi. 
In una padella sciogliete il burro, con lo zucchero semolato e a fuoco dolce fategli prendere colore, togliete dal fuoco e fate intiepidire leggermente. Versate dentro la padella le mele, mescolate e rimettete sul fuoco il tempo che le mele inizino a caramellare, quando iniziano a fare la crosticina spargete lo zucchero di canna Demerarae fatelo sciogliere e spegnete.

Le mele non devono essere cotte del tutto.

Imburrate uno stampo, io utilizzo la mia padella in ghisa della Lodge, e dopo averlo imburrato bene poggio sul fondo un disco di carta forno dello stesso diametro.
Disponete gli spicchi di mela in un unico strato.

Prendete la pasta brisèe dal frigo e su un piano di lavoro infarinato stendetela ad uno spessore di circa 4-5 mm. Stendetela sulle mele e ritagliate i bordi in eccesso aiutandovi con un coltellino affilato o anche delle forbici, e rincalzate un pochino l'impasto dentro ai bordi della teglia e premete bene.
Riponete in frigo il tempo che il forno arrivi alla temperatura di 200⁰C.
Infornate e cuocete per 45 minuti circa. Sfornate la tarte e aspettate alcuni minuti.
Sformate la vostra Tarte Tatin dopo 5 minuti su un vassoio o piatto e consumatela tiepida con della panna montata profumata di vaniglia o anche con gelato alla vaniglia.



Enjoyyy!!!

2 commenti:

  1. Bellissima da vedere (oltre che sicuramente da mangiare).

    RispondiElimina
  2. Oh mamma me lo stavo per perdere!! Che onore Fla, sono commossa! La tua tatin è stupenda e quelle mele caramellate alla perfezione. Sono molto felice che la mia ricetta ti piaccia. Solo una cosa mi renderebbe altrettanto felice: prepararla e gustarla insieme a te, magari nella mia cucina campagnola, magari insieme ad un bel bicchiere di sidro spumeggiante....Un abbraccione, carissima Flavia, a presto. E grazie di cuore.

    RispondiElimina



Utilizzando questo form, e lasciando un commento a questo post, si acconsente al trattamento e all'archiviazione dei propri dati personali da parte degli autori di questo sito. Vedere anche "privacy Policy" in alto nelle pagine