mercoledì 30 novembre 2016

BUCCELLATO- I DOLCI di NATALE SICILIANI

                         

Ci siamo, domani è il primo Dicembre, domenica scorsa è stata la prima domenica di Avvento, io come ogni anno già il giorno dopo il Thanksgiving trasporto su in casa alberi di Natale, scatoloni e presepi dal garage, in modo che l'8 Dicembre possa semplicemente accendere le lucine e godermi l'inizio delle feste. Si tratta di un mezzo trasloco ogni volta, ci metto circa 2-3 giorni a sistemare tutto, e poi ..beh e poi posso finalmente iniziare la mia produzione di dolci e dolcetti, tortellini e menu da organizzare!
E così visto che i Gingerbread sono già a "frollare" da due giorni in un bel contenitore, oggi me ne vado alla pescheria dal mio pusher a fornirmi degli ingredienti che mi servono per fare i buccellati di Natale. Mi piace creare sempre nuove tradizioni da aggiungere a quelle che seguo già e questo dolce di Natale tipico Siciliano, regala dei profumi "antichi" che mi piace invadano la mia casa. Dolci di antiche origine, devono il loro nome ad pani dolci di Natale, di varie forme, grandi e piccole, anche se la mia preferita è quella a forma di ciambella. Il nome deriva dal termine tardo latino buccellatum, cioè bocconi, per la morbidezza che denotano questo dolce ricco di frutta secca. 
Li ho fatti per la prima volta un anno fa, mio padre li ha graditi... speravo li potesse assaggiare anche mia madre, perchè sono certa le sarebbero piaciuti tanto, ma non ci siamo arrivate.. e allora diciamo che quando impasterò la frolla e preparerò il ripieno per quelli di quest'anno sono certa che almeno ne sentirà il profumo.
Bene cari amici che i preparativi abbiano inizio...i miei due alberi sono pronti, i miei due presepi anche.... restano da appendere le ghirlande alla porta d'ingresso e cominciare a regalare alla mia casa il profumo di Natale.


BUCCELLATI di Natale

200 g di mandorle tostate
650 g fichi secchi
200 g noci sgusciate
150 g uvetta sultanina
125 ml di Marsala secco
30 g di pistacchi di Bronte tritati
150 g di miele
50 g scorze di arance candite
1 cucchiaino di cannella
1/4 cucchiaino di chiodi di garofano
150 g di zuccata (zucca candita, verde)
200 g di mandorle tostate*

Mettete i fichi in ammollo in acqua tiepida (10 minuti perchè quelli che ho usato io sono morbidissimi) e poi li mettete su un panno ad asciugare.
In un tegame versate il miele e il Marsala e l'uvetta (che così nel frattempo si ammolla).
Tagliate, intanto i fichi, la zuccata, le scorze di arancia finemente; tritate le noci e le mandorle già tostate. Accendete il fuoco e fate sciogliere il miele nel Marsala; spegnete e mescolate tutti gli ingredienti aggiungendo le spezie e i pistacchi di Bronte. Fate raffreddare, e chiudete in un contenitore e fate riposare tutta la notte, ma vanno bene anche uno o due giorni.

*Mandorle tostate : mettete le mandorle spellate in una teglia e infornate con forno a 200°C per 7-8 minuti 

Per la frolla:

1 kg di farina 00
300 g di zucchero
300 g di strutto a temperatura ambiente
3 uova
100 ml di latte
Un cucchiaio di miele
10 g di ammoniaca per dolci
Semi di vaniglia
Un pizzico di sale

In una ciotola mescolate la farina con lo strutto e il pizzico di sale, aggiungete lo zucchero e le uova, il miele ed il latte, i semini di vaniglia, mescolate bene e aggiungete l’ammoniaca per dolci.
Formate una palla e chiudete in pellicola trasparente e fate riposare almeno un’oretta in frigo.        

Fate i buccellati:
(circa 8 con queste misure e dosi) 

latte e uovo per spennellare
granella di pistacchio e scorze di arancia per decorare

Preriscaldate il forno a 180°C.
Stendete la frolla a strisce lunghe 30 cm e larghe 15-20 cm, mettete il ripieno di frutta secca, lasciando un bordo su entrambi i lati e arrotolate in modo da creare dei salsicciotti, unite le sue estremità in modo da formare delle ciambelle mettendo la parte di chiusura sotto, spostate su una teglia rivestita di carta forno, con l’apposito attrezzo “pizzicate” la superficie, o fate dei taglietti, spennellate con latte e tuorlo, aggiungete granella di pistacchi ed infornate.




La cottura dipende dalla grandezza in cui farete i vostri buccellati, di questa grandezza, in circa 20 minuti dovrebbero essere pronti, ma fate sempre fede al colore della superficie, un bel dorato che vi dice che la frolla è pronta.
Fate raffreddare su una gratella e decorate con le scorze di arancia.
Se volete renderlo lucido basta scaldare del miele e spennellarlo sopra prima di decorare con i canditi.
Conservate coperti da pellicola per alimenti, si mantengono benissimo fino a 3-4 settimane.

E che le preparazioni per Natale abbiano inizio!!



6 commenti:

  1. Meravigliosi! Mi hai fatto venire una gran voglia di prepararli, ma già so che non mi riusciranno belli come i tuoi (e poi qui, canditi e pistacchi davvero buoni me li sogno!).
    Grazie per la ricetta!

    RispondiElimina
  2. Ti tormento. Sai che questa cosa dei dolci natalizi mi sta intrippando da morire??? Guarda il tuo buccellato: un sole. Sono straconvinta che rientri nei dolci preparati in onore del Sole dai contadini: la forma, i colori che richiamano l'oro, la frutta secca...le mandorle simbolo di vita, la forma tonda...quadra tutto. Se ti va vai a vedere la Serpe di Apiro, un dolce marchiagiano, non è tondo, ma dimmi se non ricorda il buccellato. Sono come te: ogni anno una tradizione nuova e col tempo cerco di rubarle tutte perché voglio che il Natale venga festeggiato, che i bambini lo sentano e non aspettino solo i regali...Mi dispiace per la tua mamma: ma sono sicura che le sarebbe piaciuto e sono sicura che di cose buone gliene hai fatte assaggiare tante.

    RispondiElimina
  3. Oh.. che meraviglia!!! Da mezza siciliana, quale sono, ADORO tutti i dolci della amata isola, e sono golosissima di buccellato non l'ho mai preparato ogni anno mi dico: lo faccio e poi rimando..accidenti.

    Se ti fa piacere (a me ne farebbe molto) partecipare al mio Giveaway.. eccoti il link:
    http://www.batuffolando-ricette.com/2016/11/giveaway-il-natale-da-batuffolando.html


    RispondiElimina
  4. Ma perché ogni volta, piena di ammirazione, vorrei imitarti ? I tuoi buccellati sono bellissimi e irraggiungibili, mi sa ...
    Flavia, io penso che le mamme non ci lascino mai . O lo spero ?

    RispondiElimina
  5. Non li ho mai assaggiati ma devono essere favolosi con quel ripieno bello sostanzioso

    RispondiElimina
  6. Stavo pensando proprio in questi giorni di fare i buccellati, e mi sono ricordata di averti visto postare questa meraviglia sulla tua pagina fb. E tu per me sei garanzia di sicura riuscita!!!
    Grazie Fla!!!

    RispondiElimina