lunedì 14 novembre 2016

PESCAMISÚ e il lato sexy "del lato positivo"



C’è un film che ho visto per la prima volta in aereo tornando dal Giappone ben tre anni fa, in inglese “Silver linings Playbook” (Il lato Positivo). È il film dove ho realmente scoperto Bradley Cooper come attore, si lo so che aveva già recitato in tante pellicole cinematografiche, ma non mi aveva mai affascinata così tanto. Poi in “Il lato positivo” la folgorazione, paradossalmente in questo film dove recita un “matto” o meglio un uomo che a causa di un grave esaurimento deve rimettere in piedi la sua vita partendo da una lista di “buoni propositi” (silver linings appunto), con la faccia segnata, imbruttito (sempre che si possa imbruttire uno come Bradley Cooper), debole, indifeso quasi, incompreso, mi sono resa conto che era proprio il personaggio ad avermi catturata. A me è piaciuta tantissimo anche la Lawrence (che poi ha anche vinto un Oscar, manco a dirlo) e tutta la trama del film (l'avrò visto tipo 8-9 volte)!


Starete qui a cercare di capire dove voglio andare a parare e quindi ve lo spiego subito, MTChallenge n.61 questo mese ha come giudice Susy May, che ci ha lanciato la sfida nella sfida proponendoci di variare il tradizionale Tiramisù mettendoci però anche un legame a qualche icona sexy del cinema, inteso come personaggio o scena di un film, o attore/attrice; "sexy" quindi, affascinante, non volgare non eccessivo….. e sono entrata un po’ in crisi, non lo nego, inizialmente proprio per il Tiramisù, perché per me qualsiasi cosa a base di crema al Mascarpone, con Savoiardi o Pavesini, se non contiene caffè e la spolverata di cacao NON può essere chiamato “Tiramisù”, ma è una sfida dove mettiamo in campo, oltre alla nostra esperienza in cucina, anche la fantasia e quindi diciamo che per me questo mese avremo delle “rivisitazioni” tout court!
Superato questo mio “ostacolo mentale” mi sono messa alla ricerca di quel qualcosa di sexy che mi ispirasse questa “rivisitazione-variazione-alternativa”, e si di attori affascinanti è pieno il mondo, di scene conturbanti anche troppe, ma io cercavo qualcosa che mettesse in difficoltà i giudici questo mese, ho voluto ribaltare la situazione.
Ho basato tutto sulla SEMPLICITÁ e ditemi se così non vi spiazzo!!
Molte frasi, molte conversazioni nel film solo per come i due protagonisti si parlano, si urlano, si sussurrano..per me sono sexy, perchè semplici, naturali, normali.
Nella scelta mi è venuto in aiuto, se così possiamo dire, un momento della mia vita che sto subendo in questi giorni, in realtà è più un processo interiore che sto elaborando da due mesi… perché dovermi abituare al fatto che una delle mie migliori amiche, Pat, se ne stava andando dall'altra parte del mondo è stata, è e sarà dura!! Nelle ultime settimane ho fatto di tutto per tenerla su di morale a non abbattersi, perché a Seattle avrà una vita bellissima, ma poi quando l’ho portata all’aeroporto qualche giorno fa è crollato tutto, nel senso che non sono più riuscita a trattenermi e così sono un fiume in piena di lacrime, probabilmente è perché ne avevo bisogno dopo un anno così pesante, con troppe perdite grandi… forse è arrivato il momento dove crollare è necessario, e lo accetto, perché pensare che con Pat non potremo più vederci tutti i giorni a nostro piacimento, che non gireremo più per mercatini, supermercati, non verrà più a casa mia in Ugg e tuta ( il nostro outfit preferito in inverno), non potremo più fare il nostro cineforum ( "Il lato positivo" fu uno dei primi film scelti!)…. Mi mette una grande tristezza…però esiste faceTime, esiste messenger e quindi sarà solo questione di abituarsi a questa nostra nuova dimensione e finché lei non tornerà in vacanza qui o io non andrò a Seattle da lei,  osservare passare un bel US Marine e poterne ammirare le “pesche” non sarà più la stessa cosa, cioè continueremo a farlo eh, ma non potremo essere insieme a scambiarci uno sguardo d'intesa seguito da una fragorosa risata!
Quindi anche io sono giunta ad un punto della mia vita in cui devo fare il mio "silver linings playbook", ed inizio da qui, dalle pesche per il "Tiramisù rivisitato".
Le “pesche” intese come “lato B” di un bel figliuolo ben messo (sexy no?!) sono il segno distintivo mio, di Patrizia e Laura, nel senso che è una delle cose che ci fa più ridere in assoluto, sempre e comunque, e da qui nasce la mia proposta per l’MTCn.61 di Susy, il PESCAMIsù, a base di pesche, e interpretatelo come volete, a me fa stampare un bel sorriso in faccia (e mai quanto adesso ne ho bisogno). Lo dedico a Pat, che è come la chiamo sempre io ed è anche il nome del personaggio che Cooper interpreta nel film, Pat Solitano, che visto in tuta, con un sacco dell’immondizia come gilet per fare jogging, e con una ferita sul naso a voi può non sembrare nulla di che, ma a me come lui guarda Tiffany negli occhi dal primo momento, quando iniziano i primi passi di danza insieme, imbarazzati, e come si muove poi sulla pista da ballo o nella scena finale del film dove c’è una quotidianità, una  normalità finalmente conquistata, la semplicità, la facilità di dire certe parole, sembra il più sexy del mondo.
Sexy  è il principio non il personaggio, lo è il “lato positivo”, lo sono le buone intenzioni, è il trovare il modo di riprendersi la propria vita nonostante tutto, sta poi ad ognuno di noi trovare il lato anche sexy del lato positivo! E comunque se volete andare al SODO, sexy sono pure le “pesche” di Pat Solitano dopo tante ore di ballo e di jogging, CREDETEMI!!!



Cara Pat questo mio MTC lo dedico a noi … per tutte le risate, che ci siamo fatte, per tutte le volte che da delle lacrime di dolore, di gioia, di allegria, di commozione siamo sempre riuscite a tirare fuori il lato positivo …. E W le pesche sempre!!! WE DON'T SAY GOODBYE, WE SAY  WE LOVE PEACHES ahahahahahah



Con questa ricetta partecipo all’ MTChallenge n.61



PESCAMISÚ

Per la crema al mascarpone 

500 g di Mascarpone
2 uova (L) a temperatura ambiente
100 g di zucchero a velo
100 g di zucchero semolato
1 pizzico d sale

Con le fruste (io uso il KitchenAid con la frusta) in una ciotola molto capienete montate a neve ben ferma gli albumi, con lo zucchero a velo e il pizzico di sale. Sempre con la frusta in movimento aggiungete un cucchiaio di metà del peso di Mascarpone. Coprite con pellicola e posate in frigo, mentre in un’altra ciotola montate lo zucchero semolato con i tuorli, fino a farli diventare chiari e spumosi. Sempre con la frusta in movimento aggiungete un cucchiaio alla volta del Mascarpone rimanente.
A questo punto con una spatola, aggiungete un po’ di mix di albumi a quello con i torli e piano piano mescolate delicatamente tutto.

Per i Savoiardi  (ricetta di Iginio Massari da "Non solo zucchero n.1")

(quella sotto è la mezza dose rispetto alla ricetta, e si ottengono 30-32 biscotti)

65 g di tuorli (3 uova grandi) a temperatura ambiente
30 g di zucchero (fine tipo Zefiro)
1/4 di baccello di vaniglia ( i semini raschiati)
scorza di 1/2 limone grattugiata
120 g di albumi (3 uova grandi) a temperatura ambiente
25 g di zuccheri (fine  tipo Zefiro)
40 g di farina 00
40 g di fecola di patate

zucchero a velo per spolverare.

Preriscaldate il forno a 200°C.
rivestite due teglie con carta forno.
Setacciate la farina con la fecola e mettete da parte.
Montate nella ciotola della planetaria (io uso il mio KitchenAid) con la frusta a filo i tuorli con la prima parte di zucchero( i 30 grammi), la vaniglia e la scorza del limone per 12-25 minuti ( io circa 11-12)  a media velocità. In un altro contenitore montate con le fruste elettriche ( Massari consiglia sempre la planetaria, ma io una sola ne ho e quindi per poter fare tutto nel minor tempo possibile, ho utilizzato le fruste elettriche) gli albumi con il resto dello zucchero (25 grammi)a neve.
Incorporate le due masse: prima si amalgama 1/3 di albumi montati NEI  tuorli, (usando un cucciaio a spatola) e si aggiunge 1/3 di farina e fecola, e si ripete per altre due volte, mescolando delicatamente, ma in modo da amalgamare bene tutto.
Mettete una bocchetta liscia diametro 1,5 cm nella sac à poche e riempite questa della massa.
Formate direttamente sulle teglie dei bastoncini di 10 cm di lunghezza. Spolverate con zucchero a velo e cuocete per circa 12 minuti con lo sportello del forno leggermente aperto (mettete il manico di un cucchiaio di legno a fare "spessore" )

Per il PESCAmisù:

Crema al Mascarpone (tenete un cucchiaio di mascarpone montato con gli albumi prima di unirlo ai tuorli da parte per decorare la pesca al centro)
5-6 Savoiradi
3 mezze pesche sciroppate
150 ml di sciroppo delle pesche
2 cucchiai di Rum scuro (io Bacardi Superior)

1 vasetto da 1 litro di capienza

tagliate a spicchi 2 mezze pesche sciroppate.
Mescolate lo sciroppo delle pesche sciroppate con il Rum in una ciotolina bassa. Immergete un savoiardo alla volta e mettetelo a giro sul fondo del vaso. Rimarrà dello spazio al centro dove metterete gli spicchi di pesche sciroppate. con un cucchiaio mettete la crema al Mascarpone sui Savoiardi e sulle pesche, nella quantità che preferite.
Poggiate al centro l'altra mezza pesca e con una piccola tasca da pasticcere in cui avrete messo il cucchiaio di mix albumi montati e Mascarpone, decorate la pesca con un cuore o come preferite.

Mettete in frigo e/o servite.


39 commenti:

  1. ahah no, va bene, solo tu! :-D
    Geniale! Questo MTC mi sta piacendo tantissimo!

    Fabio

    RispondiElimina
  2. Annali' ha ragione ... Ma io sono qui nella hall che cerco di nascondere la faccia che sarà un' autostrada rigata tra mascara e eye-liner messo per una volta in modo decente... Ie pesche sono un codice internos hanno unito hanno anche messo in discussione e hanno commosso come quelle di Jake... Ma questo non lo dimenticherò mai mi sento felice e per me anche se fuori c'è un grigio plumbeo qui su di me c'è il sole della Sicilia e della tua amicizia...non ci saranno i cineforum ma le videochat con tanto di peggio delle ugg e della tuta.... Il mollettone in fronte e la cofana dei capelli...
    Ahahaga... Grazie e ti voglio bene!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco cos'ho dimenticato di scrivere nel post...che ti voglio bene anche io.. e comunque per come avevamo i capelli in videochat oggi....nemmeno un ferro da stiro ahahahhahah

      Elimina
  3. Un bellissimo tiramisù, assolutamente azzeccato con quelle belle e sode pesche, e con la dedica a Patrizia!
    Un piccolo capolavoro in barattolo, assolutamente perfetto in tutto!
    PS. a me Bradley Cooper non dice proprio nulla.. sono buona, te lo lascio ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se guardi il film..ti dice ti dice ahahahhaaj

      Elimina
  4. Non ho visto il film, ma lo farò. E' sempre un piacere leggerti , perchè sei vera . Sai che ho fatto i tuoi savoiardi ?Grazie.
    Per quanto riguarda la tua amica Patrizia , so cosa vuol dire . Ma sai che le amicizie vere resistono al tempo ed allo spazio , ed incontrarsi poi sarà più festa che mai .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so e ti ringrazio...anyway adesso vengo in chat a romperti le sfere per il blog ahahhaah

      Elimina
  5. questo film è fantastico!!! mi piace troppo l'associazione di idee con le pesche, sei unica! Bellissima la dedica, il pescamisù e w l'amicizia!

    RispondiElimina
  6. Sai che non l'ho visto? Rimedierò al più presto anche perché Cooper e Lawrence mi piacciono entrambi tantissimo. Il tuo tiramisù è divino, la pesca ci sta a pennello e quel bel vasetto panciuto sembra fatto apposta per enfatizzare la cremosità del dolce. Brava proprio ben fatto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ti piacciono tantissimo entrambi guardalo perché merita, ripeto, lei ci ha vinto un Oscar! il vasetto...era per dare un senso anche ai lettori maschi..... ha un po' le forme di un lato B "positivo" femminile 😂

      Elimina
  7. Una delle cose che mi dispiacciono di più, da quando ti ho conosciuta, è di non abitare vicino a te. E una delle cose che mi hanno colto più alla sprovvista - non lo sapevo - è stato il trasferimento di Pat e John a Seattle. Alle pesche mi avete iniziata voi, quelle di Jake mi sono rimaste qui visto che non le vedrò mai, ma una cosa la so con certezza: avervi conosciute e abbracciate, aver riso con voi e con Peppy fino alle lacrime, esserci scambiate confidenze è una cosa che terrò per sempre nel cuore.
    Questo PESCAMISU' ti racconta tutta, cara Flavia: racconta il tuo sguardo positivo nonostante tutte le avversità, il tuo essere una donna forte e solare. E che tu abbia la forza di crollare e piangere - perché ci vuole forza anche a concedersi di abbattersi e di elaborare un lutto - mi fa desiderare ancora di più di essere lì con te, per poterti abbracciare e sostenere.
    Ti voglio bene, Fla.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ti voglio bene anche io..e lo sai.... e si magari vivere vicino... non oso immaginare che combineremmo tra pusher, pescivendolo....e pesche ahahahah

      Elimina
  8. Una carissima amica mi ha regalato un vaso di pesche sciroppate che ha prodotto quest'estate. A questo punto s'impone di provare la tua ricetta e per questa domenica, per festeggiare i compleanni di suocera e (in anticipo) il mio, dovevo ancora trovare un dolcino sfizioso per chiudere il pasto...
    Il film non l'ho visto ma mi incuriosisce e me lo cerco subito.
    Grazie per i suggerimenti
    Baci
    Nora.
    PS - Certo che un vaso figo come il tuo me lo devo procurare!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora carissima, se ho trovato io il vaso a Bologna tu ne. Trovi 100 più belli a Bologna.....e come ti invidio l'amica che ti ha regalato un barattolone di pesche sciroppate .....

      Elimina
  9. Mai come in questo momento posso capirti. Affronto il crollo e quel film l'ho sentito assolutamente vicino, come sento vicina te e l'esperienza che stai vivendo. Sì costruiranno nuovi equilibri, ne sono sicura, perché i sentimenti sinceri sanno sempre provare una strada per nutrirsi, fosse anche un tiramisù non convenzionale e molto, molto sexy. Un abbraccio grande, grande :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai scritto bene... i sentimenti sinceri trovano sempre la strada .... salteranno gli ostacoli, voleranno leggeri.... si bloccheranno, ma poi riprenderanno sempre il cammino..... così mi è stato insegnato e così farò.... froze Paola....tutto passa,..anche questo periodo passerà, ti abbraccio

      Elimina
  10. Finalmente ho capito cos'erano 'ste famose pesche! Piano piano ti capisco sempre di più cara Flavia, e mi piaci sempre più, lasciatelo dire! Penso a te e trovo la forza, poi uno dice che se non ci si vede non conta nulla, non è vero! Sei uno dei miei pilastri e spesso mi ispiro a te per trovare forza e ottimismo, insomma Flavia, sei grande!
    Non vedo l'ora di vedere il film e mi hai fatto venire voglia di pesche sciroppate con crema al mascarpone, che stasera preparerò!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh... pensa alle pesche...alla loro forma..facile no?! Comunque i ricordi che ho con Pat ah beh... sono un'infinità di risate e quando non c'ė stato altro che straziassi il cuore lei c'era e non potrò dimenticarlo mai!

      Elimina
  11. Quanti valori e quanti significati nascosti in questo tiramisù... E' molto bello ma quello che hai scritto ancora di più (oltre che divertente) e condivido con te nel dire che la definizione di sexy è troppo soggettiva e nessuno può permettersi di giudicare quella degli altri! E poi, via...Bradley Cooper non è che sia proprio una cozza qualsiasi eh :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bradley non è cozza... no.... e le pesche hanno un loro perchè ;)

      Elimina
  12. Cara super donna, questo tuo tiramisù è una poesia, una dichiarazione d'amicizia vera di quelle che nella vita capitano di rado.
    Qui siete tu e lei e lei e tu....e tutto il resto non conta.
    la tua positività è infinita e credo che questo film sia in linea con il tuo modo di essere e trovo che ci siano delle scene molto sexy, perchè la positività è sexy!.
    il film l'ho amato e lui con o senza pesche è strepitoso.
    Mi hai conquistato il cuore con questo tiramisù, perché oltre ad essere ben fatto è senza alcun dubbio il più carico di sentimento, c'hai messo un mascarpone di sentimento e non poteva che venir fuori un capolavoro!
    Grandissima!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il Mascarpone di sentimento.... ah vedi anche lui ha il suo lato positivo e...il suo lato segggggsssiiiii

      Elimina
  13. Un tiramisù davvero speciale e impregnato di tanto amore!
    Splendido post e spendido tiramisù

    RispondiElimina
  14. hai scelto un film bellissimo, e concordo, è anche molto sexy! E il Tiramisù è pieno di significato e di dolcezza, di amicizia e solare come sei tu!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. disse Acquolina che è come il Sole sta alla Luna....grazie cara

      Elimina
  15. Quanto amore... bello leggere questo tuo post, mi hai riempito il cuore di gioia e le pesche di ciccia ahahaha
    Dai tranquilla, dovrai aspettare solo fino al 13 gennaio, poi Pat torna. Pat torni, vero?
    Parliamo di Bradley adesso, questo film non l'ho visto, ma ho adorato Limitless e lo riguardo sempre, appena posso. Che pesche meravigliose!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. di sicuro con Pat ci vedremo .... non il 13 gennaio ahinoi, ma ci vedremo. In ogni caso già dai primi di gennaio rivedendo tutti voi il livello di gioia sarà altissimo

      Elimina
  16. Di cose da dire ce ne sarebbero tante. Ma, al solito, le sai gia'.
    Cosi come sai anche che la reazione migliore e' quella di trovare un modo per prenderla il meglio possibile. Le pesche non sono solo un antidoto alla tristezza della solitudine, ma anche un modo per ricordarci quanto tu sia preziosa, a me, a Pat e a tantissimi altri, proprio per questa inesauribile carica di think positive che non solo ti rappresenta, ma che intercetta chiunque intercetti la tua orbita. Aggiungiamoci anche che dalle tue mani d'oro escono solo dei piccoli caplavori di bonta', come questo.. e il tiramisu' sexy e' fatto! bravissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e tu sei sempre troppo buona.... perchè mi vuoi bene... so che potevo impegnarmi di più, ma a me va bene così e grazie!

      Elimina
  17. Beh lui ha un bel "lato positivo" direi!!!! Mi piace come attore e come uomo...ed il tuo tiramisù con quel cuore è davvero invitante!!!
    Coplimenti e buon week end

    RispondiElimina
  18. I tuoi sentimenti trovano la strada anche di una persona che come me ti conosce poco. Ti trovo bella e vera. Ti ringrazio. Le pesche sciroppate sono il comfort food della mia nonna materna che mi voleva offrire un dolcino a fine pasto anche se non aveva il dolce. Ancora lo sento quel profumo. Profumo di estate in cui in campagna nei cortili si facevano le conserve. Canto incessante di cicale. Erba profumata. Tempo spensierato. Grazie di questa emozione Flavia! Ti aspetto sempre da me per un abbraccio.

    RispondiElimina
  19. Baker questo è uno dei film che ho amato di più negli ultimi anni. Il tuo post parla di amicizia,di amore...di pesche!!! Sei grandissima!

    RispondiElimina
  20. Bello tutto quello che hai creato: il tuo racconto, il tuo tiramisù associato a quel bonazzo di Coopler. Io in questo periodo me lo sto godendo nei panni del giovane Will Tippin nella serie Alias. Mio marito è amante delle serie televisive piuttosto movimentate, e durante la cena è d'obbligo l'appuntamento con la puntata di Alias (alternata a quelle di "24",altra serie televisiva dove ogni stagione è il racconto di una tranquilla giornata di lavoro del protagonista che dura appunto 24 ore!!!)!Per fortuna che tra spari e inseguimenti ci sono i bei momenti in cui spiccano quei bellissimi occhi azzurri!!!

    RispondiElimina
  21. Posso dire che pagherei per avere un'amica come te qui accanto? sono sicura che ci faremmo un sacco di risate e andremmo a caccia di pesche: è un dono quello che ha fatto incontrare te e Pat e anche se siete lontane siete voi due e sono sicura che nulla cambierà

    RispondiElimina
  22. si scopre poi che gli amici veri sono sempre gli stessi siano dove siano, vicini nella porta accanto o lontani d'altra parte dal mondo, li veda ogni giorno o una volta all'anno! Sono loro i veri amici quelli che non perdi mai! E tu sei così unica come rarra che trovarti è già una fortuna immensa!!!
    E sapì che riccordo ancora e mi viene pure da ridere quando ricordo la storia che ci avevi raccontato del lattoB/pesca... ed io allora non conoscevo la Patrizia ne la Laura!
    Il tuo tiramisù e sexi e lussurioso e se penso al belloccio quello della pesca... beh...
    Sei unica!

    RispondiElimina