lunedì 19 marzo 2018

GNOCCHI ALLA ROMANA




Mi ero ripromessa di rifare almeno una ricetta dei vari THE RECIPE-TIONIST, e con ben tre mesi di ritardo cerco di rimettermi in pari, in realtà questi Gnocchi alla Romana li ho presi da Valentina di Profumo di Limoni, nostra ospite di questo mese, che li aveva “prelevati” da Sara di Pixelicious che è stata la prima THE RECIPE-TIONIST di questo 2018. Quindi potrei dire che prendo due piccioni con una fava, ma NO, ho intenzione di andare a sbirciare nella miniera di ricette di Valentina, tanto direi che arrivare al 15 Aprile di tempo ne ho!!
Agli Gnocchi alla Romana sono particolarmente affezionata perché quando ero bambina me li preparava la mia mamma che non era un’amante della cucina, come invece era ed è mio padre, però questa ricetta apparteneva a lei e quindi lo considero un piatto del cuore. Non so che ricetta e dosi seguisse mia madre, ricordo però che oltre a condirli con burro e Parmigiano spesso li colorava con dell’ottima salsa di pomodori.
Questi nella foto li ho preparati in pochissimi minuti a gennaio quando anche qui in Sicilia, diciamo era Inverno, e quindi adattissimi a quei giorni più freddi e piovosi… ora qui da noi la Primavera è arrivata prepotente, ma so che nel resto d’Italia tra Burian e Burian II l’Inverno non se ne vuole andare.

Ricordate che THE RECIPE-TIONIST di Marzo-Aprile 2018 e Valentina vi aspettano fino al 15 Aprile!!




GNOCCHI ALLA ROMANA (di Sara e Valentina)

1 lt di latte
130 g di burro + quello per la pirofila
250 g di semolino
2 tuorli
50 g di Parmigiano Reggiano grattugiato
70 g di Pecorino Romano grattugiato
sale
noce moscata
pan grattato

Versate il latte in una pentola e portate ad ebollizione aggiungendo 50 grammi di burro, un generoso pizzico di sale e abbondante noce moscata. Quando il latte avrà preso il bollore versate a pioggia il semolino e mescolate energicamente per pochi minuti, fino a che il composto non si staccherà dalle pareti; a questo punto unite subito i tuorli ed il Parmigiano grattugiato e mescolate bene.


Quando il composto sarà omogeneo versatelo su di un piano di marmo bagnato con acqua e livellate la superficie con il dorso di un cucchiaio bagnato (o con le mani se preferite, ma bagnatele spesso) fino ad ottenere uno strato spesso circa 1 cm; fate raffreddare (se lavorate su di un tagliere potete spostarlo in frigo per un’oretta).
Trascorso questo tempo, ribaltate il composto su di un foglio di carta da forno, e con un coppa pasta rotondo dal diametro circa 6 cm ritagliate i dischetti (bagnate sempre anche il coppa pasta).
Imburrate una pirofila, cospargetela con il pangrattato, quindi adagiatevi i dischetti sovrapponendoli leggermente uno all'altro, formando delle file. Fondete i restanti 80 g di burro e versatelo sugli gnocchi; spolverizzate con il pecorino romano grattugiato ed infornate nel forno già caldo a 200° C per circa 25 minuti, fino a che la superficie non sarà sufficientemente dorata e gratinata. Servite caldi.

2 commenti:

  1. Io adoro mangiarli come mio marito ma farli proprio non mi va ...chissà perchè e quindi alle volte li acquisto pronti in una gastronomia ma non sono eccelsi. Bigonarà che inizi.... da qui. Ciaooo e buona settimana.

    RispondiElimina
  2. Ricetta particolare davvero, e molto invitante :)

    RispondiElimina