martedì 31 ottobre 2017

PUMPKIN HAND-PIES- Crostatine alla zucca



Nessuna novità sotto al sole, anche perchè qua oggi è nuvoloso con qualche sprazzo di pioggia ogni tanto, è il 31 Ottobre, è Halloween, ormai ci sono i detrattori di questa allegra festa che alla fine è solo per la sera precedente a quella che da noi è la Festa di Ognissanti, e c'è chi la trova un'ulteriore possibilità di stare con gli amici e divertirsi.
Io amo sia Halloween che Ognissanti, così diverse, ma che trovo così belle proprio perchè così vicine, dai in fondo oggi è e sarà sempre un prefestivo, che male c'è a divertirsi un po' travestendosi o mangiando qualche dolcetto in più??
Non mi dilungo che ho da preparare anche il post del vincitore del THE RECIPE-TIONIST per domani e quindi anche se qui in Sicilia è già un magnifico vedere di rame di Napoli, ossa di morti, e frutta martorana, io vi propongo delle mini pie, piccole crostatine, che in realtà vengono chiamate "hand pies" alla zucca, ricetta perfetta, divertente, facile come spesso lo sono le ricette di Laurel Evans, e questa lo è!!

Alcune note a fine ricetta sulla purea di zucca vi potranno essere utili. 
Buon Halloween per chi stasera festeggerà e buon Ognissanti a tutti.

ENJOYYYYYY



PUMPKIN HAND PIES (di Laurel Evans)

(Per 8 pezzi a me è bastata mezza dose di impasto, ma è talmente buona che se anche la fate tutta potete congelarla)

Impasto

320 g di farina fredda
1/2 cucchiaino di sale
2 cucchiaini di zucchero
170 g di burro freddo e tagliato a cubetti di 1 cm
30-50 ml d’acqua gelata
1 cucchiaio di aceto di mele



Per il ripieno

(idem come per impasto, me ne è avanzato e l'ho congelato)

60 g di zucchero
un pizzico di sale
mezzo cucchiaino di cannella
un pizzico di noce moscata grattugiata
1 tuorlo
110 g di purea di zucca
2 cucchiai (35 g) di latte condensato dolce
1 uovo
1 cucchiaino d’acqua
taglia biscotti a forma di zucca



Per l'impasto:

In un robot da cucina con la lama di metallo mescolate insieme la farina, lo zucchero e il sale. Unite i pezzetti di burro freddi e lavorate rapidamente nel robot fino a ottenere un impasto di briciole grandi quanto piselli. In alternativa, usate due coltelli affilati per incorporare il burro con la miscela di farina.

Versate questo composto in una ciotola capiente e unite l’aceto e 30 ml d’acqua ghiacciata, e mescolate bene con una forchetta. Il composto dovrà essere friabile ma rimanere attaccato se si pizzica tra le dita. Se necessario, unite ancora un po’ d’acqua.

Trasferite su un piano di lavoro e impastate rapidamente finché il composto sta insieme. Formate una palla di impasto, avvolgetela nella pellicola e appiattitela a disco. Mettete in frigorifero per almeno 1 ora (meglio per una notte) prima dell’utilizzo.

Per il ripieno:

Unite in una ciotola lo zucchero con il sale, la cannella, la noce moscata, il tuorlo, la purea di zucca, e il latte condensato; mescolate bene.

Per assemblare:

Su una superficie leggermente infarinata, stendete la pasta in un disco, con uno spessore di circa 3 millimetri e ritagliatevi 16 forme di zucca. Ritagliate delle facce (io ho usato un coltellino dalla lama liscia appuntito) su 8 delle forme di zucca, lasciando le altre 8 intere.

Spennellate le zucche intere con un velo d’acqua, quindi spalmate 1 cucchiaio di ripieno al centro della forma. Coprite con una zucca con la faccia ritagliata, in modo da lasciare scoperta la farcitura solo in corrispondenza della faccia. Sigillate i bordi di ogni zucca prima con le dita poi con i rebbi di una forchetta. Disponete poi le crostatine su una placca da forno ricoperta di carta da forno. Trasferite l’intera teglia in freezer per un’ora prima di procedere con la ricetta.


Scaldate il forno a 190°C. Mescolate un uovo con 1 cucchiaio d’acqua e spennellate le crostatine congelate con questo composto, su alcune ho sparso qualche granello di zucchero di canna. Trasferitele subito nel forno già caldo a 190°C per 12-15 minuti, o fino a ché non saranno dorati.

Sono ottime appena tiepide, ma come ogni buona crostata, pie, o tarte secondo me raggiungono il loro meglio il giorno dopo. 

Nota sul purea di zucca: In America è molto facile trovarla in barattolo già pronta, anche se fatta in casa secondo me non ha eguali, il problema è che da noi le zuccche che troviamo sono molto ma molto più ricche di acqua e quindi quello che otteniamo è un composto molto liquido, per fare queste tortine però ho risolto mettendo il doppio del peso di purea che mi serviva in un pentolino e ho fatto restringere sul fuoco, circa 10-15 minuti, ottenendo così i grammi necessari per fare il ripieno.

P.S. Queste sono finite per direttissima nel bellissimo gruppo Facebook "Pie Donne & Pies"


3 commenti:

  1. Ma quanto sono belline? Tra l'altro ho una serie di cookie cutters a forma di zucca, che ora quasi quasi utilizzo.... non fosse che Halloween è oggi e io me ne vo a Milano :D però lascia che torni e inizio a piare anche io, che fino ad oggi troppo pia sono stata. Poi si ESpia ahahahahahah Anyway, a me la zucca proprio non riesce a piacermi, in ogni foggia e preparazione, quindi le rifaccio di sicuro, ma ci metto dentro dell'altro :D mica ti scoccia?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e perchè mai dovrebbe dispiacermi??? Questa crust si presta benissimo anche per il salato...ma una volta dico una che sia provala con la zucca

      Elimina
  2. Moolto carine! ma il taglia pasta a forma di zucca mi manca.Al contrario di Vale, la zucca io la amo.

    RispondiElimina