venerdì 5 dicembre 2014

CROSTATA CON LE FRAGOLINE DI BOSCO E PISTACCHIO DI BRONTE- WILD STRAWBERRIES AND PISTACHIOS PIE



 
                     Scroll down for English version
 
Credo che riuscire in un’impresa semplice, come ottenere un buonissima crostata di fragoline di bosco ed essere finalmente in grado di decorarla bene dia comunque una grandissima soddisfazione.
Non pubblico nulla di eclatante, ne sono consapevole, ma che vi devo dire?! Il fatto che questa crostata mi sia riuscita così bene mi ha resa orgogliosa, l’ho preparata per una cena tra amici per fare vedere ad alcuni di loro la nostra casa nuova, anche se tra pochi giorni sarà un anno che ci viviamo. Ormai mi sento a casa, la nostra, nella mia cucina, con i miei libri, i quadri…ho già fatto l’albero di Natale, i presepi … sono anche abbastanza organizzata, insomma diciamo che lavorare in cucina sentendomi bene e a mio agio mi rende soddisfatta! Direi che è il massimo!
La frolla è sempre la stessa, la 3-2-1 di Alessandra Gennaro ( ve l’ho detto mi piace provare, ma alla fine sempre da questa ritornerò), le dosi ormai sono impresse nella mente, per fare una buonissima frolla, non devo avere un fogliettino o un tablet per cerare le dosi sul web…è così facile da ricordare e soprattutto da fare, così versatile per crostate, pie e qualsiasi altra base fatta con la frolla che so di non sbagliare ad rimanerle fedele.


CROSTATA CON CREMA E FRAGOLINE DI BOSCO

Per la frolla
300 g di farina di grano tenero 00
200 g burro morbido
100 g zucchero
1 uovo
Scorza grattugiata di 1 limone

Mescolate velocemente il burro allo zucchero, aggiungete la farina e a seguire l’uovo, e la bucccia del limone, amalgamateli bene. Non lavorate troppo per non surriscaldare l’impasto. Formate una palla, schiacciatela leggermente e chiudetela in pellicola trasparente e riponete in frigo, per un paio d’ore (fino ad un massimo di tre giorni, altrimenti riponetela in freezer fino ad un massimo di un mese).
Preriscaldate il forno a 190°C.
Dopo il riposo in frigo, foderate solo il fondo di una teglia da crostata con il fondo removibile da 28 cm di diametro, con carta forno. Spolverate un velo di farina su un piano di lavoro e stendete la frolla (ve ne avanzerà un po’ alla fine, e l’avete solo fatta riposare in frigo e non in freezer, potete richiuderla nella pellicola e porla nel freezer) ad un diametro di circa 32 cm e 4 mm di spessore , spolverate leggermente le frolla e arrotolatela sul mattarello per poi trasferirla e ‘’spiegarla’’ sulla teglia. Premete bene sul fondo e sistemate i bordi. Forate la frolla con i rebbi di una forchetta. Coprite con altra carta forno e poggiateci sopra dei ceci secchi ed infornate per circa 25 minuti. Abbassate il forno a 180°C. La frolla dovrà avere un bel colore dorato intenso.

Per la crema
500ml di latte fresco intero
100 g zucchero semolato
60 g di farina 00
1 cucchiaino di estratto puro di vaniglia
In una casseruola mescolate la farina con lo zucchero e aggiungete piano piano il latte mescolando con una frusta, e l’estratto di vaniglia. Accendete il fuoco e sempre mescolando fate ispessire la crema.
Spegnete e fate raffreddare.

Da aggiungere alla crema
250 ml di panna fresca
2 cucchiai di zucchero
Montate con le fruste elettriche la panna insieme allo zucchero fino a farla rassodare molto bene.
Mescolate delicatamente la panna aggiungendone un cucchiaio alla volta alla crema.

Per finire la crostata
300 g di fragoline di bosco fresche
50 g di pistacchio di Bronte tritato

Poggiate il guscio di pasta frolla sul piatto da portata o su un vassoio, riempite con la crema fino a 4 cm dal bordo, cominciando dal centro riempite con le fragoline di bosco fresche, non riempite fino ai bordi, lasciate un paio di cm per decorare con la granella di pistacchi di Bronte.
La crostata è pronta, ma ritengo che se la si prepara il girono prima e la si ripone in frigo sarà ancora più buona.
















English version

I made something so simple but so well made that I am really proud of me. I was so happy about the wild strawberries pie I prepared last weekend for a dinner that when I finished it I couldn’t believe I made it!
Of course it is something so easy to do but I was so satisfied. I made it for some friends of mine that hadn’t visited my new house yet, even if we live here form last December (2013). Now I feel at home, our home…with our things and I am well organized that cooking and baking is always so full of satisfaxtions.
Now my house is decorated for Christmas and I will show you in few days! 




WILD STRAWBERRRIES AND PISTACHIOS PIE

For the pie crust (by Alessandra Gennaro)

2 1/3 cup all purpose flour
1 2/3 stick  butterat room temperature
1/2 cup caster sugar
1 egg
Grated rind of 1 lemon

Mix the butter with the sugar quickly, then follow the flour, lemon zest and egg. Form a ball and put it in the refrigerator for at least an hour (but it can rest in the fridge even 3 days- or one month in the freezer)
The dough is enough to coat a baking pan (10'') with removable bottom. Put the pan in the fridge half an hour and in the meantime preheat the oven at 375°F.
Cover the cake with parchement paper and dried chickpeas and baked at 350°F for about 25 minutes. I deleted the chickpeas and cool the pastry shell.

For custard
2 eggs
2 cups whole milk
½ cup caster sugar
2 oz all purpose flour
Grated rind of one lemon

Mix  sugar and grated lemon peel, add the eggs, flour and add milk slowly, stirring constantly, and mix well. Put on the heat and stir for 10 minutes, until the cream reaches the right consistency.

1 cup whipping cream
2 Tbsp caster sugar
With electric whisks whipp the cream with sugar and when it is firm mix slowly to the custard.

To finish the pie
2 cups wild fresh strawberries
½ cup chopped pistachios

Put the pie crust shell on a plate and filli t with the cream, decorate the centre with the wild strawberries and at 1 inche form the edges decorate with chopped pistachios.
It is bettere if you prepare the pie the day before to mix well all the falvors.
Enjoy!




10 commenti:

  1. E' una meraviglia Flaviaaaa!! bravissima frolla perfetta e dolce da urlo, proprio di mio gusto :-D :-D

    RispondiElimina
  2. e' davvero bellissima ,e chissà che buona :P
    baci,Patrizia

    RispondiElimina
  3. Eh si, hai proprio ragione ad esserne orgogliosa!!

    RispondiElimina
  4. Passo dolci non posso ma un saluto di buona serata e buona fine settimana lascio volentieri. Abbraccio.

    RispondiElimina
  5. No ma scusa dici poco! Una crostata richiede grande abilità se la si vuole fare buona e bella come questa! Che buone le fragoline di bosco con i pistacchi di Bronte *__* uff la voglio!

    RispondiElimina
  6. E' davvero bellissima! E non è per niente scontato farla così bene, da pasticceria.
    Fortunati gli amici :-)

    Fabio

    RispondiElimina
  7. Fa tastica Flavia, semplicemente fantastica. Se poi nella crema sostituisci la farina con amido di grano (non più di 40 g però), il sapore risulterà ancora più fine e delicato.
    Un abbraccio fortissimo!!!

    RispondiElimina
  8. Scusa Elisa, lo so che sei in vacanza, ma nella ricetta della crema in italiano mancano le uova per caso? Baci

    RispondiElimina