lunedì 28 aprile 2014

CUORE CON CUORE DI MELANZANINE! HEART with eggplant heart!




                                Scroll down for English version
 
L’idea ce l’avevo in testa da tempo. Avevo l’idea, ma non avevo il tempo. Vivendo in città dal mio macellaio di fiducia non ci posso andare più così spesso, e poi per Pasqua si partiva per andare dai miei…., quindi valige da fare, dolci da preparare (Pastiera e cassatelle di Agira in primis). La fortuna vuole che dove stanno i miei vi sia anche una delle macellerie più famose del Nord Italia, Zivieri, e visto che mamma stava telefonando per ordinare delle fantastiche Fiorentine per il 25 Aprile , io ho chiesto il Quinto/Quarto che mi serviva per l’MTC di questo mese…. E per chi non lo sapesse il Quinto/Quarto è tutto quello che di solito si riferisce alle parti “meno” nobili di un animale, le frattaglie! Sono però punti di vista, perché se andate a guardare quello che normalmente crea in cucina Cristiana di Beuf à la mode, la vincitrice dell’MTC scorso che pensava di metterci in difficoltà (ma non ci è riuscita ahahahahahah), e quello che gli sfidanti di questo mese hanno “prodotto”, beh vi renderete conto che il QUINTO/quarto ha a che fare con il 5 per il numero di stelle!!!! Piatti e ricette da grandi gourmet ..altro che “scarti” !
Volevo proporre il fegato alla Veneziana che fa il mio papà, che è di Venezia, in chiave un po’ diversa, ma c’era già chi ci aveva pensato, volevo proporre la ricetta della trippa con le melanzane che fa mia suocera, ma davvero il tempo mi è mancato.
Ma l’idea che avevo da tempo, sono riuscita a prepararla per il 25 Aprile, dopo aver trovato quel paio di ingredienti che mi servivano per completare la mia ricetta, uno al mercato in Clavature a Bologna, anche se assolutamente Siciliano,e l’altro nella dispensa di papà appena giunta dalla nostra amatissima Puglia..il caciocavallo prodotto con il latte delle loro mucche dai nostri carissimi amici che vivono in una masseria del ‘600 vicino ad Alberobello, la famiglia D'Amico!
Mi scuso in anticipo per le foto, ma lo sapete io non sono né brava a fare le foto e nemmeno ho la pazienza che serve per poterne avere almeno un paio guardabili. In più avevo fretta di assaggiare e degustare la mia creazione calda, anche se a posteriori , posso dire che anche fredda è ottima! E poi quel colore violetto che tanto si addiceva ai lillà che in questo periodo inondano l’Appennino dove vivono i miei genitori …. Non potevo non inserirli, anche se non c’entravano un bel niente con la ricetta!
Con questa ricetta partecipo alla sfida dell’MTC n. 38 , e ringrazio Cristiana, perché senza questa sfida, probabilmente il cuore lo avrei sempre e solo cotto come sempre!


CUORE DI MELANZANINE NEL CUORE, con nocciole, pomodori e Caciocavallo

6 fettine sottili di cuore di vitello
6 melanzanine piccole Siciliane
30-40 g di nocciole tostate
1 spicchio di aglio
2 pomodorini rossi
½ cipolletta fresca
2 cucchiai di pangrattato
2 cucchiai di olio extra vergine d’oliva
2 cucchiai di Caciocavallo semi stagionato Pugliese, grattugiato
Sale
Pepe



Preriscaldate il forno a 180°C.
Pestate grossolanamente in un mortaio le nocciole e mettete da parte.
Lavate le melanzanine e asciugatele, fate due taglietti per il lungo e infilateci qualche filetto di aglio. Mettetele su un foglio di carta stagnola , salate , pepate e irrorate un filo d’olio, chiudete a cartoccio e mettete in forno , sulla parte bassa, per 5-6 minuti; aprite il cartoccio e girate le melanzanine, richiudete e passate in forno per altri 7-8 minuti.
Nel frattempo, mettete sul fuoco , in un pentolino, l’olio , con il pepe , la cipolletta finemente affettata, quando sarà appassita aggiungete  i pomodori, privati dei semini e tagliati a cubettini. Aggiungete il sale e fate cuocere una decina di minuti. Aggiungete il pangrattato e mescolando fate assorbire bene il tutto. Spegnete il fuoco e mescolate anche il Caciocavallo.
Prendete le fettine di cuore , stendetele, metteteci sopra un cucchiaino abbondante di mix con i pomodori e il pangrattato, poggiateci sopra una melanzanina ( alla quale non avete tolto il picciolo), chiudete ad involtino con uno stuzzicadenti e passate nelle nocciole .
Mettete gli involtini in una pirofila, aggiustate di sale , una macinata di pepe nero e un filo di olio.
Infornate per circa 10 minuti. Servite caldi …..ma come vi dicevo anche a temperatura ambiente , tagliati in due  sono ottimi da servire come aperitivo!
NOTA: per me era fondamentale che della carne si potesse distinguere bene , oltre che la consistenza, anche il sapore, perciò ho cercato i giusti abbinamenti, per poterlo valorizzare e non coprire, la scelta della cipolletta fresca, e non di una cipolla tipo Tropea, è stata fatta per la dolcezza, il pomodoro, per poter dare la giusta acidità, le nocciole per avere del croccante , senza dare un sapore troppo deciso, come possono invece fare le mandorle…ed infine il Caciocavallo , buono, ma non troppo deciso, come invece sono spesso altri formaggi che di solito tendiamo ad utilizzare .

English version
New challenge for the MTChallenge, I had an idea but I didn’t have so much time, because I went to spend my Easter vacation with my parents. This month the challenge was not so easy to make, because it was about organ meats and all the meat pieces usually we discard form meat! Anyway I love to eat Venetian Liver, and even fried heart, but never made other things or recipes about them.
Where y parents live there is one of  the most famous Butcher in Italy, Zivieri , so qhen they call him to book some wonderful T-bones for the Liberation Day BBQ (on the 25th April), I asked them to buy me even som heart slices , because I wanted to propose as an appetizer my MTC recipe!
Here it is …and trust me…it is very very YUMMY!!!!

MINI EGGPLANTS HEART IN THE HEART, with hazelnuts, tomatoes and Caciocavallo cheese by Cuocicucidici

6 thin slices of veal heart
6 mini eggplants, I used  Sicilian ones
2 Tbsp roasted hazelnuts
1 clove of garlic
2 red tomatoes
½ fresh small onion
2 Tbsp of bread crumbs
2 Tbsp extra virgin olive oil
2 Tbsp Caciocavallo Cheese (I used one from Puglia region)
salt
pepper

Preheat oven to 350°F.
Grind coarsely in a mortar hazelnuts and set aside .
Wash and dry mini egglaplants , make two small cuts for the long thread and fill with some garlic  . Put them on aluminium foil, salt, pepper and a drizzle of extra virgin olive oil , close and  put in the oven , on the bottom , for 5-6 minutes ; open the aluminium foil and turn the eggplants ; put again into the oven for 7-8 minutes.
Meanwhile, put on the fire in a pan , extra virgin olive oil, with pepper, onion , finely sliced ​​, when it dried , add the tomatoes , deprived of the seeds and cut into small cubes . Add the salt and cook about ten minutes . Add the breadcrumbs and mix everything well to  absorb . Turn off the heat and stir well Caciocavallo Cheese.
Take the slices of the heart ,put above a generous teaspoon of the tomato mix, put an eggplant ( which you did not remove the stem ) , close to roll with a toothpick and pass them on the ground hazelnuts.
Put the rolls in a baking dish , season with salt , freshly ground black pepper and a drizzle of extra virgin olive  oil.
Bake for about 10 minutes. Serve hot ..... but at room temperature, they  are great to serve as an aperitif !
Enjoy!

17 commenti:

  1. Devo dire che mi piace davvero tutto di questa ricetta! Grande Fla e bentornata a casa

    RispondiElimina
  2. What a beautiful presentation of a delicious and quite healthy eggplant dish. Blessings dear. Catherine

    RispondiElimina
  3. Un'idea geniale!!! Davvero un modo completamente diverso e alternativo di preparare il cuore, che non so se avrei mai il coraggio di assaggiare, ma fatto così, lo assaggerei sicuramente!
    Grandissima prova, nonostante il poco tempo, e la partenza… ma non è che te l'ha suggerita quel gran cuoco del tuo papà? ;)
    Bentornata!!!!!! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh no! Papà ha solo gustato e offerto gli ingredienti, tranne le melanzane e che mi sono andata a cercare in centro! Però po' SSO dirti che ha gradito!

      Elimina
  4. Mi par di sentir il profumo, i colori poi sono fantastici. Complimenti!!!

    RispondiElimina
  5. Ti assicuro che lo sono anche i sapori! Grazie!

    RispondiElimina
  6. Io la consistenza del cuore non è che l'abbia proprio apprezzata, però magari così...ecco diciamo che lo riproverei volentieri perché il tuo piatto mi ispira un sacco!!

    RispondiElimina
  7. Ottimi ingredienti e una preparazione originale ed appetitosissima. Mangiare questi cuori deve dare una gran bella soddisfazione! Auguri

    RispondiElimina
  8. Alla faccia dell'idea Flavia! Intanto la presentazione è bellissima, e poi questo cuore vien voglia di mangiarlo anche a me che il cuore non piace ;-)
    Complimenti anche stavolta! Un abbraccio

    RispondiElimina
  9. La tua fantasia non ha confini! Sei riuscita a portare nel cuore del cuore...la Sicilia, Alberobello, le nocciole... Insomma: hai un cuore grande!
    Bella la presentazione e smettila di dire che ti vengono male le foto, guarda le mie e ridi!
    Nora

    RispondiElimina
  10. Caspita, e fortuna che non hai avuto tanto tempo per sperimentare. Molto interessante, oserei dire anche invitante anche se io non amo le frattaglie

    RispondiElimina
  11. Ma che meraviglia quelle melanzanine!! Sai che non le ho davvero mai viste? E mi piace moltissimo l'abbinamento cuore-melanzane!
    Però sappi che mi hai incuriosito assai con la menzione della trippa con le melanzane.. deve essere buonissima!!

    RispondiElimina
  12. Grande Flavia! Questo piatto è fichissimo: hai scelto il cuore, stravolgendolo completamente...piatto di casa, ma con tante piccole ricchezze nascoste dentro. Condivido le tue scelte e son contenta quando vedo che dietro ad un piatto c'è un ragionamento. Hai scelto queste piccole melanzane (che a Roma non ho mai visto..7.50 euri al kg...aiuto!) che avranno dato un tocco di morbidezza in più al cuore, che spesso può presentare una consistenza diversa rispetto all'altra carne (come è stato fatto notare da qualcuno nella sfida), l'hai arricchito con tanti sapori scegliendoli con cura...senza che vi fosse nulla che sovrastasse l'altro. E poi non c''è cosa: gli involtini son goduriosi...un po' come le polpette, uno tira l'altro! A questo punto ringrazia tutti per aver collaborato alla ricetta...Zivieri, il papà, gli amici D'Amico, la mamma con la sua cucina...insomma una ricetta a più mani!! Cri

    RispondiElimina
  13. ma come ti vengono, certe idee? col ripieno al contrario, in primis. E le nocciole, il caciocavallo,una gran bella sferzata di sapori e di consistenze... si vede che questa è una ricetta pensata, anche per la cooptazione della squadra che ha contribuito a prepararla: ma l'originalità è niente, in confronto al sapore che devono avere questi involtini: e l'eccellenza delle materie prime fa la differenza, mi sa.. Bravissima!

    RispondiElimina
  14. Grande Fla! nonostante il periodo super incasinato sei riuscita a proporre una ricetta fantastica, piena di ingredienti ricercati con cura e passione! cosa non si trova al mercato di Clavature, eh? ;-)

    RispondiElimina
  15. Ultimamente l'abbinamento nocciole e carne l'ho incontrato in un paio di occasioni e mi è piaciuto moltissimo: Ma questa tua proposta, con il ripieno al contrario, come dice Ale e con il cuore è decisamente originale. Sarei curiosissima di assaggiare....

    RispondiElimina