mercoledì 16 gennaio 2013

PICI "IN SALSA" con uvetta di Corinto e zafferano- PICITHERAPY!!!



                                                   Scroll down for English version


Come dicevo a qualche amica che come me è appassionata di MTC ,  ho scoperto la Piciterapia…. L’impasto è così facile e veloce da fare, così morbido, elastico..che “filare” è rilassante …piacevole, ti permette di lasciarti ai tuoi pensieri più belli!!

Mio padre è Veneziano e uno dei piatti che fa benissimo (oltre a tutti gli altri) sono i bigoli in salsa, e per salsa si intenede semplicemente un soffritto di cipolla con un paio di acciughe, ma credetemi nella semplicità e nella “povertà” di questo piatto sono racchiusi dei sapori molto ricchi, inconfondibili , piacevoli ..io ho voluto “impreziosire” il piatto con dell’uvetta di Corinto che avevo comprato quest’estate durante una bella passeggiata nel centro storico di Catania e qualche pistillo di zafferano preso in Marocco.
Credo che ogni volta che farò i Pici penserò a Patty, la “MTC” di questo mese , perché oltre che facili da fare , sono ottimi , quella loro “callosità” dopo la cottura mi piace tantissimo e grazie all’MTC di gennaio , mi sto rendendo conto di quanto versatili siano J .

 Con questa ricetta partecipo all’MTC di gennaio 2013


mtc gennaio



PICI IN "SALSA" CON UVETTA DI CORINTO E ZAFFERANO


pica1
 

4 cucchiai di olio EVO
3 acciughe
1 spicchio d’aglio

1 cipolla bionda grande

Pepe nero
1 cucchiaio di uvetta di Corinto

Sale
Pistilli di zafferano (alcuni anche per decorare)

 
*PICI: ho eseguito tutto il procedimento come la volta scorsa, ma l’unica differenza sta che appena formati li ho messi su un vassoio per alimenti spolverato di farina di semola e li ho congelati. Per la cottura ho versato i Pici presi dal freezer e gettati  direttamente nell’acqua bollente salata e cotti per circa 5 minuti , praticamente come ho fatto per quelli freschi.
pica6
Mettete in ammollo in acqua tiepida per circa 10 minuti l’uvetta di Corinto.

Mentre preparate la salsa di cipolle mettete l’acqua salata a bollire per i Pici.

In una padellina  versate l’olio evo,  aggiungete  l’aglio e il pepe e mettete a soffriggere; dopo un paio di minuti aggiungete la cipolla finemente affettata e fate appassire per circa 10 minuti mescolando. Aggiungete le acciughe e fatele sciogliere. Asciugate l’uvetta e aggiungetela alla “salsa” di cipolla e cuocete per altri 5 minuti. Aggiustate di sale. Levate lo spicchio d’aglio. Aggiungete 3-4 pistilli di zafferano e un cucchiaio di acqua di cottura dei Pici e fate sciogliere lo zafferano.
Scolate i Pici e condite con la salsa , tenendone un paio di cucchiai da parte per decorare il piatte con qualche pistillo di zafferano.

Buon appetito!!!

English version

 
pica8
 
Today recipe is a new idea for Pici pasta, but the sauce is a typical “seasoning” for Bigoli (a pasta from Venice) , a pasta similar to spaghetti, but homemade.

This is my dad’s recipe (he is from Venice J ) , but I wanted to make this richer adding Corynth raisin I bought last Summer in the old market in town  and sapphron pistils I bought last February in Morocco .
I hope you enjoy with this very easy recipe….. xoxoxoxo

 
PICI in “salsa” with Corynth raisins and sapphron pistils

Pici * (the same execution )

For the sauce:
4 Tbsp EVO (extra virgin olive ) oil
1 big onion
3 anchovies
1 clove of garlic
Black pepper
Salt
1 Tbsp Corynthus raisins (it’s a very little dark raisins)
Some Sapphron pistils (some even to decorate )

 *Pici were frozen, you can prepare them and freeze them and pour in boiling salted water directly from the freezer, you are going to cook them 5 minutes circa , as for the fresh pici.
Soak in warm water for about 10 minutes the Corinth raisins.

While you prepare the onion sauce, put on boiling salted water for cooking Pici.
In a pan pour the EVO oil, add the garlic and pepper and fry for  a couple of minutes, add the finely sliced ​​onion and let dry for about 10 minutes, stirring. Add the anchovies and let them dissolve. Add it to the onion "sauce" and cook for 5 minutes. Season with salti f needed . Lift the garlic. Add 3-4 saffron pistils  and a tablespoon of cooking water from the Pici and melt the saffron.

 Drain Pici and season with the sauce, keeping a couple of tablespoons aside to decorate the  with some pistils of saffron.

Enjoy your meal!

 

 

 

 

21 commenti:

  1. Mmmmmmm adoro la pasta fatta in casa e spesso la congelo anch'io!!!!! Bravissima

    RispondiElimina
  2. ... Te vojo ben... <3... ti basta?
    Nora

    RispondiElimina
  3. Puoi farne quanti vuoi, mia cara , perchè hai come sempre un eleganza speciale per sapori, certo, ma anche per i colori: bella anche la presentazione, proprio per il mix di tonalità
    Un bacio grande

    RispondiElimina
  4. Mai MTC fu più terapeutico...sto per ripiciare anche io, per quanto mi è piaciuto!!!
    Condimento perfetto, cosa aggiungere?

    RispondiElimina
  5. Posso essere lapidaria e definire con un unico aggettivo???... ...preziosi!

    Saluti dall'altro capo del mare

    Fabiana

    RispondiElimina
  6. ma che picio hai creto?fantastici!bacione

    RispondiElimina
  7. Ho letto la tua spiegazione dei pici passo passo. Sono davvero molto semplici da preparare e sia questo condimento che quello precedente mi piacciono molto. Mi segno la ricetta base dei pici così potrò prepararli anche io. Mi piace molto impastare a mano :D

    RispondiElimina
  8. Il sugo di cipolle e acciughe è il mio preferito. Se poi ci mettiamo l'uvetta, lo zafferano e questi pici favolosi direi che siamo in paradiso. Davvero bravissima

    RispondiElimina
  9. ...no, guarda, la perfezione vive da te!
    E mi azzardo a dire che questi, sono i PICI più esotici ed erotici del MTC!!!!

    sei nà grande!

    RispondiElimina
  10. quanto mi piacerebbe assaggiarli, adoro i pici, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  11. Flavia, ma sono bellissimi! Si vede che hai praticato con soddisfazione, se fossimo a scuola alla prova di calligrafia, ti darei dieci e lode!
    Questa tua interpretazione vagamente etnica mi ha fatto venire in mente l'Otello. Non so perché, forse è quest'influenza veneziana arricchita da elementi dolci che ricordano certe preparazioni nordafricane. Vai a sapere. resta il fatto che sono veramente intriganti. I Pici di Otello. Mi garbano un monte! Bacio grandissimo, Pat

    RispondiElimina
  12. Bellissimo piatto, e i pici sono perfetti!
    Un abbraccio,
    Bucci

    RispondiElimina
  13. hai proprio ragione sono rilassanti ^^ e la tua versione me gusta mucho ne sento già il sapore

    RispondiElimina
  14. no senti, sono favolosi..mi piacciono tantissimo e l'abbinamento poi straordinario grande come sempre Fla!

    RispondiElimina
  15. p.s. un piatto anche se povero se c'è amore in quello che si fa è buono come non mai!

    RispondiElimina
  16. Fla, una domanda: com'è che i miei pici erano tutti gobbi e di spessore ineguale e i tuoi sono così perfetti? Mica vorrai vincere, vero? ^_^

    Buonissimo questo sugo e hai ragione: i condimenti più semplici sono anche i più saporiti. :-p

    RispondiElimina
  17. Flavia, i tuoi pici sono bellissimi e il condimento mi piace... ah come mi piace :-)

    RispondiElimina
  18. P.S. anche la prima versione con zucca e prosciutto mi attira parecchio!

    RispondiElimina
  19. Ciao hai ragione la piciotherapy e' un anti stress ottimo ;-)
    I tuoi pici con questa salsa "povera" sono strepitosi

    RispondiElimina