giovedì 21 giugno 2012

GRANITA DI LIMONI- SICILIAN LEMON GRANITA



                                                      Scroll down for English version



Primo giorno d'estate...e fa caaaaaaaaaaaaaaaaaaaaldo!!!
Una buona brioche non sarà mai competa senza la granita e quindi come promessovi ecco a voi la granita di Limone . Che dirvi, ragazzi??  E’ favolosa, dissetante, fresca…la granita perfetta per questi giorni infuocati  di caldo, di estate, di umidità ….. di vacanze.
E’ così buona che la trovo perfetta anche dopo una cena a base di pesce , al posto del sorbetto che non amo invece molto perché troppo “spumoso” ….e quindi tra i vari MUST della mia estate questa granita sarà tra le top-ten.

Buon caldo a tutti, vado ad annaffiare il giardino e a catturare un po’ di fresco.

GRANITA DI LIMONE 

700g acqua
300g zucchero
5 limoni grossi  ( o 7 medi)
1 scorza di limone non trattato grattugiata

Fate sciogliere in un pentolino l’acqua con lo zucchero e fate raffreddare. Nel frattempo grattugiate la scorza di un limone molto finemente ricavate il succo dai limoni  . Aggiungete allo sciroppo la scorza grattugiata del limone e filtrate il succo. Mescolate tutto bene con un frullatore ad immersione per 4-5 minuti. Versate il tutto in una ciotola ( se di acciaio meglio) e mettete in freezer per almeno 5-6 ore. Ripassate il tutto al mixer per un paio di minuti e rimettete in freezer. A questo punto la granita è pronta e la potete servire in qualsiasi momento .


Englih version

Today is the first day of Summer and it's so hoooooooooooooooooooooooot!!!!
As I told you in my last post a good brioche isn’t good enough without a good sicilian granita. The granite I’m going ti post you is a fresh delicious lemon one.
Enjoy!!! 



SICILIAN LEMON GRANITA

2 ¾ cups  water
1 ¼ cup sugar
5 large lemons (or 7 medium)
1 grated lemon rind

Melt  hot water in a saucepan with the sugar and let cool. Meanwhile, grate the zest of a lemon very finely and drawn the juice from the lemons. Add syrup and the grated rind of lemon and strain the juice. Mix everything well with a hand blender for 4-5 minutes. Pour into a bowl (if steel best) and place in freezer for at least 5-6 hours. Brush up on all the mixer for a couple of minutes and put in freezer. At this point the granita is ready and can be served at any time.

Enjoy!!

martedì 19 giugno 2012

BRIOCHES COL TUPPO PER LE GRANITE-SICILIAN BRIOCHES



                                         Scroll down for English version

Per me e maritozzo la stagione estiva è ufficialmente iniziata !!! Domenica siamo finalmente andati al mare, fatto i primi bagni, preso finalmente colore sulla pelle, risalutato il Signor Mario, il proprietario del nostro Lido, rivisto i volti che ogni estate ci fanno compagnia sotto agli ombrelloni….. visto quanto in un lungo inverno quelli che l’estate scorsa erano bambini, ora sono ragazzini…. Quelle che erano ragazzine ora sono giovani ragazze …. Il tempo passa, ma il nostro Lido e il nostro mare sono sempre lì…certezze a cui non vogliamo rinunciare e tanto relax.
L’altra cosa che per noi è l’inizio ufficiale della stagione estiva è la GRANITA… e quest’anno mi sono lanciata alla grande dopo quella di gelsi neri dello scorso anno …e sono così soddisfatta….che ora si fanno in casa anche le brioches col tuppo, quelle che con un’ottima granita Siciliana non devono mai mancare  J .


BRIOCHES COL TUPPO (da Cettina Riviera venditrice Bimby)con * mie modifiche

x 8 pezzi

500 gr farina manitoba 
200 gr latte 
90 gr zucchero * io ne metto 120
10 gr lievito di birra 
2 uova intere 
1 cucchiaino aroma panettone *io ne metto 1 e ½
vanillina * io ho messo 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
e pizzico di sale 
80 gr burro  * a temperatura ambiente




Fate  sciogliere a 40° x 1 minuto vel 3 : lievito latte e zucchero
poi  aggiungete  la farina e con le lame in movimento a vel .3 per 1-2 minuti , aggiungete  un uovo alla volta, l'estratto di vaniglia e l'aroma panettone il sale e il burro . 
5 minuti vel spiga.


Fate  lievitare fino al raddoppio(almeno un’ora)  * io ho lasciato lievitare circa 2 ½ ore
Poi fate  8 palle e 8 palline e mettete  a lievitare x un'ora almeno (io circa 3 ore,comunque fino al raddoppio...dipende anche dal caldo ).
Pennellateli con uovo sbattuto e mettete in forno x 10 min a 180° e 10 min a 160° (*a e sono bastati 15 minuti in totale).


*Con la mia amicaLaura abbiamo anche provato ad usare solo 3 grammi di lievito di birra,  quindi abbiamo fatto il primo impasto alla sera e messo a lievitare a temperatura ambiente, dopo 8 ore circa abbiamo formato le brioches e fatto rilievitare un'altra ora e mezza ed informato. Risultato perfetto… e brioches calde e pronte per un’ottima colazione estiva.


English version

During the hot Summers here in Sicily we usually have lunch with granitas and brioches … now Summer is here, we’ve started to go to the seaside , to sunbath and to eat our preferred granitas.
Here there is the “brioches” recipes and as soon as possible  I’m going to post you granitas recipese…. Do you remember last year when I posted the black mulberries one???



SICILIAN BRIOCHES
x 8 pieces

2 cups  bread flour
¾ cup milk
½ cup sugar
2 tsp  yeast
2 eggs
1 teaspoon “panettone “ flavor (if you don’t find it mix orange, lemon and butter flavors)
1 teaspoon vanilla extract
and pinch of salt
¾ stick butter at room temperature


Melt 1 minute Yeast milk and sugar in a saucepan on fire.
Then add the flour and in a mixer mix at medium speed for 1-2 minutes, add one egg at a time, vanilla extract and the aroma of the salt and butter .
Mix at high speed for  4/5 minutes.

Let rise until doubled (one hour) * I have left to rise about 2 ½ hours
Then make 8 big  balls and 8 little balls  form the brioches and set to rise at least an hour  (I wait 3 hours , until doubled). Brush them with beaten egg and bake for 10 min at 350°F and 10 min  at 325°F ( for me 15 minutes total were enough).

Enjoy!! J

lunedì 18 giugno 2012

SCALOPPINE DI MAIALE E CACAO - COCOA PORK SCALOPPINE



                                                   Scroll down for English version


La cosa di cui sono più contenta per quanto riguarda la ricetta che segue?? Che a me e maritozzo sono piaciute davvero tanto .
Allora le scaloppine al Marsala e al limone le ho sempre fatte , ma se non arrivava MTC di giugno ….mi sarei fermata lì. Invece grazie ad Elisa e a Menuturistico mi si è aperto un mondo.
In questo periodo sono di poche parole, ma sappiate che ho avuto modo di preparare tante buone cose e che piano piano ve le posterò tutte .

Con questa ricetta partecipo all’MTCdi giugno 2012, e visto che ricorre il secondo anniversario di questo splendido challenge e che si iniziò con l’uovo e la tortillas di patate ….. nella foto vedrete un uovino piccino piccino … è solo per un omaggio ad Ale e Dani che con questo “gioco” mi hanno permesso di conoscere tante persone …grazie




SCALOPPINE DI MAIALE E CACAO

300 gr di fettine sottili di lonza di maiale
Burro chiarificato q.b.
½ bicchiere di vino bianco (per deglassare)
½ bicchiere di brodo di carne
3-4 cucchiai di farina
Sale
1 cucchiaio di cacao amaro

Mettete in una padella il burro a rosolare. Passate le fettine di lonza di maiale (io le ho divise in due ) nella farina e mettetele a cuocere nel burro, giratele e quando saranno belle dorate toglietele dalla padella e salatele. DEGLASSATE il fondo di cottura con il vino bianco , lasciate evaporare leggermente e aggiungete il brodo di carne ( il fondo di cucina);  aggiungete il cacao setacciandolo con un colino e fate bollire qualche minuto mescolando con un cucchiaio di legno e fate restringere un po’. Filtrate questa salsina direttamente sulle scaloppine una volta messe nel piatto insieme alle zucchine al forno.


ZUCCHINE AL FORNO (contorno)

4 zucchine
2 cucchiai di olio EVO
Sale e pepe

Tagliate le zucchine per il lungo in 7-8 listarelle ognuna, mettetele in una pirofila da forno e conditele con olio EVO sale e pepe e infornate a 180° per circa 20 minuti, poi copritele con carta stagnola e continuate la cottura per altri 20 minuti.



English version


The thing I'm most happy for the recipe that follows? That hubby and I liked it so much. I’ve always made Lemon Scaloppine and Marsala ones, and I never thought about different way to cook them.
In this period I’m not posting too much on my blog , but anyway I prepared , bake and cooked so many things I’m going to post asap!!!



PORK AND COCOA SCALOPPINE

300 grams of thinly sliced ​​pork loin
butter
½ cup white wine (to deglaze)
½ cup of beef broth
3-4 tablespoons of flour
salt
1 tablespoon unsweetened cocoa powder

Put the butter in a skillet to brown. Dip the slices of pork loin  in the flour and cook them in butter, and turn them when they are beautiful golden remove from pan and add salt. Put scaloppini a part. To deglaze the sauce in the pan add white wine, let evaporate slightly and add the beef broth; add the sifted cocoa powder and boil a few minutes, stirring with a wooden spoon and simmer to reduce slightly '. Filter this sauce directly on the scaloppine once you put them into the serving dish with the baked zucchini.

BAKED ZUCCHINI

4 zucchini
2 tablespoons of extra virgin olive oil
Salt and pepper

Cut the zucchini lengthwise into 7-8 slices for each, put them in a baking dish and drizzle with EVO oil salt and pepper and bake at 350°F  for about 20 minutes, then cover with foil and continue cooking for another 20 minutes .

And enjoy!!!

lunedì 11 giugno 2012

LA PIADINA ROMAGNOLA DI RICCIONE -PIADINAS



                                  Scroll down for English version

Adesso è proprio arrivato il caldo, però quello bello , quello che la sera stai bene fuori in giardino, quello che ti fa pensare alle vacanze da bambina a Riccione, quando la nonna spesso per cena preparava la piadina …buona, veloce , ma soprattutto quella che quando la preparo mi ricorda la mia nonna allegra, simpatica e che la sera mi portava al “baretto” dopo cena per un gelato e che ogni sera si vestiva elegante e nello specchio del “camerino” si “imbellettava”…. Ora quello specchio è nel bagno di casa mia …. E la ricetta delle piadine di Riccione come le faceva lei dopo averle imparate dalle signore di  Riccione nel dopoguerra la preparo spesso io ..pensando a lei, dopo che mio padre le ha imparate da sua madre e le ha passate a me.
E' una ricetta tradizionale per eccellenza ...ingredienti di una semplicità disarmante, niente lievito, niente bicarbonato .... solo acqua (o latte) farina e strutto ..... .

Con questa ricetta partecipo al contest della mia invornitella (termine ovviamente imparato durante le mie vacanze a Riccione) preferita Francy J :



PIADINA ROMAGNOLA di Riccione

Per circa 15 piadine

500 gr farina 00
1 cucchiaio colmo di strutto ( possibilmente genuino e non quello industriale)
Sale
225 gr di latte o acqua circa (dose indicativa, potrebbe servirne qualche grammo in più o in meno)

Impastate in una ciotola tutti gli ingredienti, dovrete ottenere un impasto morbido, per questo la dose del latte è all’incirca. Chiudetelo nella pellicola trasparente e fatelo riposare a temperatura ambiente una mezz’oretta (ma anche due ore va benissimo).
Formate delle palline e stendetele sottili sottili. Mettete su il “testo” per le piadine (ma eventualmente va bene anche una crepiera) sul fuoco e quando sarà bello caldo cominciate a cuocere le piadine , bucherellandole un po’ con una forchetta. Quando inizierà a fare le bolle giratela dall’altro lato. Conservatele al caldo dentro ad un canovaccio di cotone o lino fino a quando saranno tutte pronte per essere gustare con dell’ottimo prosciutto crudo di Parma, del salame, dello Squacquerone (che in mancanza sostituirete con dello Stracchino) e della rucola o insalata.






English version

I don’t know if where you live Summer has a rrived, anyway I know that here it’s Summer, it’s hot , but in the evening is really nice to stay in the garden. In this period I really like to have dinner with Piadine , that’s a kind of flat bread really easy to prepare and to serve with Prosciutto (Parma is better in my opinion), salame and Stracchino Cheese .
This is the recipe that mya grandmother always made when I was on holiday in Riccione, where piadinas are the best in all over the world . She learnt this recipe after second World War , when my grandparents left Venice . My daddy learnt it from her and now I use this “family recpe” and every time I cook piadinas I always think to my Summers in Riccione with granny .



PIADINA
2 cups all purposes flour
1 full TBSP lard (but a genuine good one)
Salt
1 cup milk or water ca

Mix ingredients all together, you have to get a soft dough. Wrap it in plastic wrap and let it rest half an hour (but even 2 hours is good) . Form little dough balls and then roll out the dough very thin. Cook them and then serve with Parma Prosciutto, or salami, or Stracchino cheese or with salad and enjoy!!!

lunedì 4 giugno 2012

THE RECIPE-TIONIST di GIUGNO è:

             
                                          Scroll down for English version


Oggi con immenso ritardo, si perché pensavo a fare vedere agli amici la “casetta” che acquisterò , negli USA, appena vinco il Superenalotto (quando deciderò di giocarci)  vi comunico il THE RECIPE-TIONIST di GIUGNO.

E’ stato difficilissimo decidere e vi lascio qui le motivazione di Fabio ed Annalù che con il loro blog , Assaggi di Viaggio, il mese scorso ci hanno fatto sognare…. Vabbeh , ok…sbavare!!!!

Un grazie come sempre non è solo d’obbligo, ma è proprio sincero , come lo è l’amicizia che da qualche anno mi lega a questi due meravigliosi ragazzi .

GRAZIEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE Annalù e Fabio..e GRAZIEEEEEEEEEEEE a tutti coloro che ogni mese sono presenti al THE RECIPE-TIONIST…vi voglio bene. 
Ok basta la chiudo qui, ma se compro quella casetta…sappiate che i partecipanti al THE RECIPE-TIONIST saranno tutti ospiti per l’inaugurazione della casa J.

Non è stato facile scegliere tra tante bellissime ricette. Vogliamo ringraziare tutti per i complimenti che ci avete fatto e per le scelte. La soddisfazione maggiore è stata che le ricette provate siano venute bene. Da quando abbiamo aperto il blog abbiamo pubblicato ricette sperando che potessero essere utili e che potessero piacere a chi le riproduceva. Con il “THE RECIPE-TIONIST” siamo riusciti nel nostro intento e di ciò dobbiamo ringraziare Flavia. 
Grazie 1000 Flavia ed ecco le nostre scelte:

3. Fornelli Profumati: I panini napoletani: perchè è un classico della cucina partenopea, con cui abbiamo vinto un contest a cui tenevamo tantissimo. Terry li ha realizzati perfettamente come avevamo fatto noi, con tanto di granita di Coca-cola per accompagnarli.

8. Burro e Miele: I peperoni imbottiti  sono uno dei piatti che a casa mia vengono preparati almeno una volta a settimana. Li ha saputi riprodurre, pur modificando leggermente la ricetta, facendoci venire l'acquolina in bocca, come se fosse la prima volta che li vedevamo.

10. Vissi d'arte e ...di cucina: Cristina ha preparatoi bicchieri di zucchine e parmigiano sostituendo solo un ingrediente: la curcuma con la maggiorana, e questa modifica ci incuriosisce enormemente. 

12 . L'eleganza del Polpo: Baccalà alla Livornese su crema di piselli e pomodori confit .Sara ha recuperato una ricetta con cui avevamo partecipato all'MTchallenge, una delle poche con il pesce presenti sul nostro blog. Ha sostituito i ceci con i piselli creando una bellissima versione primaverile.

15. La cucina di Mamma Loredana: Brioche con lievito madre  .Loredana ha preparato le brioches con lievito madre e le ha preparate alla perfezione con degli intrecci che per fortuna ci ha spiegato passo per passo...la prossima volta le copieremo noi da lei.

Una menzione particolare va a tutte le amiche che hanno preparato il Latte brulè (Murzillo Saporitoil Ricettario di Valentinail Colore della Curcuma e quello fuori concorso di il Sorriso vien mangiando) ,forse la ricetta a cui tengo di più sul nostro blog. Sono venuti tutti benissimo, quindi ci è stato impossibile sceglierne uno solo.

Grazie ancora
Anna Luisa e Fabio
  
           Il THE RECIPE-TIONIST di Giugno è :
        


Il testimone questo mese lo passo a Terry, al suo blog e alle sue ricette, perché pochi di voi lo sanno, ma questa ragazza meravigliosa una settimana fa è diventata mamma per la terza volta di Piccipì, e nonostante già dai primi di Maggio fosse in procinto di partorire ha trovato il tempo di dedicarsi al THE RECIPE-TIONIST , ma ha continuato a dedicarsi anche alle altre sue due bambine (poche ora prima di partorire era china sulla macchina da cucire a preprare il vestitino alla sua Giada, per il saggio di danza), a suo marito, a cui prepara ogni sera una cena sfiziosa e ha anche trovato il tempo di preparare le decorazioni per la torta del suo compleanno,  alla sua casa, che è sempre perfetta. Terry è Maltese , parla l’italiano perfettamente e tramite il suo blog ci sta facendo conoscere un po’ delle tradizioni del suo paese , migliorandosi ogni giorno con le ricette del nostro.

Ora correte tutti da Fornelli Profumati e scegliete la ricetta che potrebbe farvi diventare il THE RECIPE-TIONIST di Luglio. J


E' un sogno lo so...ma che sogno meraviglioso!!!




Le vostre ricette:


1. PAsta Picchi Pacchiu di La Ginestra e il Mare
2.Cous Cous con verdurine e polpettine di Alici di Acquolina (FUORI CONCORSO)
3.La BAbuljata di Un'arbanella di basilico
4. Il pesto alla Siciliana di Mamma Loredana
5.Involtini al pollo alla crema di L'eleganza del Polpo
6.Polpette di tonno di Il colore della Curcuma
7. Torta alle rose salata di Pancakes a colazione
8.Pasta alla carrittera di Cocogianni
9.Fluffy pancakes di Zibaldone culinario
10.Cous cous senza glutine di Cardamomo & co.
11.Salsa al formaggio di Il ricettario di Valentina
12. Lasagne di pane Carasau di Chiaccherando stuzzicando
13. Pudina Maltese di Dolce Salato e tradizione
14. Torta Foresta Nera di Pazza per il dolce
15. Torta allo yogurt e albicocche di Murzillo Saporito
16. Tartufini al cocco di Sex and the Kitchen
17. Red Velvet cake di In Gloria's Kitchen



English version

Today I’ m posting the winner of “THE RECIPE-TIONIST” of  June. But I would like to show you which is the stone House I’m going to buy , just in casi I win the lottery, in USA….. I know it’s a dream…but it’s a beautiful dream.

Hugs and love J