giovedì 30 giugno 2011

CHIFFON CAKE PANNA E FRAGOLE- CHIFFON CAKE-WHIPPED CREAM AND STRAWBERRIES



                                                     Scroll down for English version
Il tempo sta passando troppo in fretta, non mi sembra possibile sia già passata una settimana dal mio ultimo post…eppure è così. Incredibile!!!
E’ arrivato anche l’ultimo appuntamento con le (st)renne ai frutti rossi e ci tenevo a postarvi uno dei miei più grandi successi … la Chiffon cake con panna e fragole…. Eccezionale. Sappiate che la base l’ho preparata più di due settimane fa perché dovevo assolutamente provare la teglia da Chiffon cake Wilton (che in Italia è distribuita da Decora) e poi l’ho congelata,. La cosa che più mi ha scioccata è che anche in freezer si è mantenuta soffice. Poi l’altro pomeriggio un invito improvviso e così  l’ho tirata fuori dal freezer, e nel fattempo sono andata a comperare le fragole fresche, la panna e la confettura di fragole…. Un successo. Rimane morbida , soffice, e non necessita di essere bagnata, e per questo è ideale per le torte decorate con la pasta di zucchero.

Scusate se non mi sto facendo tanto vedere, ma sono impegnatissima…stiamo organizzandoci per le vacanze e sto smontanto la casa per le “grandissime” pulizie..perchè al ritorno spero di trovare la casa pulita e in ordine visto che Mou  parte per le vacanze anche lui!!! J


CHIFFON CAKE (Martha Stewart)

285 gr farina 00
300 gr zucchero, un po’ macinato ( io mi sono aiutata con il Bimby)
6 uova XL ( oppure 7 medie)
195 ml di acqua a temperatura ambiente
120 gr olio semi di mais
1 bustina lievito per dolci
8 gr Cremor tartaro
1 pizzico di sale
Scorza grattugiata di limone
¼ cucchiaino di estratto puro di vaniglia ( o 2 cm di bacca)

Forno preriscaldato a 160°

Unite in sequenza : la farina, lo zucchero, il lievito e il sale setacciati in una grossa ciotola, fate un buco al centro e unite ancora senza mescolare l’olio, i tuorli, l’acqua, la buccia del limone e gli aromi e lasciate così, nel frattempo montate a neve fermissima gli albumi con il cremor tartaro. Riprendete l’insieme degli altri ingrediente ed amalgamate con loe fruste elettriche fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. A questo punto unite in due-tre tempi gli albumi, delicatamente, ma molto bene.. Versate il tutto nella teglia di alluminio Wilton per Chiffon cake (con piedini) da 25 cm alta 10 cm, con la regola di NON IMBURRARE O UNGERE MAI , ed infornate nel ripiano inferiore a 160°C  per 50 minutie a 175°C  per gli ultimi 10 minuti. Durante la cottura NON APRITE MAI il forno.
Terminata la cottura prendete lo stampo , capovolgetelo (per questo servono i piedini e per questo la teglia non deve MAI ESSERE UNTA, la torta si staccherebbe e si spatascerebbe miseramente!!!) e lasciatello raffreddare per 4-5 ore (io l’ho lasciato così tutta la notte), con questo sistema ne gioverà il suo interno morbidissimo ed umido. Quando sareà raffreddato rigiratelo e con l’aiuto di una spatola staccate il dolce dalle pareti dello stampo , il fondo di questa teglia è amovibile, quindi sarete agevolati per sformarlo. Capovolgetelo (se necessario la parte rigonfia pareggiatela) e poggiate su un vassoio. Oppure chiudetelo in pellicola trasparente e mettetelo in freezer.

Per la farcitura:
400 gr fragola lavate e tagliate a pezzetti
400 gr confettura di fragole
4 cucchiai di panna montata

400 gr panna montata

Frullate le fragole con la confettura, aggiungete i 4 cucchiai di panna e lasciate riposare.

Tagaliate la Chiffon cake in modo da avere due strati e farci teli con un po’ di purea di fragole, un bello strato di panna e un altro di purea di fragole, ricoprite con una parte di torta e ripetete l’operazione di farcire con purea di fragole e panna. Ricoprite con la torta e rivestite con la panna montata rimasta e decorate con un po’ di fregole.
Hanno fatto il bis e quel po’ di torta rimasto mi hanno detto che dopo due giorni era ancora meravigliosamente buona.

Un bacio grande alle mie (st)renne per queste ennesima bella raccolta. E un bacio grande grande e voi.. ciao Flavia.

English version
The time is passing too fast, does not seem possible has already been a week since my last post ... yet it is so. Incredible!
This is the last appointment with the  reindeers red berries collection and I wanted to post one of my biggest successes during these days ... the chiffon cake with whipped cream and strawberries.. You have to know  that I have prepared the Chiffon cake more than two weeks ago because I had to try the Wilton baking Chiffon cake pan I received as a present and then I got frozen it. The thing that shocked me most is that even in the freezer this cake has remained soft. Then suddenly a call the other afternoon and so I pulled it out of the freezer, and in the meantime I went to buy fresh strawberries, whipped cream and strawberry jam .... A success. Remains soft and tender, and does not need to be bathed, and is therefore ideal for cakes decorated with sugar paste or fondant.
Sorry if I'm not visiting your blogs, but I’m  very busy ... we are organizing for the holidays and I'm trying to order my house for the "huge" clean .. because I hope to come back from holidays and to find the house clean and tidy as Mou  will be on holiday too!


                                                              CHIFFON CAKE

2 ¼ cups  cake (soft-wheat)flour
1 ¼ cupcakes granulated sugar, a little 'ground (I have helped with the Thermomix)
6 eggs XL (or 7 medium)
¾ cup water at room temperature
½  cup canola oil
1Tbsp  baking powder
8 g cream of tartar
1 pinch of salt
Grated lemon peel
¼ teaspoon pure vanilla extract

Preheated oven at 325° F

United in sequence: the flour, sugar, baking powder and salt sifted in a large bowl, make a hole in the center and add even without mixing the oil, egg yolks, water, lemon zest and spices and leave it, in the meantime whip the egg whites very firm with the cream of tartar. Shoot all the other ingredients and mix with electric whips until mixture is smooth and homogeneous. At this point add in two to three times the egg whites, gently but very well .. Pour into Wilton baking pan aluminum cake for Chiffon (with feet) by 25 cm high 10 cm, with the rule of  NEVER GREASE with butter or any oil, lower shelf and bake in 325 ° F for 50 minutes on 340°F for the last 10 minutes. During cooking, never open the oven.

Once cooked, take the mold, turn it upside down (the pins are used for this and for this dish should NEVER BE greased, the cake goes off !) And let it cool for 4-5 hours (I left it all night), with this system it will benefit the interior soft and moist. Turn it again and when it cooled down with the help of a spatula to detach the cake from the mold, the bottom of this pan is removable, so you will be facilitated to transform it. Turn it upside down and place on a tray. Or close it in plastic wrap and place in freezer.

For the filling:
400 g strawberries washed and chopped
400 g strawberry jam
4 tablespoons whipped cream

400 g whipped cream

Blend strawberries with the jam, add 4 tablespoons of whipped cream and let it rest.

Cut  the cake into  two layers in order to get us towels and with a little 'puree strawberries, a nice layer of cream and another of strawberry puree, cover with a piece of cake and repeat the process of stuffing with mashed strawberries and cream. Cover with cake and covered with whipped cream and decorated with the whipped cream.
After two days the only slice survived was still very very good!

A big kiss to my reindeer  friends for these  new fine collection. And a great big kiss to you all .. hugs, Flavia

giovedì 23 giugno 2011

IL SALMONE E LA SALSETTA- A SAUCE FOR SALMON



                                   Scroll down for English version      
Oggi come ricetta per la raccolta delle (st)renne vi posto qualcosa di estremamente facile e siete anche fortunati, perchè da ieri sono impegnatissima per un lavoro e per qualche giorno mancherò dalla blogosfera e quindi oggi sarò anche breve!!
Ho scelto il salmone per la mia ricetta, poichè essendo un pesce un po' grasso necessità di qualcosa che con la sua acidità lo riequilibri, e così ecco a voi una salsetta perfetta!!

SALMONE CON SALSA AI FRUTTI DI BOSCO

x due persone

2 tranci di salmone fresco

1 cup di frutti di bosco (mirtilli, ribes, lamponi, anche congelati )
1/3 cup di marsala secco
2 cucchiai di zucchero di canna
sale e pepe
1 cucchiaio di panna


Scaldate il Marsala e fateci sciogliere lo zucchero di canna. Portate ad ebollizione e versateci i frutti di bosco. Fate cuocere per circa 15 minuti, aggiungete il sale , il pepe e la panna e frullate tutto.
Scaldate molto bene una piastra e quando sarà bollente cuoceteci il salmone. Servite con la salsetta e con delle verdure bollite e leggermente condite con sale e olio Evo.

Spero non vi siate persi le (st)renne che mi hanno preceduta questa settimana con ricette bellissime, Ale e Dani lunedì, Annalù e Fabio martedì e ieri Stefania..... e domani non dimenticate di passare da  Mapi che con le sue ricette ci sorprende ogni giorno di più!


English version
Today, as a recipe for the collection of reindeers I post something very easy and you are also lucky, because since yesterday for a job and I am  busy and  for a few days I’m going to be far from Blogland !
I chose the salmon for my recipe, a fat fish that in my opinion needs for something that rebalances it with  its acidity, and so here comes a perfect sauce for rosted salmon!

SALMON WITH WILD BERRY SAUCE

x two

2 slices of fresh salmon

1 cup  berries (blueberries, currants, raspberries, even frozen)
1 / 3 cup  Marsala wine
2 tablespoons sugarcane
Salt and pepper
1 tablespoon heavy cream


Heat the Marsala and let dissolve the sugar cane. Bring to a boil and pour the berries. Cook for about 15 minutes, add salt, pepper and cream and blend it all.
Heat very well and when a plate is very hot cook the salmon. Serve with this sauce and boiled vegetables light seasoned with salt and extra virgin olive oil. Enjoy!!

lunedì 20 giugno 2011

TONNO- TUNA FISH!!!




                                             Scroll down for English version
E’ stato un weekend veramente bello….rilassante,  ci siamo goduti  uno splendido mare, abbiamo finalmente preso  il sole,  i nostri pranzi sono stati sostituiti  con una fresca e ottima granita, sabato sera lo abbiamo trascorso in compagnia di amici al fresco del loro giardino, domenica piacevolissima, conclusasi con una bella pizza all’aperto…… cosa c’è di meglio? I weekend così ci vogliono, ci servono per ricaricarci in previsione di una nuova settimana , aspettando il prossimo weekend!!
Se poi durante la settimana  vi capita anche questo…. Beh…siamo a cavallo: quando il maritozzo mi ha telefonato per dirmi che gli avevano appena regalato due tranci di tonno freschissimo…non ci credevo!!!! Però quando li ho visti…ci ho creduto…. Erano lì stupendi , freschissimi, meravigliosi e non ho assolutamente avuto dubbi su come cucinarli: nella maniera più semplice possibile, quindi io che non amo il pesce crudo o poco cotto il mio trancio l’ho cotto sulla griglia molto bene, conservando il suo meraviglioso gusto di mare e al maritozzo ho preparato una cosa più sfiziosa , ma non per questo meno semplice da preparare!!!
Essendo lunedì vorrei ricordarvi di passare dalle (st)renne di oggi …Ale e Dani. J



TAGLIATA  DI TONNO CON SEMI DI SESAMO

Trancio di tonno freschissimo
Un cucchiaino di olio EVO
2 cucchiai di semi di sesamo
Sale e pepe

Ungete il trancio di tonno in tutte le sue parti con l’olio, passatelo sui semi di sesamo e cuocetelo su una piastra bollente, per un paiuo di minuti e poi giratelo e cuocetelo per altri due minuti. Salate e pepate. Servitelo tagliato a fette spesse e se piace con un goccio di aceto balsamico di Modena. E buona estate a tutti.



English version
It 'was a really nice weekend .... Relaxing, we enjoyed a splendid sea, we finally sunbathed, our lunches have been replaced with a fresh and excellent granita, we spent Saturday night with friends in the cool of their garden, pleasant Sunday, which ended with a beautiful outdoor pizza ... ... what's better? We often would like to have a weekend like this, we need to recharge our batteries in anticipation of a new week, waiting for next weekend!
And if during the week you receive a present like this…well..it’s even better:  when hubby called me to tell me that he was bringing home  two slices of fresh tuna ... I did not believe it!! But when I saw them ... I believed .... They were beautiful, fresh, wonderful and I have absolutely had no doubts on how to cook them: in the simplest way possible, I do not like raw fish or undercooked so  I grilled mine very well, keeping its wonderful taste of the sea and I prepared for hubby something more tasty, but no less easy to prepare!

 SLICED TUNA WITH SESAME SEEDS

Slices of fresh tuna not too thin
One teaspoon of EVO oil
2 tablespoons sesame seeds
Salt and pepper

Grease the tuna steak in all its parts with the oil, pass it on sesame seeds and cook on a hot plate for 2 minutes, turn it and cook for another two minutes. Salt and pepper .Serve cut into thick slices and like it with a dash of balsamic vinegar. And I wish you all a good summer.


giovedì 16 giugno 2011

GRANITA DI GELSI- BLACK MULBERRY SICILIAN GRANITA



                                             Scroll down for English version
Sembrerebbe che l’estate sia finalmente arrivata…tra l’altro una bella estate, clima temperato, il caldo giusto, senza umidità, con il sole splendente e che la sera ti fa desiderare un golfino, così sei sicuro che riuscirai a dormire senza girarti e rigirarti nel letto. Quello che rende piacevole una siesta sul lettino in spiaggia senza rischiare di ustionarsi….e soprattutto finalmente è arrivato il tempo delle granite..quelle buone, fresche, da mangiare rigorosamente con la brioche col tuppo!!!
Ora, voi sapete che è giovedì, che oggi tocca a me con la ricetta delle (st)renne e la raccolta delle ricette a base di frutti rossi…. Ehm..si..ok..giovedì scorso le (st)renne rosse le ho fatte blu…. J …e oggi le faccio nere J … si perché una delle granite più buone al mondo è senza dubbio la granita di  gelsi neri….. c’è solo una controindicazione….. non finisce subito perché con la sua morbidezza tende a sciogliersi..ma solo perché è irresistibile!!!! J 
Per farvi capire quanto è facile sappiate che è stata la prima volta che ho fatto la granita in casa….. e che ora che mi sono lanciata ho intenzione di lanciarmi con quella al caffè,al limone , al cioccolato, alla fragola, alla pesca, alle mandorle…….. si capisce che è davvero semplicissima da fare??? Sicuramente vi aiuterà avere una vaschetta a doppio fondo, con acqua da poter ghiacciare all’interno, io ho usato la vaschetta che va in freezer della gelatiera (ma non ho usato la gelatiera!!!)….basta avere un buon robot per avere un’ottima purea con l’ingrediente principale.




GRANITA AI GELSI NERI

500 gr di acqua
400 gr di zucchero semolato
450 gr di gelsi neri
3 cucchiai di succo di limone

Scaldate l’acqua per 3-4 minuti,  e versateci lo zucchero, fatelo sciogliere e nel frattempo frullate i gelsi lavati e privati del picciolo. Io li ho frullati nel Bimby, ma va bene qualsiasi robot o mixer; aggiungete lo sciroppo ottenuto con l’acqua e lo zucchero, mescolate bene aggiungendo il succo del limone. Versate il composto in una ciotola (possibilmente di acciaio) e mettete in freezer.  Al momento di servire sarà sufficiente dare una bella mescolata, resterete senza parole da quanto è rimasta morbida.
Servire a gusto con panna montata, ma assolutamente con la brioche col tuppo, che serve per  “l’inzuppo” mano mano che la granita si scioglie!!!

 English version
In these days we’re having   some very good summer days, it’s warm , but not hot, there isn’t heavy humidity, in the evening we need to wear something warm…. It’s wonderful to sunbath on the seaside…. And above all it’s “granita” season. Sicilian Granita is not an ice cream, it’s not a sorbet…..it’s not ice cubes with fruit syrup…… granite is a typical specialty from Sicily and it’s mashed fresh fruit (of coffee..or chocolate)with water and sugar …. And trust me..it’s wonderful.
We use to eat with Sicilian brioche that it’s similar to French bread. I’m going to post soon the recipe!!!
As you know today I post my recipe for Reindeers and red fruits(but last week I posted blue one J…..and today I use black mulberry……. J

Try to prepare your own Sicilian Granita….during the Summer it is a great meal!!!



BLACK CURRANT SICILIAN GRANITA
500 g of water
400 g caster sugar
450 g (2 cups) black mulberry
3 tablespoons lemon juice

Heat the water for 3-4 minutes, and pour the sugar and let it melt in the meantime, mix the mulberry in a mixer for some minutes. Add the syrup made with water and sugar, mix well adding the lemon juice. Pour the mixture into a bowl (preferably steel) and put in freezer. Just before serving, will be sufficient to give a good stir, you will be speechless for how soft  it is, even after a day!!!
Serve with whipped cream, but definitely with the brioche , which serves to "soak while granita melts.
J

It is so easy, that I’m going to prepare it with strawberry, peaches, coffee, chocolate, lemon….. aso!!!

mercoledì 15 giugno 2011

POTATO CHIPS...


                                  Scroll down for English version               
Io purtroppo non ho figli ancora, ma questo non significa che i bambini non mi piacciano, anzi…proprio ieri ho conosciuto alcune amiche “tortare” , tra cui la Ginestra più famosa della blogosfera e anche la piccola Shirley Temple (che oltre ad essere bellissima è anche dolcissima e buonissima), e si parlava di bambini…. Diciamo che alcuni figli di amici mi vogliono proprio bene , come io ne voglio a loro…e nonostante io spesso dica NO a tanti loro vizi e capricci…loro mi cercano sempre….., anzi sabato scorso abbiamo evitato per un pelo la tragedia perché uno di loro voleva assolutamente venire a dormire a casa mia!!! .Penso che questo loro stare bene con me nasca anche dal fatto che io con loro ci parlo, spiego i miei “no” in maniera pulita e lineare, ma anche molto chiara…. . Mi disturbano molto le persone che mi liquidano con un “ Tu non puoi capire…tu non hai figli”…siamo d’accordo che non mi sono fatta nottate insonni con un piccolo mostro urlante, e non sono neanche arrivata ai ferri corti con mio marito fino a rinfacciargli “devo pensare a tutto io….tu non ci sei mai”….  E so anche che non devo scapicollarmi per mezza città a prendere da scuola, portare in piscina, incastrare la lezione di tennis con quella di inglese….  E mi rendo conto che se avessi dei figli (che purtroppo non ho!!!) necessiterei di una giornata di 48 ore…ma di contro….non ho dei sorrisi sdentati al mattino (forse un giorno quando il maritozzo avrà 112 anni…ma comunque ha un’ottima dentatura e la cura anche!!)…non ho nessuno in macchina con me che canti a squarciagola con il finestrino abbassato ( se ci fosse un micronano con me..non mi prenderebbero per completamente pazza…come invece fanno ora quando ascolto YMCA dei Village People!!)…non ho bimbetti che pasticciano con me in cucina…nessuno a cui raccontare le favole…… e mi dispiace molto…MA VI PREGO chi ha dei figli…non dica mai a chi non ne ha “tu non hai figli…tu non puoi capire!!!”….. perché di fronte a voi avete comunque una persona che è  o è stato figlio e che soprattutto è stato bambino….io ci penso sempre….confronto me adulta con me bambina..e quindi so…che passare le ore in giro per negozi che non siano di giocattoli è una GRANDISSIMA ROTTURADISFERE per un bambino…a meno che d’avanti ad una vetrina con i sandali più belli di Prada e Sergio Rossi..voi non siate capaci di incantare quel bambino raccontandogli una storia su quelle scarpe, eviategli questo tipo di passeggiate ; io so quanto è bello avere qualcuno che ti presti attenzione anche per la cosa più piccola del mondo….so quanto ci si possa annoiare al ristorante seduti solo con  persone grandi…. Ma so quanto è bello avere un pezzo di impasto di pizza dal pizzaiolo da impastare mentre i grandi chiacchierano. E so quanto è bello stare in cucina con mamma e papà mentre cucinano e tentare di aiutarli..io lo so anche se non ho figli. Ah… e lo so che ora molti scrolleranno la testa…ma io ai bambini regalo giocattoli..perchè quando ero piccola e mi regalavano un vestito…. Io non ero contenta…avrei sempre preferito un giocattolo!!! J
Tutto questo per dirvi che con la ricetta più banale del mondo che segue partecipo al contest di Gianni per i suoi bambini…nella sezione “per loro”…perché richiede coltello ( e per loro non va bene), olio bollente (e teniamoli alla larga…magari intanto apparecchiano la tavola ) ….. però possono mettere il sale  …e gustare questa ricetta..perchè IO SO che è la preferita di tutti i bambini del mondo (e anche degli adulti)..perchè quando ero bambina e i miei le preparavano…ero la bambina più felice del mondo!!!

Con questa ricetta ho il piacere di partecipare  al contest di Gianni nella sezione "per loro"


                                                
PATATE CHIPS                    

5-6 patate medie
Olio di arachidi per friggere
Sale

Mettete in una pentola dell’acqua a bollire.
Sbucciate le patate, lavatele e tagliatele a rondelle sottili (io non ho la mandolina e neanche mai la avrò…a mano si tagliano benissimo lo stesso!!). Appena l’acqua bolle versate le patate in tre-quattro tempi le patate a sbianchire per circa 2-3 minuti (questo servirà a levare un po’ di amido e quindi ad evitare che le patate restino “collose”),  e mettetele a scolare.


In una padella mettete abbondante olio di semi di arachidi (che è insapore) , quando è bollente (fate la prova con il manico di un cucchiaio di legno e se si formano subito tante bollicine attorno …l’olio è pronto) versateci le patate in due tempi…fatele cuocere e quando saranno un po’ più che dorate, scolatele su carta assorbente..salate…e  buona mangiata.
Essendo così sottili, saranno croccanti e anche gradevoli mangiate non necessariamente calde!!!


English version
Unfortunately I am not a mom(yet), but I like children and I know many of them like me, even if I often say them “DON’T..”… usually I explain clearly them why they don’t do something … and they understand. I really don’t like those parents who say to me that I CAN’T understand because I am not a parent…I know..I’m not a parent , I don’t have to wake up  every  night for a crying baby, I don’t have to drive all day for English , tennis, piano classes…. But I can’t do a lot of wonderful things …because I don’t have a baby…… but please, NEVER say to someone  “you cannot understand because you’re not a parent”…don’t say ….. I’m not (unfortunately) a parent, but I am a daughter…and I was a child…..  When I talk to a child I always thought  what I needed when I was a baby!!!....
And one of children top ten is surely: potato chips!!! (even adults’ one!!!) J

This recipe is for Gianni’s contest about cooking with or for children!!! Hugs everybody, Flavia




 POTATO CHIPS

5-6 medium potatoes
Peanut oil for frying
Sale

Put in a pot of water to boil.
Peel the potatoes, wash and cut into thin slices . As soon as the water boils pour the potatoes for blanching for about 2-3 minutes (this will serve to raise a bit 'of starch and therefore to prevent the potatoes remain 'sticky '), and put them to drain .
Put plenty of peanut oil in a pan ,when it is hot (do the test with the handle of a wooden spoon and when many bubbles are formed immediately around the oil it is ready ...) pour in the potatoes ... and when they are a bit more than golden, drain on paper towels .. salt and eat!!!

lunedì 13 giugno 2011

PROFUMO D'ESTATE...- PASTA+TOMATOES AND EGGPLANTS ..it's summer!!!




                                          Scroll down for English version
Che dire ??? Ho già sentito gli amici (st)renne  a proposito del weekend appena trascorso a GENTE DEL FUD offerto dalla Garofalo. Io benché sia stata invitata ho dovuto con molto dispiacere declinare, anche se spero di poterci essere la prossima volta.

 Ma una bella notizia è arrivata anche a me, collaborerò con MUTTI e la cosa non sarà per nulla difficile dal momento che in casa mia da sempre abbiamo usato Mutti.


Quindi ho pensato che uno dei migliori connubi al mondo siano pasta e pomodoro e da quando vivo qui in Sicilia tutto ciò ha ancora più senso con delle belle melanzane ela mitica ricotta salata, avete capito di cosa parlo vero??? Ma della pasta alla Norma, che l’anno scorso in tempi non sospetti preparai per la sfida di Menuturistico, ma allora non ero una blogger, allora pensavo fosse un’impresa titanica aprire un blog…e invece complice la sfida di MT, complici gli amici bloggers, complice la voglia di sfidarmi…eccomi qui dopo 8 mesi con tantissimi amici in più, VOI, un blog di cui non posso più fare a meno…e tante tante , tantissime soddisfazioni. Vi voglio bene, tanto quanto alla pasta con il pomodoro….. così qui non poteva mancare la ricetta di cui vado veramente fiera…e siamo anche nella stagione giusta per gustarla. Una buona settimana a tutti, Flavia

DELIZIA DI NORMA SOTTO AL VULCANO  di cuocicucidici

300 gr bucatini
700 gr di melanzane "violette" (circa due)
400 gr di polpa di pomodoro a pezzettini MUTTI
40 gr di foglie di basilico fresco
olio EVO
3-4 spicchi d'aglio
1 cucchiaino di zucchero
sale e pepe
15 mandorle spellate
ricotta salata q.b.
Olio di semi di arachidi per friggere

Prendere le melanzane lavarle e levare la buccia, tagliarle a fette e metterle per una mezz'oretta in acqua con una manciata di sale grosso.
Intanto mettere in una pentola un po' di olio EVO uno spicchio di aglio e qualche (4-5) foglia di basilico e una grattugiata di pepe nero, appena il basilico sprigiona il suo profumo eliminare le foglie e aggiungere la polpa di pomodoro con il cucchiaino di zucchero e mescolare, dopo cinque minuti aggiustare di sale e fare cuocere per altri 25 minuti circa, quando è pronto eliminare lo spicchiod'aglio.
Scolare le melanzane, tamponarle con uno strofinaccio pulito e tagliarle a dadini; mettere sul fuoco un pentolino alto e stretto con tanto olio (per friggere uso olio di arachidi) e quando è pronto mettere un po' alla volta i dadini di melanzane a friggere.
In un altro padellino mettere gli altri spicchi di aglio tagliati a pezzetti a soffriggere per 3-4 minuti e spegnere il fuoco. Quando tutte le melanzane saranno pronte metterle a scolare un po' su carta assorbente e unirle all'olio con l'aglio e mettere il tutto in un mixer e frullare , con le lame sempre in movimento aggiungere tutte le foglie di basilico e continuare a frullare fino ad ottenere una crema. Mettere due cucchiai di "pesto" da parte, così come due cucchiai di sugo di pomodoro; unire al restante "pesto" di melanzane il resto del sugo di pomodoro e mescolare.
Nel frattempo cuocere i bucatini e quando sono pronti condirli con il mix di melanzane e pomodori, preparare uno stampo a cupola con all'interno un piccolo stampino a cupola poggiato al contrario, mettere i bucatini conditi pressando un po'quando lo stampo sarà pieno poggiare sopra un piatto con un peso per qualche minuto.... sformare su un piatto da portata togliere lo stampino all'interno e spennellare nella fossetta di pasta il pesto di melanzane che avevate messo da parte precedentemente, riempire con i due cucchiai di pomodoro guarnire con alcune mandorle tostare e grattugiare le restanti sulla forma di pasta, grattugiare tutto intorno la ricotta salata e qualche granello di pepe nero, che ricorda molto i granellini di sabbia lavica ogni volta che il mio bel vulcano Etna decide di fare qualche bella  e coreografica sbuffata.


Con questa ricetta partecipo al contest di Chiara e di Sua Maestà il Pomodoro



 English version

 During this weekend I was invited to join to “GENTE DEL FUD” meeting, that Garofalo organized to start a progect with bloggers. Unfortunately I wasn’t able to go, anyway I knew it was a great success. Garofalo is a very important PASTA factory in Gragnano .

Anyway during the weekend I had good news, MUTTI decided to collaborate with my blog, and this is a great new, because in my family we have always used MUTTI wonderful products


In my opinion Tomato sauce and Pasta is one of the best wedding in the universe, and you have to know that if you come here to Catania the most famous pasta is NORMA one , with eggplants and a typical salted ricotta cheese…. NORMA is the title of one of the best known Vincenzo Bellini’s Opera…. Bellini was from Catania. Last year when I wasn’t a blogger I create this version of NORMA pasta and now that my blog is 8 months old, that I got so many fabulous new friends , YOU,  I decided to post you this recipe that makes me so proud!!!! I love you all and wish you a special happy weeke, hugs Flavia

 NORMA PASTA VOLCANO by cuocicucidici





300 g pasta (bucatini)
700 grams of eggplant "purple" (2)
400 grams of tomato pulp into small pieces MUTTI
40 g fresh basil leaves
EVO oil (for sauce)
3-4 cloves garlic
1 teaspoon sugar
salt and pepper
15 blanched almonds
 salted ricotta cheese.

Peanuts oil for frying



Wash eggplants and remove the peel, slice and put them in water for half an hour with a handful of salt.
Meanwhile, put in a pot a bit 'extra virgin olive oil a clove of garlic and a few (4-5) basil leaves and grated black pepper,  just when basil  released its perfume remove the leaves and add the tomato pulp (MUTTI) with teaspoon of sugar and stir, after five minutes add salt and cook for another 25 minutes, when ready  remove the garlic clove.
Drain the eggplant dry with a clean cloth and cut into cubes, put  on the stove top a saucepan and  narrow with a lot of peanuts oil and when ready, add a bit 'at a time to fry the diced eggplant.
In another pan put the other cloves of garlic cut into small pieces and fry for 3-4 minutes and then switch off . When all the eggplants are ready drain them a bit 'on paper towels and combine them with the garlic oil and put everything in a blender and blend, while blending add all the basil leaves and continue to whip until creamy. Put two tablespoons of eggplants "pesto" aside for final decoration, as well as two tablespoons of tomato sauce, combine the remaining "pesto" with tomato sauce and mix.
Meanwhile cook the pasta and when ready mix it with the eggplant and tomato mix, prepare a mold dome with a smaller one inside  resting on the other hand, put the pasta pressing a mold will be filled based on a plate with a weight for a few minutes .... unmold on a serving plate and remove the kittle mold inside, decorate the “hole”  with  the eggplant pesto that you had previously set aside,  and  fill it with  the two Tbsp tomato, garnish with some toasted and grated almonds, grating all around the ricotta cheese and a pinch of black pepper, which resembles grains of sand lava every time my beautiful Etna volcano decides to do some beautiful choreography and snort
.



giovedì 9 giugno 2011

MAIALE AI MIRTILLI- BLUEBERRY PORK!!! le (st)renne in rosso le faccio blu!!!!


                                              Scroll down for English version
Ve l’avevo detto nell’ultimo post che le (st)renne son tornate,  e non pensate che l’idea dei frutti rossi sia nata dal fatto che NON ci vergogniamo neanche un po’ con le no(st)re folli idee e neanche da fatto che in questo periodo , se il tempo lo avesse permesso, avremmo preso la prima “bruciatura” da abbronzatura al mare…… è solo che se non sfruttiamo adesso i kg di ciliegie, di fragole, lamponi, mirtilli &co quando dovremmo farlo????

Sapete già che da lunedì con Menuturistico, Assaggidiviaggio, Cardamomo&co e Laapplepiedimarypie  abbiamo ripreso con le (st)renne…prima delle vacanze estive.. a proposito dove andate??? Noi abbiamo già prenotato, studiato la Lonely Planet, scelto quali valigie portare…insomma mancano solo 43 giorni……  ma di questo vi parlerò in un altro post, statene certi…. Vi anticipo solo che ho intenzione di portare due valigie vuote….. da riempire per il ritorno!! J


MAIALE CON I MIRTILLI

400 gr di fettine di lombo di maiale
175 gr di mirtilli freschi ( o anche congelati da freschi)
4 scalogni
3 cucchiai di liquore di mirtilli
2 cucchiai di Brown Sugar
1 noce di burro
1 cucchiaio di olio EVO
1 cucchiaio di amido di mais sciolto in un cucchiaio di acqua
3 foglioline di menta fresca
Sale e pepe

In una padella larga mettete a rosolare il burro, l’olio EVO e gli scalogni affettati sottili , dopo 5 minuti aggiungete i mirtilli, il Brown sugar, la menta, il sale e il pepe . Dopo 7-8 minuti levate due cucchiai di mirtilli dalla padella (vi serviranno per la decorazione finale). Dopo altri due minuti, togliete tutti  i mirtilli e mettete nel tegame le fettine di lombo, fatele cuocere e nel frattempo frullate i mirtilli e versate la salsa ottenuta sulla carne. Dopo 5 minuti sfumate con il liquore di mirtilli e poi aggiungete l’amido di mais. Lasciate cuocere circa un quarto d’ora . Se volete potete servirlo su un letto di patate lessate a dadini e decorare con i mirtilli messi da parte e qualche fogliolina di menta.











English version
I told you  in the last post that  reindeers are back, and do not think that the idea of ​​soft(red) fruits is born from the fact that we are not ashamed one bit 'with our crazy ideas and even by the fact that in this period, if time had permitted, we took the first "burn" from tan to the sea ... ... it's just that if wedon’t use now kilograms of cherries, strawberries, raspberries, blueberries & co when we do it ??
You already know that from last  Monday through Menuturistico, Assaggidiviaggio, Cardamomo&co Laapplepiedimarypie reindeers are going to post you soft red fruits recipes before the summer holidays .. Where are you going on Holidays?? We have already booked, studied the Lonely Planet guide, we already chose which suitcases to bring with us ... so there are only 43 days ... ... but I will talk about this in another post, make no mistake .... I only tell you  that I'm going to bring two empty suitcases ... .. to be filled for the return!
J

 BLUEBERRIES PORK

400 grams of sliced ​​pork loin
175 grams of fresh blueberries (or frozen from fresh)
4 shallots
3 tablespoons blueberry liqueur
2 tablespoons Brown Sugar1 knob of butter
1 tablespoon extra virgin olive oil
1 tablespoon cornstarch dissolved in a tablespoon of water
3 fresh mint leaves
Salt and pepper

In a large pan, let brown butter, olive oil and  sliced ​​thin shallots, after 5 minutes add the blueberries, Brown sugar, mint, salt and pepper. After 7-8 minutes raised two tablespoons of blueberries from the pan (you will need for the final decoration). After two more minutes, remove all the blueberries and put the slices of loin in the pan, and cook them, in the meantime blend the blueberries using an hand mixer  and pour the sauce over the meat. After 5 minutes, deglaze with blueberry liqueur and then add the cornstarch. Let cook about 15 minutes.
If you want you can serve on a bed of boiled chopped potatoes  and garnish with blueberries and set aside and a few leaves of fresh mint.