venerdì 29 aprile 2011

ROYAL WEDDING: CHOCOLATE BISCUIT CAKE, on Her Majesty's secret service!


                                      Scroll down for English version
Il gran giorno è arrivato, fervono i preparativi, i fioristi hanno già addobbato Westminster, i paggetti sono vestiti da grande cerimonia, le tavole sono già imbandite, William si appresta ad uscire di "casa", la Regina è già pronta con il suo bel cappellino in tinta con l’abitino, e nel'attesa sorseggia una tazza di tea , Kate sta indossando il suo abito, tra poco sarà pronta per le foto ufficiali....e poi .....beh un momento, riavvolgiamo il nastro!!!!

Noi agenti segreti , al servizio di Sua Maestà Britannica, sono settimane che lavoriamo, che organizziamo, che monitoriamo... che ci scambiamo mail, e finalmente anche per noi è arrivato il giorno , ...no, non il giorno del matrimonio reale..bensì il nostro giorno , il giorno dell'Operazione CHOCFINGER!!!!
I migliori agenti segreti della blogosfera si sono dati appuntamento per pubblicare tutti insieme la Chocolate Biscuit Cake..per William, lo sposo, il nipote della Regina.... è il suo dolce preferito, l'ha presteso sulla tavola dei dolci per il party che ci sarà per gli amici, così noi OGGI abbiamo pensato bene di proporre a tutti la ricetta più facile, più veloce e soprattutto più golosa in assoluto..quella di ALE.
Ora io passo e chiudo...all'agente 007 , lui ,il mitico, James Bond...che si occupi lui della sicurezza per il Royal Wedding...io scusate , vado a seguire le nozze reali...come feci 30 anni fa , da bambina ....seduta sul divano, e non ditelo a nessuno...sorseggerò il mio tea inglese al Bergamotto comprato a Londra e una fettina di Chocolate Biscuit Cake di Ale...impossibile resistere!!!!
Buon Royal Wedding a tutti e W GLI SPOSI!!!!!

PRINCE WILLIAM’S CHOCOLATE BISCUIT CAKES (ricetta presa da Menuturistico)
Per uno stampo da 20 cm di diametro

1 pacchetto di digestive McVities al cioccolato fondente 
250 g di cioccolato fondente, tagliato a pezzettini
250 ml di panna fresca da montare, non montata



Imburrate la teglia e rivestitela di carta da forno, con l'avvertenza di farla trasbordare un pò
Spezzettate i biscotti in pezzi grossi (tagliateli a meta, al max in quarti) e metteteli direttamente nella tortiera, alla "come viene viene". (io ho versato un po’ di ganache sul fondo , poi ho messo i biscotti e poi ho versato tutto il resto della ganache). 
Spezzettate il cioccolato e mettetelo in una terrina
Scaldate la panna, portatela quasi al punto di ebollizione e poi versatela sul cioccolato: mescolate subito con una frusta, mentre il cioccolato si scioglie e continuate a mescolare, fino a quando avrete un composto liscio e denso. 


Versatelo sopra i biscotti, battete la teglia sul piano di lavoro in modo da non lasciare bolle d'aria e poi mettete in frigo, sul ripiano più alto, per 4 ore
Trascorso questo tempo, rovesciate lo stampo su un piatto (non sarà quello da portata e poi vi spiego perchè): togliete via la carta da forno e, con la ganache che resterà sulla carta, finite di rivestire completamente il dolce. 
a questo punto, la ricetta dice di passarlo in frigo per un'altra ora e poi di servirlo, tagliato a fette. 
Secondo me, è meglio passarlo in freezer per un quarto d'ora, mezz'ora al massimo (reparto fast freeze, ovviamente): in questo modo, sarà molto più facile tagliarlo. 

NOTA: io poi ho ricoperto con un po' di ganache per rifinire la torta e messo una coroncina di pasta di zucchero ricoperta con zucchero!!!

English version 
The big day has arrived, preparations are underway, the florists have already decorated Westminster Abbey, pageboys clothes are great ceremony, the boards are already full of food, William is getting ready to leave "home", the Queen is ready with her fabulous hat, and in ' wait she’s drinking a cup of tea, Kate is wearing her dress, she will soon be ready for the official photos, then ....wait, wait a moment ...., rewind the tape!!
We are secret agents on her  Majesty’s service, they are weeks that we work in secret, we hold that monitor ... we exchange emails, and finally the day has come for us ... no, not the actual wedding day .. but our day for “CHOCFINGER” !!
The best secret agents of the blogosphere have gathered together to publish the Biscuit Chocolate Cake .. William, the husband, the grandson of the Queen ....yes , this  is his favorite dessert, he pretended this cake  on the table  for the party that there will be for friends, so today we decided to offer to all the recipe easier, faster and above all more tempting than ever .. ALE’s one!
Now I am over and out ...it’s Agent 007 moment, he, the mythical James Bond ... he who is concerned with security for the Royal Wedding ... I'm sorry, I'm going to follow the royal wedding like I did ... 30 years ago as a child .... sitting on the couch, and do not tell anyone ...I’m going to drink  my Earl Gray English tea, bought in London and a slice of Chocolate Biscuit Cake  ... impossible to resist!!
Good Royal Wedding to all of you and long life the newlyweds!!!





PRINCE WILLIAM’S CHOCOLATE BISCUIT CAKE (recipe by Menuturistico)
For a 9’’ inches diameter


 .

After this time, the mold upside down on a plate (not the one to reach and then I'll explain why): Take away the baking paper and, with the ganache that will remain on the card, finish the cake to coat completely.
At this point, the recipe says to put in the fridge for another hour and then serve, cut into slices.
I think it is better to go in the freezer for fifteen minutes, half an hour at most (fast freeze department, of course): in this way, it will be much easier to cut

1 packet of dark chocolate digestive (I  used McVities)
250 g of dark chocolate, chopped
250 ml of fresh heavy cream
Butter the pan and line with parchment paper, with the warning to make it a little trans
Break the biscuits into large pieces and put them directly into the pan, the "as it is coming."
Chop chocolate and place in a bowl .
Heat the cream, bring to almost boiling and then pour it over chocolate, stir quickly with a whip, while chocolate melts and continue stirring until you have a smooth and dense.
Pour over the biscuits, strike the pan on the work surface so as to leave no air bubbles and then put in the fridge, on the top shelf, for 4 hours

mercoledì 27 aprile 2011

L'MTC DI APRILE E GLI GNOCCHI AL SEMOLINO!!! SEMOLINA GNOCCHI!


                             Scroll down for English version
Ebbene si anche questo mese sono riuscita a creare una ricetta per L'MT challenge. Paradossalmente la vincitrice di Marzo, Stefania de l'ArabaFelice, aveva scelto gli gnocchi alla romana, quelli di semolino, che la mia mamma quando ero bambina , mi preparava spesso e che a me piacevano tantissimo.... ebbene arrivata alla mia età non li avevo mai fatti!!! Credevo fossero tanto buoni quanto complicati da fare.... e come sempre mi sbagliavo!!!!
Ho confrontato la ricetta di Stefania con quella che avevo io e le differenze erano davvero poche, così mi sono decisa e per l'MTC ho creato un condimento sfizioso: una salsetta di cipollina e acciughe e Tuma fresca , che ho ricevuto in regalo a Pasqua al posto dell'uovo di cioccolato!!!!
Sono facili, gustosi e risolvono un pranzo o una cena, anzi li si prepara la mattina o la sera prima, li si mette in frigo e la sera seguente basta metterli nel forno caldo..et voilà......


Questa ricetta partecipa all'MTC di Aprile

GNOCCHI DI SEMOLINO CON ACCIUGHE E TUMA

Per tre porzioni:

 1/2 litro  latte (va bene anche parzialmente scremato)
125 gr semolino di grano duro
1 tuorlo
25 gr burro
30 gr Parmigiano Reggiano grattugiato
sale

Portate  in un pentolino il latte ad ebollizione con un pizzico di sale , versateci il semolino a pioggia e mescolate per circa 5-6 minuti. Spegnete il fuoco ed aggiungete il burro e il Parmigiano, mescolate, aggiustate di sale, fate intiepidire ed aggiungete il tuorlo. Stendete il composto su un foglio di carta forno fino ad uno spessore di 1 cm e poi con un tagliabiscotti tondo (o un bicchierino) formate gli gnocchi. Poggiateli su una teglia e condite.

SALSA DI ACCIUGHE E CIPOLLINA FRESCA

 1 cipollina fresca
3 acciughe
1 cucchiaino di olio Evo
1 noce di burro
           
Mettete in un pentolino l'olio e il burro, aggiungete la cipollina tagliata finemente e dopo tre minuti unite le acciughe, fatele sciogliere e condite gli gnocchi.

Completate con tocchetti di Tuma fresca , o in mancanza di questa sostituite con della caciotta fresca e una macinata di pepe nero. Mettete in forno già caldo a 180°-200° C per circa 10-15 minuti.
                                             
English version










Well  even this month I was able to create a recipe for the MT challenge. Paradoxically, the winner of March, Stefania (ArabaFelice blog), chose the “romanesco gnocchi” , those meal that my mom often prepared when I was a child, and that I liked a lot .... Well come to my age I had never done them! I thought they were as good as complicated to do .... and as always I was wrong!!
I compared the recipe that I had with Stefania’s one there were very few  differences, so I decided for  MTC to  create a tasty sauce: a sauce of little Spring onions and anchovies and fresh Tuma (it’a a Sicilian fresh cheese), that  I received as a gift at Easter instead of chocolate egg!!
They are easy, tasty and fix lunch or dinner, or rather you could prepare them in the morning, you place them in the fridge and then just put them in the oven ..et viola…they’re ready!!  



GNOCCHI WITH ANCHOVIES  AND TUMA CHEESE
(Three portions)
 1 / 2 liter milk (skimmed is fine too)
125 g semolina
1 yolk
25 g butter
30 grams grated Parmigiano Reggiano
salt
Bring the milk in a saucepan to a boil with a pinch of salt, pour in the semolina and stir for about 5-6 minutes. Turn off the heat and add butter and Parmesan, stir, add salt, allow to cool and add the yolk. Spread the mixture on a sheet of parchment paper to a thickness of 1 cm and then with a round cutters form gnocchi. Place it on a baking pan and season.
Anchovy sauce and  spring onion
 1 spring onion
3 anchovies
1 teaspoon extra virgin olive oil
1 knob of butter
Put oil in a pan and butter, add the chopped onion and after three minutes, add the anchovies and let it melt and season the gnocchi.
Complete with chunks of fresh Tuma cheese, or in the absence of it use a fresh  cheese and freshly ground black pepper.
Put in preheated oven (350°-400° F) for 10-15 minutes!!

martedì 26 aprile 2011

GNOCCHI VIOLA.PURPLE GNOCCHI



                                                   Scroll down for English version   
Oggi riprendo con i contest, e in giro ce n'è uno davvero bello, quello di Stefania.... sui colori nella cucina!!!


Circa due anni fa ho "conosciuto" le patate viola e grazie a Patrizia non solo ho scoperto che si chiamano Vitelotte, ma le ho potute conoscere di "persona"!!! Sono entrate in casa per uscirne a forma di gnocchetti che amo molto condire con i formaggi.... io adoro il loro colore.
Quindi a parte qualche chips viola..di solito con queste patate viola ci faccio gli gnocchi, che amo condire con formaggio e passare un po' nel forno. Sono fantastici anche se si preparano e si congelano , da averli già pronti per la cottura!!
Oggi qui piove e diluvia...e c'è un nebbione che sembra di essere in Pianura Padana in gennaio...altro che fine Aprile..... gite al mare...prima tintarella....bisogna rimettere i cappotti!!!!

Quindi un piatto di gnocchetti viola con formaggio Asiago ci stanno proprio bene .... ragazzi spero di raccontarvi presto del mio bagno al mare...io spero!!!
Buona giornata, baci, Flavia



GNOCCHI VIOLA

500 gr di patate viola lessate con la buccia.
300 gr di farina 00 (circa)

Sbucciate le patate e passatele, mescolatele con ala farina e aggiungete farina se serve, dovrete ottenere un impasto lavorabile senza problemi!!!
Formate tanti bastoncini di ipasto e tagliateli a piccoli pezzi, passateli sul rigagnocchi o sui rebbi di una forchetta . A questo punto potete cuocerli in acqua bollente e quando vengono a galla sono cotti, oppure metterli in freezer a congelare.

Condimento:

1/2 bicchiere di latte
1 noce di burro
200 gr formaggio Asiago
Parmi

Sciogliere una noce di burro con un mezzo bicchiere di latte e ci ho sciolto dentro il formaggio Asiago. Una spolverata di PArmigiano Reggiano e una passat di pochi minuti in forno e buon appetito!




















English version
Today I resume with the contest, and around there is a really nice one , Stefania’s....about  the colors in the kitchen!
About two years ago I "met" the purple potatoes and thanks to Patrizia I discovered that not only they are called Vitelotte, but I could buy them!  I like to prepare Gnocchi with them, I really love dressing with cheese .... and I love their color.
So , a part with a few chips purple .. I usually do with these purple potatoes gnocchi with cheese sauce. They are fantastic even if you prepare and freeze them, to have them ready for cooking!
Here today it rains and it pours ... and there is a fog that seems to be in the Po Valley in January ... but it is the end of April ..... trips to the sea (?)... tan(?) .... must first put our coats!!

Then a plate of purple gnocchi with Asiago cheese are just right there .... I hope to tell you guys soon for my swim in the sea ... I hope!
Have a nice day, kisses, Flavia


GNOCCHI VIOLA

500 g purple potatoes cooked in their skins.
300ca  grams of flour

Peel the potatoes and mash them, mix with flour and add flour wing if needed, you must obtain a workable dough without problems.

With dough form many sticks and cut into small pieces and pass them  on a fork. Now you can cook them in boiling salted water and when they come to the surface they are cooked or put in freezer to freeze.

Dressing:

1 / 2 cup milk
1 knob of butter
200 g Asiago cheese
Parmigiano Reggiano

Melt a knob of butter with half a glass of milk and  melt into the Asiago cheese. A sprinkling of Parmigiano Reggiano and  a few minutes in the oven and enjoy
!


sabato 23 aprile 2011

I MIEI PRIMI MACARONS AL CIOCCOLATO e buona Pasqua!MY FIRST CHOCOLATE MACAROONS and happy Easter!!




                       Scroll down for English version

Mentre il maritozzo è andato a riposare in previsione della messa di mezzanotte, mentre Mou russa sul suo tappeto, io mi godo il profumo delle mie pastiere in forno a raffreddare, mi spolvero un po’ di zucchero delle cassatelle di Agira .rimasto sul mio maglioncino….  Vi scrivo dei miei primi macarons, quella che segue è la ricetta pari pari da come l’ho presa dal blog di Stefania…e credetemi ha ragione lei..i macarons sono davvero facili da fare e ancora più veloci da mangiare!!!
Mi chiedo ora perché ci ho messo tanto tempo a decidermi di farli…ero terrorizzata da un insuccesso..che non c’è stato.
Li ho fatti al cacao, con ganache al cioccolato come i primi macarons di Ladurèe assaggiati a Montecarlo…. In realtà la prima volta che li vidi fu sempre da Ladurèe a Londra da Harrod’s, non capivo cosa ci trovassero tutte quelle persone in fila …non capivo cosa fossero questi dischetti multicolor in quel bancone così bello…tanto che con il maritozzo ordinammo un ottimo tea e due deliziose crostatine con crema e fragole…… solo dopo qualche mese a Montecarlo..al primo morso capii il perché di quella fila interminabile di signore elegantissime che agognavano una scatolina di quel verde acqua …solo allora….. !!!!

Ragazzi vi auguro una bellissima Pasqua… che sia serena, bella e che la trascorriate con le persone più care!!! Io non sarò con mamma e papà…forse chissà l’anno prossimo,ma con il cuore sarò con loro sempre!!!!
Che Dio vi bendica tutti!!Un abbraccio caro, Flavia



MACARONS ( per circa 30 pezzi) di Stephane Glacier da Arabafelice

50 g di albumi vecchi di qualche giorno
13 g di zucchero semolato
2 gocce di succo di limone
112 g di zucchero a velo
62 g di farina di mandorle
(poco colorante in polvere o pasta, facoltativo)
Io ho usato un cucchiaio  di cacao amaro in polvere

La prima operazione da fare e' separare gli albumi necessari dai tuorli. L'operazione andrebbe fatta 5 o 7(io ho usato albumi di tre giorni!!) giorni prima di quando si vogliono usare, tenendoli in frigo in un recipiente di vetro coperto con pellicola.
Quando si decide di utilizzarli, tirarli fuori dal frigo un'ora prima.
La seconda, e' mettere nel mixer lo zucchero a velo e la farina di mandorle, farle girare per pochi secondi (meglio usando la funzione pulse, per chi ha il Bimby come me …qualche secondo a velocità TURBO,per non farlo scaldare ) e versare poi il composto ben omogeneo in una ciotola.
Cominciare quindi unendo le gocce di succo di limone agli albumi e montarli con le fruste a forte velocita'. Pian piano, man mano che montano, aggiungere lo zucchero semolato in tre volte.






Appena il tutto risulta una meringa ben ferma, unire in una volta la farina di mandorle miscelata precedentemente nel mixer con lo zucchero a velo, e l'eventuale colorante,io ho setacciato un cucchiaio di cacao amaro in polvere  e girare energicamente dal basso verso l'alto per amalgamare.


Fermarsi non appena il composto ricadra' "a nastro" dalla spatola. Se a questo punto andrete troppo avanti a girare il composto diventera' piuttosto liquido e totalmente ingestibile.

Montare alla sac a poche una bocchetta liscia da circa un cm, versarvi dentro il composto e procedere a formare i macarons su una teglia coperta con carta forno.
Attenzione che la carta
 sia completamente piatta, o avrete macarons dalle forme picassiane. Non fateli troppo grandi,
diciamo 3 cm al massimo, perche' poi si allargano un po'.
Sbattere quindi con molta delicatezza la teglia sul piano di lavoro, coperto con un panno da cucina, come ordina Pierre Hermè :-) Questa operazione serve a farli diventare lisci, senza l'antipatico ciuffo sulla sommita'.
Ora fate riposare le teglie all'aria per un'oretta.





Preriscaldare il forno ( io sempre statico) a 150°C. Passato il tempo del riposo, infornate una teglia alla volta. Dopo 5 minuti, aprire un po' il forno per far uscire il vapore che si sara' formato. Richiudere e continuare la cottura altri 7-8 minuti circa.A me sono serviti circa una ventina di minuti in tutto.
Ovviamente con la cottura bisogna provare con il proprio forno, potrebbe volerci qualche minuto in meno nel vostro, o in piu.'Eccoli pronti con il tipico collarino bene in vista



Far scivolare subito via la carta forno dalla teglia, per evitare che i macarons continuino a cuocere, ed aspettare che siano perfettamente freddi per staccarli.
Da freddi potete procedere alla farcitura.
Dopo averli farciti e' essenziale che i macarons riposino 24 ore in frigo, dove i sapori si fonderanno e loro prenderanno la consistenza per cui sono famosi.
Tirarli fuori pero' almeno mezz'ora prima di servirli..
NOTE:di ARABAFELICE che condivido in pieno:

- non fate come me e buttatevi a pesce, sono molto piu' semplici di quel che sembrino.VERISSIMO…sono facilissimi!!!!(se seguite le indicazioni di ARABAFELICE)

- i macarons sono molto, molto piu' buoni dopo il riposo in frigo, quindi non fatevi fuorviare da un assaggio troppo presto. VERISSIMO anche questo…. Ma io li ho assaggiati anche subito…SLURP!!!

- se i macarons si crepano, puo' essere un problema di temperatura di cottura troppo alta. Abbassate e riprovate ;-) O anche perché li avete tolti dal forno troppo presto !!!

- i gusci di macaron non farciti possono essere congelati. Scongelateli in frigo e procedete alla farcitura. Questo suggerimento non l’ho seguito, ma mi fido!!!

Ganache di cioccolato
75 gr cioccolato fondente amaro grattugiato
10 gr burro
40 gr panna fresca

Portare la panna e il burro ad ebollizione e sciogliervi il cioccolato . Fate raffreddare e guarnite i macarons!!!

Con questa ricetta partecipo al contest di Eka sui macarons.




English version
While hubby has gone to rest in anticipation of the midnight mass, while Mou is snoring on his carpet, I enjoy the smell of my”pastiere”, I sprinkled a bit 'of sugar of my “cassatelle di Agira”. left on my sweater .... I write about my first macarons, what follows is verbatim from the recipe as I got it from the blog of Stefania ... and believe me she’s right .. the macarons are really easy to make and even quicker to eat!
I wonder now why it took me so long to decide to make them ... .. I was terrified of failure that did not happen.
I made them with chocolate, with chocolate ganache as the first of Ladurée macaroons I tasted in Monaco. ...even if the first time I saw them was always at Ladurée but in London at Harrod's, I did not understand what all those people were  lined up ... I did not understand why  they were waiting for , these multicolor little discs in that bar so beautiful ... in fact hubby and I ordered an excellent tea and two delicious tarts with strawberries and cream ... ... but after a few months in Monaco .. at first bite I realized the reason for that endless line of elegant ladies who hunted  a green water beautiful box of macaroons.!!

Guys I wish you a wonderful Easter ... that is serene, beautiful and that you spend it with your loved ones! I will not be with mom and dad ... (who knows maybe next year), but my heart will be with them forever!!
May God bless you all! Hugs, Flavia




Macarons (approx. 30 pieces) by Stephane Glacier and  Arabafelice


50 g egg whites a few days old
13 g caster sugar
2 drops of lemon juice
112 g icing sugar
62 g almond flour
(A little dye in powder or paste, optional)
I used a tablespoon of unsweetened cocoa powder

The first thing to do and 'needed to separate the whites from the yolks. The operation should be made 5 or 7 (I used egg whites in three days!) days prior to when you want to use, keeping them in the fridge in a glass bowl covered with plastic wrap.
When you decide to use them, get them out of the fridge an hour before.
The second thing to do :'put the icing sugar into the mixer and the ground almonds, run it for a few seconds (preferably using the pulse functio, not to let it warm) and then pour the mixture very smooth in a bowl.
Get started by joining drops of lemon juice to egg whites and beat with whisk at high speed '. Gradually, as the mountains, add the granulated sugar in a thrice.
As soon as everything is a meringue firmly, join in once the almond flour previously mixed in a blender with the icing sugar, and any color,(I put a Tbsp of cocoa powder) and turn vigorously from the bottom 'to mix up.
Stop as soon as the mixture will fall back '"on tape" from the spatula. If you go too far at this point to turn the mixture will become 'rather fluid and totally unmanageable.

Fit pastry bag with a plain nozzle about one cm, pour in the mixture and proceed to form the macaroons on a baking sheet covered with parchment paper.
Please note that the paper does not have them too large,
say 3 cm at most, 'cause then they widen a bit'.
Beat the pan and then very gently on the work surface, cover with a kitchen towel,( as Pierre Hermè order :-) This serves to make them smooth, and the annoying tuft on top '.
Now let rest pans to air for an hour.

Preheat the oven to 300°F After this time of rest, bake a pan at a time. After 5 minutes, open a bit 'the oven to release the steam that will' form. Close and cook another 7-8 minutes approx.( I needed about twenty minutes ).
Obviously you need to try cooking with your oven, it may take a few minutes less in yours, or more. 'Here they are ready with a typical collar in sight

Slide the parchment paper away immediately from the pan to prevent the macarons continue to cook, and wait to be perfectly cool to disconnect them.
From cold can make the stuffing.
After being stuffed and 'essential that the macaroons rest 24 hours in the refrigerator, where the flavors will melt and they will take the consistency that are famous.
But get them out 'at least half an hour before serving ..


NOTES: ARABAFELICE (which I totally agree ):

- come on...macaroons areeasier than we think!!!!(TRUE .they are very easy if you follow this directions)

- The macaroons are much, much more 'good after rest in the fridge, so do not be fooled by a taste too soon.(TRUE  too .... But I've tasted them even soon ... Yummie)!

- If macaroons crack, it can 'be a problem of too high temperature cooking. Lower and try again ;-) Or even because you have them out of the oven too soon!

- Macaroon not stuffed shells can be frozen. Thaw in the fridge and go to the stuffing. I have not followed this suggestion, but I trust Stefania!

Chocolate Ganache

75 g grated bitter chocolate
10 g butter
40 g fresh cream

Bring the cream and butter to a boil and dissolve the chocolate. Let cool and garnish the macaroons!

giovedì 21 aprile 2011

TORTA AL CIOCCOLATO- CHOCOLATE CAKE



                                                  Scroll down for English version


E anche il termine di queste (st)renne di cioccolato sta volgendo al termine e golosa come sono un po’ mi dispiace…il cioccolato io lo adoro quindi appena il pdf sarà pronto me lo stamperò e lo metterò tra le mie raccolte preferite.
Ieri ho passato una bellissima giornata con una delle mie più care amiche , è convalescente dopo una serie di brutti interventi (che ci hanno fatto passare dei momenti angoscianti), ma ieri sera finalmente il nostro gruppetto alla Sex and The city “ de noartri” si è finalmente riunito per festeggiare la nostra Zina (Patrizia), così chiamata perchè nel gruppo ce n’è un’altra e per distinguerle la chiamiamo Ziona(ma solo perché ha quattro anni in più….non perché è una golosona!!!). Di solito le nostre mitiche serate sono a base di pizza ma ieri Stefy e Cetty hanno portato una bella bottiglia di spumante per brindare “al tutto finisce bene!!” e io ho voluto fare la prova a fare una ricetta velocissima di Alessandra Spisni.. ero solo perplessa dal fatto che nel libro diceva di usare una teglia da 30 cm di diametro  e per me questo rendeva la torta troppo bassa, ma una volta assaggiata devo dire che non solo va bene bassa , ma che è una nuvola morbidissima di cioccolato che rifarò sicuramente spesso!!!
Ho passato una bella giornata, ma oggi mi sono svegliata distrutta da un mal di gola e qualche lineetta di febbre , si sia ieri che oggi sono splendide giornate di sole, ma l’altro ieri mi sono raffreddata e oggi la sconto con naso che cola e gola che brucia!!!UFFA

Non dimentico di ringraziare i miei amici (st)renne con cui condivido questa splendida collaborazione e li avviso che ora ci dobbiamo mettere sotto a pensare alla prossima raccolta, e a voi raccomando di dare un’occhiata alle ultime ricette bellissime postate questa settimana da ALE  e DANI, da ANNALU’ e FABIO, da STEFANIA e domani da MAPI!!!!

Un abbraccio caro a tutti e auguri di Buona Pasqua a  quei nblogger che da oggi vanno in vacanza e che staranno lontani dalla blogosfera in questi giorni…baci, Flavia

TORTA AL CIOCCOLATO  di Alessandra Spisni (dal libro “Cucinare alla Bolognese” ed. Pendragon)

40 gr  di farina 00
100 gr di zucchero
125 gr cioccolato fondente
100 gr burro
4 uova
Un pizzico di sale

Sciogliete a bagnomaria 125 gr di cioccolato fondente con 100 gr di burro e un pizzico di sale; aggiungete 70 gr di zucchero,mescolate e aggiungete 3 tuorli e un uovo intero. Montate i 3 albumi con i 30 gr di zucchero rimanenti e mescolare bene senza smontare e alla fine setacciare i 40 gr di farina. Impastare con un cucchiaio molto delicatamente dall’alto verso il basso. Imburrate una teglia e infarinatela e versatevi l’impasto. Infornate a 160° C  e spegnere quando la superficie si increspa.
Per decorare ho semplicemente spennellato un po’ di ganache al cioccolato fatta con cioccolato fondente, burro e panna.

Scusate la foto, ma l’ho fatta di corsa mentre uscico e il maritozzo mi aspettava in macchina L






English version

And the end of these chocolate reindeers’ collection is coming to an end and 'I'm a bit sorry ... I love chocolate so as soon as the pdf will be ready I’m going to print it and put it among my favorite collections.
Yesterday I had a great day with one of my closest friends who is getting well  from a series of bad surgical device operations ( we have passed the agonizing moments), but last night finally our little “homemade Sex and the City” group has finally met to celebrate our Zina (Patrizia), so called because there is another PAt in our  group and to distinguish we call Ziona. Usually during  our legendary evenings we eat  pizza but yesterday Stefy and  Cetty brought a nice bottle of champagne to toast "to all ends well!" And I brough a chocolate cake (a fast  recipe of Alessandra Spisni) .. I was just puzzled by the fact that the book said to use a dish 30 cm in diameter and for me this made the cake too low, but once I tasted all right to say that not only low, but that is a cloud of soft chocolate I'll just make sure often!
I spent a beautiful day, but today I woke destroyed by a sore throat and a few dash of fever, both yesterday and today are beautiful sunny days, but yesterday and today I cooled off with a runny nose and throat burning!
L

Of course I don’t  forget to thank my reindeer friends with whom I share this wonderful collaboration and warning them that now we have to put in to think about the next gathering, and recommend you to check out the latest recipes beautiful place this week by ALE and DANI, ANNALU’ 'and FABIO,STEFANIA  and tomorrow MAPI!!

A dear hug to all and Happy Easter to those bloggers who  noware going on holiday and they will stay away from the blogosphere these days ... kisses Flavia

CHOCOLATE CAKE by Alessandra Spisni ("Cuocere alla Bolognese" ed. Pendragon)

40 g flour 00
100 g sugar
125 g dark chocolate
100 g butter
4 eggs
A pinch of salt

Dissolve in water bath 125 grams of dark chocolate with 100 grams of butter and a pinch of salt, and add 70 grams of sugar, stir and add 3 egg yolks and whole egg.  Whip the  3 egg whites with the remaining 30 grams of sugar and mix well without having to remove air and sift through the end of 40 grams of flour. Mix very gently with a spoon from the top down. Grease a baking dish and pour the dough and flour it. Bake at 325° F and off when the surface ripples.
To decorate I simply brush a bit of chocolate ganache , made with dark chocolate, butter and haevy cream.


Sorry for the bad picture I took it yesterdaywhile running out to go to Zina’s house and hubby was waiting for me in the car!! L